Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

MTT - Il Tavolo Finale

MTT - Il Tavolo Finale 0001

Una volta raggiunto il tavolo finale di un torneo di poker, dobbiamo aggiustare la nostra strategia ancora una volta. Al tavolo finale, il gioco si svolge prevalentemente preflop, quindi dovremo vincere qualche piatto con meno informazioni. Se finisci con l'essere card dead, il che può facilmente capitare ad un tavolo finale che spesso dura solo un'ora, è tutta questione di aggressività, coraggio e lettura. Userò un paio di postulati per questo articolo: Tutti al tavolo finale sanno con quali mani spingere se la loro M li costringe e tutti sanno come giocare le loro mani forti. Inoltre, supporrò che anziché essere tra gli short stacks avremo uno stack in average.

Scegli un obiettivo

Siamo arrivati al tavolo finale e abbiamo raccolto abbastanza informazioni osservando gli altri tavoli una volta rimasti in 3. Tuttavia, solitamente questo non è abbastanza per scegliere un obiettivo. La prima cosa che i giocatori fanno solitamente all'inizio di un tavolo finale, è dare un'occhiata ai premi e comparare la grandezza del proprio stack con quella degli altri giocatori. Lo short stack diventa quindi automaticamente il primo obiettivo. Nessuno vuole essere il primo ad abbandonare il tavolo finale, e ci sono un bel pò di giocatori che faranno fold fino a quando qualcuno degli short stacks non sarà fuori. E' certamente vero che i premi incrementano con decisione per ogni giocatore che lascia il tavolo e non c'è niente di sbagliato nel tenere un occhio sul montepremi, ma non lasciare che esso determini il tuo gioco. Se le chips devono andare dentro, devono andare dentro. E non è forse molto più bello avere un obiettivo che non è uno short stack ma che invece ha un pò di chips davanti a lui da poter prendere? In altre parole, stiamo cercando i giocatori deboli con molte chips.

{banner} Al fine di identificare i giocatori deboli al tavolo può essere utile usare le statistiche di siti come OPR. Puoi trovare molte informazioni sui giocatori qui. Per esempio, non sceglieresti un giocatore con un ROI alto come tuo obiettivo. Un giocatore del genere sarà già stato a diversi tavoli finali prima. Puoi, tuttavia, provare un paio di re-steal con ogni 2 carte contro giocatori come questo, in quanto questi giocatori sono capaci di foldare una mano anche dopo aver rilanciato. A volte ti ritroverai con giocatori al tavolo per i quali OPR mostra che hanno vinto solo piccole cifre di denaro finora. Questi giocatori sono spesso al loro primo tavolo finale e presteranno attenzione solo ai premi piuttosto che alle situazioni. Se questi giocatori hanno un grosso stack puoi rubargli i bui più spesso perchè non giocheranno altro che premium hands. Lo stesso vale per quei giocatori che hanno sempre giocato MTT da $5 e ora sono seduti ad un tavolo finale di un torneo $50k guaranteed. Inoltre ci sono anche quei giocatori che hanno vinto $80k in premi ma hanno un ROI molto basso. Questi giocatori possono avere esperienza ma sono anche i gambler del tavolo. Questi giocatori chiameranno i tuoi all-in in steal più spesso in quanto più disposti ad azzardare nei coin flips. Tieni d'occhio questi giocatori e cerca lo steal con mani forti. Le statistiche dei siti come OPR possono davvero essere utili in queste situazioni.

Ma anche con le informazioni di OPR dovrai ancora fare affidamento sulle note che hai preso durante il torneo e analizzare correttamente le situazioni al tavolo finale. Può facilmente capitare che un giocatore, che si è esposto poco durante la maggior parte del torneo, inizi a fare cose molto strane al tavolo finale, forse per paura o per mancanza di esperienza. Prima ho detto che ad un tavolo finale, la maggior parte del gioco avviene pre flop e non si vedono molti showdowns. Ma ci sono cose al di la degli showdown che possono aiutarti ad identificare un giocatore debole.

L'altro giorno ho visto un giocatore con uno stack di 750K rilanciare a 120K da UTG (bui 20K/40K, ante 2K). Tutti hanno foldano fino al big blind il quale è andato all-in per 190K, e il giocatore UTG ha foldato nonostante le enormi odds che stava ricevendo e nonostante il fatto che il suo torneo non fosse in pericolo con quella chiamata. Quando vedi cose del genere sai che quello è un giocatore dal quale puoi ottenere un sacco di chips perchè semplicemente non capisce il gioco e sta disperatamente cercando di scalare la classifica per i premi. Ho quindi iniziato a sfruttare questa cosa. La mano successiva lui era nel BB e io ho rilanciato a 120K dal cutoff con {9-Clubs}{10-Clubs}. Lui ha poi rilanciato a 240K e io ho fatto un insta all-in (lo coprivo tranquillamente in chips). E, come c'era da aspettarsi, lui folda la sua mano perdendo ancora una volta una grossa parte del suo stack.

Un altro concetto che molti giocatori non capiscono è il cosiddetto Cooperation play. Il BB ed io avevamo entrambi circa 250K in chips con bui 5K/10K e 1K di ante e lo SB era short stack con 19K. Tutti foldano fino a me che sono sul bottone e invece di rilanciare chiamo con {8-Clubs}{j-Hearts}. Una mano molto marginale, lo so, ma stavo rendendo molto chiaro (senza scrivere niente nella chat, che sarebbe stata collusion) che volevo far uscire lo SB insieme al BB. Come previsto lo SB va all-in per 19K... ma che c***o: il BB folda! Alla fine ho chiamato lo SB perdendo la mano, ma non importa, quello che è da notare sono invece i chiari segni di un giocatore che semplicemente non capisce il gioco e risparmia tutte le sue chips per le premium hands. Ho continuato a rilanciare questo giocatore dallo SB 4 volte di fila facendolo foldare e alla fine l'ho eliminato alla quinta volta quando è andato all-in ed io, fatalità, mi sono ritrovato con {k-Spades}{k-Diamonds} in mano.

Aggressione e Bluff Stack

Oltre a cercare gli obiettivi, dovresti cercare le situazioni giuste per vincere il piatto preflop. Sfortunatamente ti capita spesso di trovare davvero poche buone mani al tavolo finale, quindi dovrai fare del tuo meglio in ogni situazione che ti si presenta. Rilanciare in re-steal dal bottone è un modo comune per farlo. Come ho detto prima, occorre farlo con mani che hanno potenziale, come suited connectors o coppie basse, in caso il bottone decidesse di chiamare. Ovviamente c'è un pò di rischio in questo in quanto stai investendo una porzione maggiore del tuo stack. Se il bottone o lo SB (da dovunque provenga lo steal) decidono di chiamare, non investire ulteriori chips nella mano nel caso in cui mancassi completamente il flop. L'obiettivo di un re-steal è vincere il piatto preflop, perciò non buttare via il tuo torneo in un bluff. Non c'è niente di sbagliato nel foldare dopo un tentativo di re-steal. La tua giocata non ha funzionato e hai perso alcune chips, ma sei ancora vivo e in gara.

Di solito mi pongo le seguenti condizioni per un tentativo di re-steal: un re-steal non mi deve costare più di 1/3 del mio stack (il che lo vedo come il mio bluff stack - ossia lo stack che sono disposto a perdere con un bluff) e mantengo una M di almeno 5 in caso perdessi il piatto o fossi forzato ad abbandonare. Nota: questo vale solo per quando ho un buon stack al tavolo finale. Ci sono anche situazioni in cui farò un re-steal in all-in con suited connectors o coppie basse, ma quello capita solo quando sono short e scelgo o di raddoppiare o di venire eliminato.

Fare uso degli short stacks

Chiunque rilanci potrebbe avere potenzialmente una mano o potrebbe semplicemente aver fatto un open-raise per rubare il piatto. Come detto prima, gli shortstack si guardano l'un l'altro in quanto ogni posizione più alta significa un incremento nel premio $$. Fanne uso di questo.

Un esempio: i bui sono 25K/50K con 3K di ante, tutti foldano su un giocatore in middle position (stack = 460K) che fa un open-raise di 150K. Tutti foldano fino a me che dal BB ho 1.5 milioni di chips e una monster {5-Spades}{6-Clubs}. Vado all-in. "Perchè fai così?" mi chiede un mio amico su skype. La ragione è la seguente. Se vengo chiamato e perdo, mi rimane comunque più di un milione di chips. La mia mano è viva e potrebbe anche avere una possibilità contro una overpair. Ma la ragione più importante è che c'era un giocatore short di fronte al raiser iniziale rimasto con soli 210K. Perciò ho pensato che fosse molto probabile che il raiser iniziale avrebbe fatto fold. Molto spesso uno short farà fold qui perchè ha un altro short seduto alla sua destra, che sarà nei bui prima di lui, il che aumenta la possibilità che quel giocatore venga eliminato prima. Mettendo pressione sugli altri short puoi spesso vincere dei bei piatti.

A differenza dei miei articoli precedenti, qui ho deliberatamente scelto di parlare di più delle situazioni piuttosto che delle mani. Sono convinto che questo possa fare la differenza ad un tavolo finale. Non hai spesso la possibilità di fare un tavolo finale, e quando ce l'hai, sei spesso card dead. Osservando le informazioni sui tuoi avversari e analizzando le situazioni correttamente ti renderai la vita molto più facile.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli