Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +
Main Event
Giorni

Highlights

Highlights

Main Event
Giorno 1a completo

Day 1A agli archivi; Voth in vetta al Chipcount

[user220918] • Livello 8: 300-600, 75 ante
Ronny Voth al comando
Ronny Voth al comando

E' di Domenica che va di scena il Day 1A dell'European Poker Tour Berlin Main Event Stagione 9.

Un totale di 347 giocatori si sono presentati ai tavoli: di loro solo 171 sono riusciti a passare indenni gli otto livelli di gioco.

Ronny Voth può sicuramente dirsi soddisfatto della sua giornata: è colui che guarda tutti dall'alto in basso forte delle sue 196.100 chips.
Seguono a ruota Mike Kunze (188.000) e Thomas Richter (176.100).

Mentre questi giocatori accumulavano chips durante i primi livelli di gioco, molti altri sono stati in grado di concludere la giornata con uno stack dignitoso.
Tra loro Marc-Andre Ladouceur (98.000), Marcin Horecki (89.400), Barny Boatman (72.700), Scott Seiver (70.100), Matthias De Meulder (58.200), Fabrice Soulier (48.200), Zimnan Ziyard (33.500), Max Lykov (32.700) e Liv Boeree (18.100): siamo sicuri torneranno concentrati e fiduciosi dei propri mezzi al Day 2.

Costruire uno stack importante per arrivare al Day 2 è il primo passo per la scalata al titolo di campione EPT Main Event. La lista di chi non potrà più ambire a sollevare il trofeo di vincitore a Berlino è costellata di volti noti: Justin Bonomo, AP Phahurat, Konstantin Puchkov, Steve O'Dwyer, Jeffrey Rossiter, Rupert Elder e Ruben Visser, fresco campione dell'EPT London.

Anche il mago degli High-Roller Dan Smith ha visto il suo torneo finire prematuramente. Dopo aver costruito uno stack rispettabile che gli apriva prospettive interessanti per il proseguio del torneo, è incappato in alcune mani che gli hanno letterlamente distrutto lo stack portandolo all'eliminazione.
La prima da ricordare accade quando, a bui 150/300/25, Smith è coinvolto in un piatto three-way con un board {10-Diamonds}{8-Spades}{6-Hearts}{k-Clubs}.
Con già 19.000 nel mezzo, Smith riflette per un minuto abbondante prima di puntare 12.800. Pietro Paolo Sibione chiama e l'altro avverario coinvolto passa.
Il {9-Clubs} completa il board e Smith ancora una volta si prende del tempo per riflettere e viene anche chiamato il "time". Smith sceglie il check come pure Sibione dopo di lui.
Smith gira {J-Diamonds}{J-Hearts} ma è sconsolato alla vista di {A-Clubs}{A-Spades} di Sibione.
Smith non riprenderà più quota nel chipcount e finirà il suo Main Event contro Dominik Nitsche. Il board ch gli è fatale ha {5-Diamonds}{8-Spades}{9-Spades}{3-Hearts} e quando i nostri reporter arrivano al tavolo vedono l'All In di Smith per 28.000 chips. Nitsche chiama e si trova di poco in vantaggio.

Smith: {J-Spades}{10-Spades}
Nitsche: {A-Clubs}{9-Clubs}

Anche se non ha un punto già chiuso, Smith ha ancora il 47.73% di possibilità di vincere il colpo, secondo il nostro PokerNews Odds Calculator.
Purtroppo per lui nessuna carta amica scende al river, un {8-Diamonds}.
Nitsche invece finirà la giornata con 137,500 chips.

La seconda giornata di gioco inizierà domani alle 12:00 ora locale, al Grand Hyatt Berlin.
Anche per loro sono in previsione otto livelli di gioco da 75 minuti ciascuno.

Non rimane che darvi appuntamento per domani Lunedi 22 Aprile qui su PokerNews per seguire gli aggiornamenti in tempo reale di questo entusiamante EPT Berlin Main Event.

Tags: Dan SmithDominik NitscheRonny Voth

ChipCount di fine Day 1A

[user220918] • Livello 8: 300-600, 75 ante
Ronny Voth de
Ronny Voth
de 196,100 22,100
Mike Kunze
Mike Kunze
188,000 83,000
Thomas Richter DE
Thomas Richter
DE 176,100 56,100
Sebastian Trisch de
Sebastian Trisch
de 173,500 78,500
Giuseppe Vassallo de
Giuseppe Vassallo
de 169,300 4,300
Yakov Onuchin RU
Yakov Onuchin
RU 168,600 168,600
Pal Koppegodt no
Pal Koppegodt
no 165,200 65,200
Artur Rudziankov cz
Artur Rudziankov
cz 162,500 62,500
Marc Witt DE
Marc Witt
DE 155,800
Theodoros Aidonopoulos gr
Theodoros Aidonopoulos
gr 143,100 47,100
Jeremy Stahli
Jeremy Stahli
139,200
Jan Bendik sk
Jan Bendik
sk 138,000
Dominik Nitsche de
Dominik Nitsche
de 137,900 7,900
Sotirios Koutoupas gr
Sotirios Koutoupas
gr 128,100 128,100
Florian Schleps AT
Florian Schleps
AT 118,600
Marcus Tretter
Marcus Tretter
115,100 100
Kyosti Isberg fi
Kyosti Isberg
fi 112,200 47,200
Moritz Kranich de
Moritz Kranich
de 111,500 -3,500
Boris Graupner
Boris Graupner
107,400 -17,600
Jose Carlos Garcia pl
Jose Carlos Garcia
pl 106,800 -43,200
Aku Joentausta fi
Aku Joentausta
fi 105,500 -41,500
Bart Lybaert be
Bart Lybaert
be 102,400
Mihai Manole ro
Mihai Manole
ro 101,600
Alexey Zakharov ru
Alexey Zakharov
ru 101,200 -3,800
Anaras Alekberovas lt
Anaras Alekberovas
lt 99,000 99,000

Leggi tutto

Ancora tre mani di gioco

[user220918] • Livello 8: 300-600, 75 ante

Il clock del torneo viene fermato a 10:00 dalla fine dell'ottavo livello: verranno ora giocate le utlime tre mani di giornata.
.

Niente back-to-back per Visser

[user220918] • Livello 8: 300-600, 75 ante

Anche il vincitore del Main Event EPT9 Londra, Ruben Visser, è fuori dai giochi durante le fasi finali del Day 1A.

Seguendo le notizie portate da Aku Joentausta, Visser ha aperto preflop da late position, e Joentausta ha contro-rilanciato per 15.000 circa. Visser ha chiamato con {a-}{5-}, mentre Joentausta aveva {a-}{j-}.

Joentausta vince il colpo ed elimina l'olandese.

Ruben Visser nl
Ruben Visser
nl Eliminato

Tags: Aku JoentaustaRuben Visser

Haigh "scoppia" i Re

[user220918] • Livello 8: 300-600, 75 ante

Dopo un rilancio a 1.500 preflop sono ben sei i giocatori che vedono le prime tre carte comuni: {4-Spades}{J-Hearts}{Q-Clubs}. Alex Bilokur punta 2.500: solamente Martijn Ardon e Robert Haigh chiamano.

Il turn è un {5-Spades} e Bilokur sceglie il check, mentre Ardon muove in All In per 19.350. Haigh chiama per 11.850 e Bilokur gira {K-}{q-} dopo aver passato.

Ardon mostra {K-Spades}{K-Diamonds} e Haigh {J-Diamonds}{J-Clubs}. Il river non porta miracoli per Ardon e Haigh incassa il piatto, lasciando Ardon con pochissime chips.

Robert Haigh de
Robert Haigh
de 40,200
Martijn Ardon
Martijn Ardon
7,500

Tags: Alex BilokurMartijn Ardon

I Re non tradiscono Horecki

[user220918] • Livello 8: 300-600, 75 ante
Marcin Horecki
Marcin Horecki

Dopo uno scambio di rilanci e controrilanci, Ronni Meyer va in All In preflop rischiando tutto con {3-Spades}{3-Hearts} e trova il call di Marcin Horecki con {k-Spades}{k-Clubs}.

Meyer è parecchio in svantaggio, ma il flop gli porta qualche aiuto in più: {4-Hearts}{8-Hearts}{5-Hearts}. Il turn aggiunge ancora outs con un {6-Spades}: Horecki però si ritrova vincitore quando al river scende un {a-Spades}.

Meyer è eliminato mentre Horecki sale fino a quota 85.000.

Marcin Horecki pl
Marcin Horecki
pl 85,000 50,100

Tags: Marcin Horecki

La forza dello Stack

[user220918] • Livello 8: 300-600, 75 ante
Dominik Nitsche
Dominik Nitsche

Utilizzare la dimensione del proprio stack durante il gioco è un arma molto potente nel poker.

Dominik Nitsche ha una dotazione di chips a sei cifre: usandola in posizione al suo tavolo si sta imponendo sugli altri deepstack.

Anche Pietro Paolo Sibione ha uno stack simile e deve guardarsi da Nitsche, esperto anche nell'usare la psicologia a suo vantaggio.

Poco fa Sibione ha rilanciato a 1.300 da early position e Nitsche ha rilanciato a 3.500 da hijack. Sibione chiama e i due vedono quindi il flop: {2-Spades}{2-Diamonds}{5-Clubs} e Sibione passa istantaneamente alla puntata di 3.300 del tedesco in cerca del Triple Crown.

Dominik Nitsche de
Dominik Nitsche
de 130,000 -5,000
Pietro Paolo Sibione
Pietro Paolo Sibione
125,000 54,000

Tags: Dominik NitschePietro Paolo Sibione