Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Main Event
Giorni
Main Event
Giorno 3 completo

EPT Berlino day 3: out tutti gli italiani, sempre Joentausta in testa

[user88826] • Livello 19: 4,000-8,000, 1,000 ante
Aku Joentausta
Aku Joentausta

Il day 3 del PokerStars European Poker Tour Berlino si conclude con 55 giocatori ancora in gara, guidati sempre dal finlandese Aku Joentausta che imbusta a fine giornata 1,039,000 chips, in leggerissimo vantaggio su Emil Ohlsson che è l'unico altro giocatore a chiudere sopra quota un milione con 1,011,000 pezzi. Molto bene anche il lituano Anaras Alekberovas che chiude a 805,000 dopo aver superato anche lui in un frangente la fatidica quota un milione. L'average del torneo si attesta al momento a quota 497,455 chips.

Chi non riesce invece ad approdare al day 3 è il belga Davidi Kitai, vincitore dello scorso anno che chiude al 129° posto per €8,000. Il belga prima perde un grosso pot con {j-}{j-} contro {k-}{k-}, poi invece perde un flip ed è out:

In circostanze ancora da definire abbiamo sentito che la sua coppia di Due non ha retto contro {K-}{Q-}. Kitai era in All In per circa 129.000.

Con la sua eliminazione incoroneremo un nuovo campione qui a Berlino.

Tra i giocatori che invece non riescono a raggiungere una posizione ITM troviamo Philippe Ktorza, Erik van den Berg, Ami Barer ed il bubbleman di questo evento, il Team PokerStars Pro Martin Hruby, sfortunatissimo nella mano che lo condanna:

Ancora una volta in questa stagione, la "Bolla" scoppia quando la maggior parte dei giocatori è in pausa lontano dai tavoli. A farne le spese è il Team Pro Martin Hruby.

Hruby è coinvolto in un flop {6-Clubs}{3-Clubs}{10-Hearts} con Theodoros Aidonopoulos, dove chiama la puntata di 14.500 dell'avversario.

Il turn è un {7-Spades} e Aidonopoulos mette in All In Hruby per le sue ultime 100.000 chips. Hruby riflette un paio di minuti prima di chiamare

Hruby: {6-Hearts}{6-Diamonds} per un set.

Aidonopoulos: {a-Clubs}{4-Clubs} per un doppio progetto di scala a incastro e di colore..

Il river è un {5-Spades} che porta Aidonopoulos a chiudere la scala ed eliminare come primo dei non premiati Martin Hruby.

I restanti 136 giocatori torneranno fra poco e avranno una bellissima sorpresa.

Poco dopo lo scoppio della bolla escono poi il membro del Team Online Mickey Petersen ed il Team Pro Jan Heitmann, seguiti a distanza di pochi minuti da Heinz Kamutzki, John Eames, Todd Terry, Dominik Nitsche ed Adam Levy.

ITM ed 8.000€ in saccoccia anche per due italiani, ovvero Salvatore Bonavena e Dario Sammartino.

"Mr EPT" perde il colpo decisivo quando con {a-}{10-} si scontra contro un avversario con {a-}{j-} senza trovare aiuti dal board.

Dario "MadGenius87" Sammartino perde invece il flip decisivo contro Bryn Kenney:

Bryn Kenney openpusha preflop per 76.500, Dario Sammartino chiama da middle position.

Kenney: {9-Diamonds}{9-Spades}

Sammartino: {a-Diamonds}{k-Hearts}

La coppia di Kenney regge su board {3-Spades}{5-Spades}{j-Diamonds}{4-Clubs}{q-Spades} e Dario Sammartino è eliminato con 8.000 € di premio.

ITM per i colori azzurri anche Stefano Rossomando (9.000€ per lui) e Marco Leonzio, ancora una volta migliore degli italiani, che chiude al 58° posto per 12.000€.

Ancora in corsa per il titolo troviamo inoltre quattro giocatori che un EPT l'hanno già vinto, ovvero Thang Duc Nguyen - 779,000 (Baden, Season 3), Sandra Naujoks - 202,000 (Dortmund, Season 5), Liv Boeree - 279,000 (San Remo, Season 6) e Kevin Stani - 681,000 (Tallinn, Season 7).

Per il chipleader Joentausta è invece questa la mano che gli permette di rimanere in cima al count:

Dopo il raise a 15,000 di Robert Auer da cutoff, Joentausta 3betta a 41,000 da small blind, Sagorski da big blind tanka prima di 4bettare a 100,000, Auer passa velocemente e l'azione torna a Joentausta.

Il pro finlandese ci pensa a lungo e mette al centro una grossa pila da 5,000 chips.

"All in" dichiara immediatamente Sagorski, Joentausta non sembra contento della mossa dell'avversario ma alla fine mette al centro le chips necessarie al call per uno showdown abbastanza sorprendente.

Aku Joentausta: {A-Diamonds}{Q-Diamonds}

Denis Sagorski: {K-Hearts}{10-Hearts}

Board {10-Diamonds}{3-Diamonds}{4-Hearts}{2-Diamonds}{7-Hearts} pirotecnico e Sagorski se ne va velocemente dall'area torneo.

"Credo ci fosse qualcosa di personale a causa della mano precedente" dice Joentausta agli altri giocatori al tavolo.

"Pensavo fossi sotto un treno" gli dice il Team PokerStars Pro Theo Jorgensen, riferendosi al fatto che Sagorski non aveva fatto nessuna mossa azzardata fino a quel momento.

"Mi stavo odiando quando ha dichiarato all in" risponde Joentausta. "Probabilmente è per il mio aspetto che nessuno mi crede mai" aggiunge.

Tra i superstiti di questo day 3 che si ripresenteranno domani per il day 4 troviamo tantissimi volti noti del circuito, come Bryn Kenney, Pratyush Buddiga, Calvin Anderson, Natalie Hof (fidanzata di Torsten Brinkmann) Daniel-Gai Pidun e soprattutto il Team SportsStar Boris Becker, ancora una volta short a fine giornata (116,000 chips), ma capace di sopravvivere ai numerosi assalti dei fenomenali giocatori ancora in gara.

Per tutti questi giocatori ci sono €15,000 garantiti per le proprie fatiche, mentre sopravvivere anche al day 4 di domani vorrebbe dire avere almeno €33,000 in tasca, comunque davvero pochi se paragonati alla prima moneta da €880,000.

Il gioco riprenderà domani come sempre alle 12.00, non perdere neanche un'emozione di questo EPT Berlino seguendo gli aggiornamenti minuto per minuto con il nostro Blog Live.

Tags: Adam LevyAku JoentaustaAnaras AlekberovasBryn KenneyCalvin AndersonDaniel-Gai PidunDavidi KitaiDenis SagorskiDominik NitscheEmil OhlssonJuha HelppiLiv Boeree

Alcuni chipcount di fine giornata

[user88826] • Livello 19: 4,000-8,000, 1,000 ante
Aku Joentausta fi 1,039,000 -236,000
Emil Ohlsson SE 1,011,000 -39,000
Ramil Yusupov RU 958,000 38,000
Matias Juhani Kesanen FI 938,000 7,000
Roman Herold de 816,000 513,000
Anaras Alekberovas lt 805,000 -395,000
Robert Auer at 781,000 333,000
Thang Duc Nguyen DE 779,000 169,000
Lasse Frost dk 761,000 121,000
Calvin Anderson us 744,000 224,000
Yasar Guden DE 721,000 270,000
Olivier Busquet us 719,000 143,000
Harri Koskenkorva FI 690,000 -140,000
Kevin Stani no 681,000 161,000
Dashgyn Aliev RU 668,000 68,000
Marc Witt DE 640,000 260,000
Roman Korenev ru 626,000 91,000
Alexander Helbig DE 622,000 -78,000
Robert Haigh de 617,000 17,000
Freerk Post nl 615,000 29,000
Colin Moffatt CA 568,000 17,000
Khiem Nguyen de 531,000 281,000
Daniel Reijmer nl 505,000 245,000
Julian Thomas de 499,000 -61,000
Jose Maria Galindo es 496,000 -134,000

Naujoks le raddoppia

[user88826] • Livello 19: 4,000-8,000, 1,000 ante
Sandra Naujoks doubles
Sandra Naujoks doubles

Sandra Naujoks openpusha per 100,000 da under the gun, Pal Koppegodt chiama da UTG+1 e si va allo showdown.

Naujoks: {q-Diamonds}{j-Diamonds}
Koppegodt: {10-Hearts}{10-Diamonds}

La Naujoks non trova aiuti al flop {4-Hearts}{a-Clubs}{9-Diamonds} ed al turn {4-Clubs} ma il river {q-Hearts} arriva in suo aiuto permettendole di salire a 220,000 chips.

Pal Koppegodt no 305,000 -145,000
Sandra Naujoks de 220,000 60,000

Tags: Pal KoppegodtSandra Naujoks

Lofberg busted

[user88826] • Livello 19: 4,000-8,000, 1,000 ante

Kevin Stani apre a 17,000 da middle position, Ramil Yusupov flatta da cutoff, Harri Koskenkorva si adegua da bottone, Simon Lofberg squeeza all in per 171,000 da small blind, Stani passa velocemente, Yusupov tank-calla en Koskenkorva passa.

Yusupov: {a-Diamonds}{q-Clubs}
Lofberg: {a-Spades}{j-Spades}

Board {7-Diamonds}{9-Hearts}{3-Clubs}{6-Clubs}{10-Clubs} e Lofberg è eliminato.

Ramil Yusupov RU 920,000 205,000
Simon Lofberg se Eliminato

Tags: Harri KoskenkorvaKevin StaniRamil YusupovSimon Lofberg