Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Aggiornamenti WSOP, $10'000 Main Event, Day 5 – David Tran e Philip Hilm al Comando

Aggiornamenti WSOP, $10'000 Main Event, Day 5 – David Tran e Philip Hilm al Comando 0001

Il giorno 5 del Main Event delle World Series of Poker 2007 ha visto i 112 giocatori restanti sfidarsi per la corona di vincitore ed un primo premio da $8.5 milioni. Soli 36 giocatori sono sopravvissuti alla giornata e tra questi un campione del mondo (Scotty Nguyen), due vincitori di braccialetto nel 2007 ed un fenomeno di internet che è rimasto vicino alle prime posizioni praticamente dall'inizio del torneo. Purtroppo il ragazzo prodigio è dovuto rientrare in Italia dove comunque lo aspetta la sua Porsche.

Dario Minieri è arrivato all'attenzione del mondo del poker quando ha ottenuto, grazie agli FPPs (Frequent Player Points) guadagnati su PokerStars, una Porsche diventando il primo uomo a raggiungere questo traguardo. Il giovane italiano ha resa ancora più salda la propria posizione di campione con una apparizione al tavolo finale di una tappa dell'European Poker Tour nello scorso anno ed una grande prestazione al Main Event delle WSOP. Chip leader alla fine del Day 3, Minieri con uno stile impavido e aggressivo si è guadagnato il rispetto degli altri avversari incluso quello del campione del 1998 Scotty Nguyen, che ad un certo punto durante il Day Five gli ha detto, "Mi piace il tuo stile, baby. Sangue giovane. Nessuna paura."

Minieri ha iniziato il Day Five a metà classifica e si è subito immerso nel gioco con gli altri del suo tavolo rilanciando e rilanciando ancora a volontà. La sua corsa verso l'alloro si è però arrestata piuttosto presto quando si è trovato contro il tris chiuso al floop da Reagan Silber. Su un flop che dava {10-Spades}{5-Diamonds}{3-Spades}, Minieri ha puntato e Silber ha fatto call. Minieri è andato all-in quando al turn è stato dato un {7-Clubs} e Silber ha chiamato la puntata girando {3-Hearts}{3-Diamonds} per il tris. Minieri con {q-Spades}{8-Spades} doveva sperare in un altro picche (che non fosse il sette o il cinque), ma il river ha portato il {9-Diamonds} che ha mandato Minieri presto dal cassiere.

Huck Seed era uno degli ultimi due ex-campioni del Main Event ancora in corsa nel Day 5 ma non è riuscito a riportare in quota il proprio stack già mediocre ad inizio giornata ed è stato eliminato in serata quando, short-stack, rilancia e si vede rilanciare ulteriormente preflop da Robin Bergren. Legato al piatto, Seed ha fatto call ed ha mostrato {7-Diamonds}{8-Clubs}. Bergren con {a-Diamonds}{k-Diamonds} conduceva e Seed non ha ricevuto alcun aiuto per il suo gutshot dopo che il flop con {5-Clubs}{k-Spades}{9-Diamonds} è stato seguito dal {5-Diamonds} del turn e dal {7-Hearts} del river che conclude la corsa di Seed al 71° posto. Nella storia delle WSOP, soli quattro uomini hanno vinto il Main Event più di una volta – Johnny Moss e Stu Ungar tre volte, Johnny Chan e Doyle Brunson due.

Lo stile attivo ed aggressivo di Gus Hansen si è dimostrato vincente soprattutto nei tornei regalandogli quattro titoli del World Poker Tour e milioni di dollari in vincite. Gus ha iniziato il torneo a metà classifica ma è uscito 61°. Hansen ha rilanciato dalle prime posizioni e Ryan Elson è andato all-in dallo small blind. Hansen copriva Elson ed ha deciso per il call. Hansen ha quindi girato {a-Spades}{k-Diamonds}, leggermente dietro a Elson con {j-Spades}{j-Hearts}. Quando nessun aiuto è arrivato per Hansen, Elson aveva raddoppiato e il Great Dane era spacciato. Poche mani dopo, Hansen va all-in dallo small blind con {k-Clubs}{5-Spades} ed è stato eliminato da Jason Koshi che vedendo con {q-Diamonds}{4-Diamonds} ha ottenuto un quattro al flop.

Il sempre attivo Humberto Brenes è riuscito ad arrivare molto avanti nel Main Event per il secondo anno consecutivo, ma è stato anche lui eliminato, come molti altri giocatori in questo Day 5, da Hevad 'Rain' Khan. Khan, il mago dell'online che una volta si è video-registrato mentre giocava 28 tornei sit-'n'-go allo stesso tempo, rilancia dal big blind. Brenes, con fare teatrale, si alza ed annuncia "All-in!" Khan chiama subito con due assi serviti in mano e Brenes si trovava seriamente nei guai con {a-Hearts}{k-Hearts}. Il flop da {3-Spades}{5-Spades}{k-Spades}, dando a Brenes solo i due restanti K come outs per vincere. Il {4-Diamonds} del turn gli ha dato altri due outs per sperare di dividersi il piatto con una scala a patto che il river portasse un due non di picche (Khan aveva l'{a-Spades} per un possibile colore). Il {10-Spades} al river chiude il colore di Khan ed elimina "The Shark" dal Main Event delle WSOP 2007.

Khan non era il solo mago dell'internet poker attivo nel Day 5, dato che Jared 'WacoKidd' Hamby e Dag Martin 'dmmikkel' Mikkelsen erano entrambi ancora a caccia del titolo. Le loro strade si sono però divise quando Khan ha continuato la giornata in crescendo mentre Hamby si è fatto coinvolgere in una serie di mani disastrose che sono culminate con la sua eliminazione quando il suo {k-Hearts}{q-Hearts} si è trovato contro Lee Watkinson con {a-Spades}{q-Diamonds}. Nessun aiuto per Hamby che viene eliminato ad inizio giornata. Allo stesso modo, Mikkelsen, che partiva nel Day 5 come chip leader, è andato a fare compagnia a Humberto Brenes nella lista dei grandi nomi che hanno visto i propri Big Slick superati da coppie di Assi. A fine giornata, Mikkelsen rilancia dal cutoff e David Tran rilancia ulteriormente dal bottone. Mikkelsen rilancia ancora all-in, e Tran vede con {a-Diamonds}{a-Clubs}. Mikkelsen trova con il proprio {a-Spades}{k-Diamonds} un inutile K al river ma la board nel suo complesso dava {j-Spades}{j-Diamonds}{4-Spades}{2-Hearts}{k-Clubs} sancendo l'eliminazione di Mikkelsen e la consacrazione di Tran come leader con oltre dieci milioni di chips.

Due rappresentanti del gentil sesso sono partite nel Day 5 alla ricerca dello storico titolo di prima donna campione del mondo: Maria Ho e Kelly Jo McGlothlin. Quando McGlothlin è stata eliminata a metà giornata, la Ho si è guadagnata almeno la carica di migliore donna nel Main Event 2007. Professionista dei cash-game, la Ho ha così ottenuto la sua maggiore vittoria in termini di denaro in questo Day 5 quando è stata eliminata 38ª lasciando il titolo del Main Event una questione per soli uomini.

Con l'eliminazione di Huck Seed, Scotty Nguyen è rimasto il solo ex-campione del Main event in campo. Nguyen si è dimostrato in buona forma per tutto il Day 5, attuando ottimi bluff e vincendo piatti sino a qualificarsi per il Day Six anche se short stack. In una mano con Kevin Kim, Nguyen è andato all-in al river con una board che dava {j-Clubs}{4-Spades}{2-Spades}{9-Clubs}{5-Clubs}. Kim ci pensa a lungo, molto a lungo prima di dire, "Se passo tu mostri il bluff." Kim alla fine spinge le proprie carte nel muck e Scotty dice, "Io ho the nut, baby," e volta {7-Spades}{8-Spades} per un progetto di colore non realizzato.

Bill Edler ed Alex Kravchenko hanno iniziato il Day 5 alla ricerca di ambite mete. Kravchenko ed Edler sono i due soli giocatori restanti che possano unirsi a Tom Schneider come pluri-vincitori di braccialetti nel 2007. Edler, vincitore dell'Evento #45, e Kravchenko, vincitore dell' Evento #9, ed entrambi sono riusciti ad arrivare al Day 6. Edler ci è arrivato passando dalle montagne russe ma concludendo con uno stack sostanzioso, menter Kravchenko ha tenuto duro finendo con uno short stack dopo aver iniziato la giornata tra i primi dieci.

Parlando di chips, con il progredire del gioco ed il cambio di denominazione – e colore – delle chips, i giocatori hanno iniziato a notare un problema: le chips da 5'000, quelle da 25'000 e quelle da 50'000 erano di colori estremamente simili ed alcuni giocatori hanno espresso il proprio disappunto per tale fatto. Steven Garfinkle ha espresso il pensiero di molti dicendo "Io ci vedo poco è questo mi uccide. Devo arrivare a leggere il numero sulle chips e se sono troppo lontane devo addirittura chiedere." In particolare le chips color pesca da 25'000 e quelle arancioni da 5'000 erano così simili da creare problemi a più di un giocatore.

Alla fine della giornata soli 36 giocatori avevano chips di cui preoccuparsi, mentre Mikkel Madsen ha concluso la serata eliminando uno short stacked Ayaz Mahmood. In un coin-flip da manuale, Madsen ha tenuto con due donne servite eliminando Mahmood con A-K, proprio prima che il gioco venisse sospeso per la giornata. David Tran e Philip Hilm hanno concluso la giornata in cima alla classifica, entrambi vicini ai dieci milioni mentre Robin Bergren era il più short con sole 520'000.

Di seguito riportiamo l'assegnazione dei posti ed il conteggio delle chip per il Day 6, (attualmente in corso) nel quale si determineranno i nove giocatori che martedì si ripresenteranno per il tavolo finale e l'assegnazione del titolo:

(Tavolo 2)

Seat 1: Daniel Alaei 1,995,800

Seat 2: David Tran 10,280,000

Seat 3: Ray Henson 8,250,000

Seat 4: Philip Hilm 9,950,000

Seat 5: Lee Watkinson 3,500,000

Seat 6: Bob Slezak 2,115,000

Seat 7: Jason Welch 2,115,000

Seat 8: Jeff Bryan 2,100,000

Seat 9: Ryan Elson 1,785,000

(Tavolo 3)

Seat 1: Steven Garfinkle 2,115,000

Seat 2: Peter Darvill 2,430,000

Seat 3: Robin Bergren 520,000

Seat 4: Hevad Khan 7,585,000

Seat 5: Allan King 1,000,000

Seat 6: Mikkel Madsen 2,080,000

Seat 7: Roy Winston 1,071,000

Seat 8: Paulo Loureiro 1,645,000

Seat 9: Kevin Kim 610,000

(Tavolo 4)

Seat 1: Jason Koshi 1,175,000

Seat 2: Lee Childs 6,520,000

Seat 3: Jon Kalmar 2,665,000

Seat 4: Stefan Mattsson 3,260,000

Seat 5: Christian Togsverd 2,030,000

Seat 6: Jerry Yang 5,090,000

Seat 7: Kenny Tran 4,955,000

Seat 8: Tuan Lam 3,600,000

Seat 9: Hoa Nguyen 2,205,000

(Tavolo 5)

Seat 1: Ron Kluber 3,070,000

Seat 2: William Spadea 4,575,000

Seat 3: Bill Edler 2,680,000

Seat 4: John Armbrust 2,600,000

Seat 5: Scott Freeman 7,360,000

Seat 6: Kevin Farry 7,400,000

Seat 7: Scotty Nguyen 1,960,000

Seat 8: Alex Kravchenko 1,555,000

Seat 9: Raymond Rahme 3,100,000

Il chip count ufficiale per i primi dieci è il seguente:

David Tran — 10,280,000

Philip Hilm — 9,950,000

Ray Henson — 8,250,000

Hevad Khan — 7,585,000

Kevin Farry — 7,400,000

Scott Freeman — 7,360,000

Lee Childs — 6,520,000

Jerry Yang — 5,090,000

Kenny Tran — 4,955,000

William Spadea — 4,575,000

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli