Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Julien Nuijten Vince il LAPT Rio

Julien Nuijten Vince il LAPT Rio 0001

Da chip leader del tavolo finale a Campione dell'evento: l'olandese Julien Nuijten ha scandito il passo nell'ultima giornata di gara del PokerStars.com Latin American Poker Tour giocatosi a Rio de Janiero in Brasile.

I chip counts all'inizio del tavolo finale erano i seguenti:

Julien Nuijten - Olanda 970,000

Vitaly Kovyazin - USA 380,000

Alex Brenes - Costa Rica 324,000

Nikolai Senninger - Germania 318,000

Juan C. Burguillos - Venezuela 297,000

Rafael Pardo - Colombia 278,000

Eduardo Henriques - Brasile 275,000

Oliver Kugler - Germania 176,000

Severin Walser - Svizzera 175,000

Il primo eliminato di giornata è stato lo svizzero, e già short in partenza, Severin Walser. Severin è andato all-in con {a-Clubs}{j-Clubs} ma si è trovato contro i pocket Aces di Rafael Pardo che ha posto fine al suo torneo. Sorte opposta è toccata poco dopo a Vitaly Kovyazin che giocando con una coppia di assi servitagli in mano ha raddoppiato su Nuijten che lo ha pagato con una coppia di Queen.

Dopo aver perso buona parte del proprio stack in alcune mani chiave ad inizio gara, Juan Carlos Burguillos, ha deciso di andare all-in con ciò che gli restava quando si è trovato in mano{q-Diamonds}{8-Diamonds}. Sfortunatamente per lui Oliver Kugler ha deciso di vedere la puntata rivelando {a-Hearts}{9-Hearts}: quanto bastava per eliminare Burguillos dopo una board ininfluente.

Nonostante il precoce recupero con la coppia di assi, Pardo si è presto trovato nei guai venendo infine eliminato da Julien Nuijten. Lo ha seguito a breve distanza il tedesco Oliver Kugler eliminato per mano del nuovo chip leader Vitaly Kovyazin. Terzo della serie di rapide eliminazioni è stato il brasiliano Eduardo Henriques che ha rilanciato ulteriormente un rilancio Julien trovandosi all-in. Il suo {7-Clubs}{8-Spades} non ha potuto nulla contro Julien che giocava con {a-Hearts}{5-Clubs}.

Il solo giocatore noto al tavolo finale, Alex Brenes, è stato il successivo eliminato. Il fratello del membro del Team PokerStars Humberto Brenes ha aperto per 80'000 con AQ e Nikolai Senninger lo ha rilanciato per altri 450'000. Brenes ha deciso per il call e Senninger ha rivelato una coppia di dieci. Questa ha retto contro l'AQ di Brenes lasciandogli sole 7'000 chips. Alex è stato eliminato poco dopo portandosi a casa $62'800 per il quarto posto.

Rimasti in tre i chip counts davano questa situazione:

Vitaly Kovyazin - 1,400,000 in chips

Julien Nuijten - 1,000,000

Nikolai Senninger - 700,000

Circa 30 minuti dopo, Senninger veniva eliminato trovandosi con {j-Clubs}{j-Spades} contro il {k-Diamonds}{k-Hearts}di Nuijten. Partiva così l'heads-up con Kovyazin in leggero vantaggio con 1'740'000 chips contro il 1'400'000 di Nuijten.

Il testa a testa si è dimostrato una gara selvaggia con entrambi i giocatori in grado di guadagnarsi in fasi alterne il comando della gara e con Kovyazin graziato dal river in almeno una occasione. Nuijten è stato senza dubbio il più aggressivo portando a tre le puntate contro Kovyazin in più mani aggiudicandosi numerosi piccoli piatti.

Questa la mano che ha deciso il torneo: Julien ha aperto le puntate rilanciando a 100'000. Vitaly ha chiamato. Al flop sono stati girati {7-Diamonds}{7-Spades}{q-Spades} e Vitaly ha fatto check. Julien ha puntato 100'000 chips ancora una volta subendo però il check-raised di Vitaly che ha portato la puntata a 300'000. Julien ha chiamato. Al turn è stato girato il {2-Spades} e Vitaly ha annunciato l'all-in. Julien ha chiamato immediatamente rivelando {8-Spades}{7-Clubs} per il tris di sette contro il {q-Hearts}{5-Spades} di Vitaly. River ininfluente con {a-Diamonds} ed il campione era deciso.

Il quarantasettenne Vitaly Kovyazin, russo che vive negli USA da 15 anni, ha vinto $117'750 per i secondo posto. Julien Nuijten, diciannovenne olandese, si è portato a casa $ 222'940 dollari e sarà per sempre la risposta alla domanda 'Chi ha vinto il primo evento del LAPT?'

Ci vediamo in Costa Rica per il prossimo evento del LAPT

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli