Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PaddyPower.com Irish Poker Open, Tavolo Finale: Johansson Rimonta e Vince

PaddyPower.com Irish Poker Open, Tavolo Finale: Johansson Rimonta e Vince 0001

Dopo tre lunghi giorni di torneo si è concluso il PaddyPower.com Irish Poker Open con un rapido tavolo finale al quale Andrew Pantling si è presentato con un enorme vantaggio. Questo non è però bastato a permettergli di andare oltre al terzo posto finale. Sorte analoga ha condiviso la presentatrice dell'EPT Live Kara Scott che, arrivata vicinissima al primo titolo in un grande torneo, ha dovuto arrendersi al bravo Christer Johansson nel testa a testa finale.

Andy Bradshaw è partito subito a gran ritmo chiamando, alla prima mano di gara, l'all-in di Gueorguiev con {a-Diamonds} {q-Diamonds}. Gueorguiev ha scoperto {k-Hearts} {k-Diamonds} e quando il board è stato completato da {10-Spades} {6-Hearts} {4-Hearts} {10-Clubs} {4-Spades}, Bradshaw è stato eliminato. Questa sua breve apparizione al tavolo finale gli è valsa un ottavo posto da €56'000.

La rapida uscita di Bradshaw non è stata un caso ed il ritmo elevato si è mantenuto per tutto il resto del tavolo finale. È infatti stato subito il turno di Bradley Verburg eliminato poche mani dopo al settimo posto (€74,600). Verburg è andato all-in con {a-Diamonds} {2-Diamonds} venendo chiamato dal chip leader Andrew Pantling. Pantling ha realizzato la top pair al {j-Spades} {2-Clubs} {7-Diamonds} del flop ma Verburg aveva trovato qualche out in più realizzando la bottom pair. Il {4-Diamonds} del turn ha aggiunto un progetto di colore alle speranze di Verburg, ma nonostante tutti questi outs il {6-Hearts} del river ha sancito la sua sconfitta.

Atanas Gueorguiev ha fatto un'altra vittima incaricandosi dell'eliminazione di William Kassouf al sesto posto (€100,900). Gueorguiev ha rilanciato preflop con {q-Hearts} {q-Clubs} e Kassouf ha risposto con un rilancio all-in e una coppia di jacks in mano. Gueorguiev ha rapidamente optato per il call ed il board ha rivelato {6-Spades} {10-Hearts} {8-Clubs} {9-Clubs} {a-Diamonds} assegnandogli il piatto. È stato quindi il turno di Lee Brooke-Pearce che, trovatosi short-stacked, ha deciso di giocarsi tutto con {8-Diamonds} {5-Diamonds}. Andrew Pantling ha chiamato con {k-Hearts} {10-Spades} e Brooke-Pearce si trovava a sperare in ben pochi outs quando il {k-Clubs} è stato servito al turn. Nessun aiuto dal river e quinto posto per lui (€130,600).

Con il procedere del torneo la leadership è passata di mano in mano e in vetta alla classifica provvisoria si sono alternati Gueorguiev, Andrew Pantling e Kara Scott. La Scott ha attraversato un periodo di ottima forma circa a metà tavolo finale raggiungendo il culmine con l'eliminazione di Gueorguiev al quarto posto (€163'300). La Scott ha rilanciato preflop con {a-Hearts} {q-Clubs} e Gueorguiev ha giocato un re-raise. La Scott ha risposto mettendo la quarta puntata e Gueorguiev è andato all-in in vantaggio con una coppia di kings. Il {3-Hearts} {5-Clubs} {3-Diamonds} del flop non diceva bene alla Scott e anche l'{8-Hearts} del turn la manteneva in netto svantaggio. L'{a-Diamonds} del river ha però ribaltato la situazione dando la coppia migliore alla Scott permettendole di eliminare Gueorguiev al quarto posto.

Andrew Pantling era stato in vetta alla classifica per gran parte del torneo; il suo stile aggressivo gli aveva permesso di demolire la resistenza avversaria arrivando comodamente al tavolo finale. Qui ha però trovato vita dura ed alla fine è caduto al terzo posto (€205,200) sotto i colpi di Christer Johansson. Dopo svariati rilanci preflop, tutte le chips di Pantling, che giocava con {7-Clubs} {7-Diamonds}, sono finite al centro del tavolo. Johansson ha chiamato con {k-Spades} {q-Spades} ed ha vinto il coin flip solo al river di un board che leggeva {6-Clubs} {8-Hearts} {8-Diamonds} {5-Spades} {q-Hearts}. Johansson arrivava così al testa a testa per il titolo contro Kara Scott.

L'heads-up è durato quasi un'ora prima che Johansson riuscisse ad infliggere il colpo decisivo. Nell'ultima mano del torneo, la Scott ha rilanciato preflop con J-9 e Johansson ha chiamato per poi fare check al {j-Diamonds} {7-Spades} {k-Diamonds} del flop. La Scott ha quindi aperto il giro di puntate; Johansson ha rilanciato e la Scott ha risposto con un all-in comunque coperto dall'avversario. Una volta scoperte le carte, Johansson si è trovato in vantaggio con K-3 per la top pair contro la coppia media della Scott. Il queen del turn non ha cambiato nulla e quando l'{a-Diamonds} è stato servito al river, Kara Scott si è trovata con un, comunque straordinario, secondo posto (€312,600). Christer Johansson ha ricevuto un primo premio da €600,000 per aver vinto il PaddyPower.com Irish Poker Open 2009.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli