Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Brett Parise Vince l'APPT Manila Main Event

Brett Parise Vince l'APPT Manila Main Event 0001

Per il ventiduenne Brett Parise, il giro sulle montagne russe dell'APPT championship è iniziato ancor prima che partisse da casa. Studente in un college californiano, Brett ha ricevuto il proprio passaporto due sole ore prima di imbarcarsi sull'aereo che l'avrebbe portato alle Filippine per giocare il APPT Manila Main Event al quale aveva ottenuto accesso per mezzo di un freeroll di PokerStars. Dopo tre giorni di gioco ed un testa a testa da quasi tre ore, il giovane americano si è imposto ad un tavolo finale davvero globale vincendo il trofeo del PokerStars Asia Pacific Poker Tour ed i $179'775 del primo premio.

Tra i nove finalisti che si sono presentati al Day 3 per contendersi il titolo di campione dell'APPT Manila Main Event è presto emerso una caratteristica che li accomunava: l'inesperienza. Due dei giocatori del tavolo finale non avevano mai giocato in un torneo live in precedenza, e alcuni altri non avevano mai preso parte a tornei di queste dimensioni. Van Marcus, che era partito al Day 3 come chip leader, rappresentava la sola notevole eccezione a questa regola, potendo vantare un tavolo finale alle WSOP 2007 nel Pot Limit Omaha e due tavoli finali all'Aussie Millions di quest'anno.

Il chip count alla partenza del tavolo finale era il seguente:

Van Marcus – 738'000

Roger Spets – 413'000

Derick Hernandez – 287'000

Nicholas Bamman – 240'000

Bas van Liere – 207'000

Maor Feldinger – 199'000

Ira Blumenthal – 184'000

Brett Parise – 173'000

Kazuhiro Sato – 109'000

Il più short-stack, Sato, non ha perso tempo mettendo subito tutte le proprie chips sul piatto riuscendo ad evitare di essere il primo eliminato e cedendo il poco ambito titolo ad Hernandez che, eliminato al nono posto, si è comunque guadagnato $11'386.

Il gioco aggressivo di Sato lo ha portato presto al raddoppio ma quando gli sono stati serviti {a-Clubs}{10-Spades} si è fatto coinvolgere in una mano contro Feldinger che gli è poi risultata fatale. La coppia di dieci di Sato non ha infatti retto contro il {j-Clubs}{j-Diamonds} dell'avversario che vinceva il piatto lasciandogli ben poche chips per continuare. Sato è infatti stato eliminato alla mano successiva chiudendo ottavo per $14'981. Lo ha seguito a breve distanza Bas van quando il suo {a-Spades}{10-Spades} è incappato in Maor Feldinger con {k-Spades}{k-Clubs}. Nessun asso per il danese che esce settimo per $20'974.

Il gioco ha poi subito un forte rallentamento dopo i primi livelli. Poco prima della cena Roger Spets è stato eliminato sesto per $26'966 – non male per il suo primo live. Allo stesso tempo Ira Blumenthal guadagnava la chip lead, quando gli stack erano questi:

Posto 2: Nicholas Bamman – 464'000

Posto 4: Brett Parise – 372'000

Posto 5: Ira Blumenthal – 694'000

Posto 6: Maor Feldinger – 525'000

Posto 9: Van Marcus – 496'000

Il primo eliminato dopo cena è stato Feldinger che dal bottone con {j-Diamonds}{9-Diamonds} e andato all in pre-flop. Sul tavolo {q-Spades}{8-Clubs}{5-Clubs}{2-Spades}{7-Diamonds} e Nicholas Bamman vince il piatto con {a-Spades}{7-Clubs} mandando a casa Feldinger con $35'955.

Van Marcus che era partito come chip leader al Day 3 aveva perso molto all'inizio e non era più stato in grado di recuperare uscendo poi poco Feldinger. Il quarto posto e comunque valso a Marcus $44'944.

Nicholas Bamman terzo con $62'921 e parte il testa a testa. Svida molto calma e con pochi brividi che dopo quasi tre ore di partita a due ha assegnato la vittoria a Parise che ha anche incassato $179'775. Blumenthal ha ricevuto $113'858 per il secondo posto.

Ndr: Scarica PokerStars e qualificati subito per i maggiori tornei di tutto il mondo. Noi ti facciamo paertire alla grande con 100% di bonus sino a $50 E bonus speciale di PokerNews da $25. Tutto per un bonus del 150% su $50 di deposito.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli