Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerStars EPT San Remo, Tavolo Finale: Vince a Sorpresa Constant Rijkenberg

PokerStars EPT San Remo, Tavolo Finale: Vince a Sorpresa Constant Rijkenberg 0001

Dopo cinque giorni di poker e 1'177 eliminazioni, un solo giocatore è rimasto in gara nel PokerStars European Poker Tour San Remo Main Event. Quando tutto è finito, non è stato il dominatore delle quattro giornate precedenti Dragan Galic ad alzare il trofeo di campione, bensì il giovane olandese Constant Rijkenberg che si è sbarazzato di Kalle Niemi in un rapido heads-up vincendo titolo e €1'508'000 di primo premio.

Rijkenberg è partito forte al tavolo finale mietendo la prima vittima già al secondo giro di tavolo. Danilo D'Ettoris aveva rilanciato preflop con {a-Hearts} {q-Diamonds} e Rijkenberg ha rialzato all-in. D'Ettoris ha riflettuto qualche istante prima di chiamare e Rijkenberg ha scoperto il {4-Hearts} {4-Clubs} con il quale dava il via al coin-flip. Nessun aiuto dal board per D'Ettoris quando le carte comuni hanno rivelato {j-Hearts} {7-Diamonds} {3-Hearts} {5-Hearts} {3-Diamonds} e l'italiano ha dovuto accontentarsi di un ottavo posto da €114'000.

Alex Fitzgerald ha perso la maggior parte delle proprie chips contro William Reynolds quando il suo {a-Hearts} {k-Hearts} non è riuscito a rimontare sulla coppia di jacks servita a Reynolds. Trovatosi short, Fitzgerald è andato all-in alla mano immediatamente successiva venendo chiamato sia da Dragan Galic sia da Ovi Balaj. Il flop ha dato {3-Spades}{2-Diamonds}{10-Hearts} e Galic ha puntato per il side pot con {j-Spades}{10-Spades} avendo realizzato la top pair. Balaj ha passato e Fitzgerald ha potuto rivelare il proprio {k-Clubs}{9-Diamonds}. La coppia di Galic ha retto anche dopo il {q-Clubs} del turn e l'{a-Hearts} del river e Fitzgerald ha ricevuto €171'000 per il suo settimo posto.

Solo poche mani più tardi Ovi Balaj è andato all-in preflop con {9-Diamonds}{9-Spades} e William Reynolds è andato all-in rilanciando a sua volta con {6-Spades}{6-Hearts}. Tutti gli altri giocatori si sono fatti da parte e Balaj arrivava in grande vantaggio a vedere il flop. La prima carta comune scoperta è stata però il {6-Spades} che dava il set a Reynolds lasciando ben pochi outs a Balaj. Il board finale leggeva {6-Diamonds}{2-Spades}{3-Hearts}{a-Spades}{4-Diamonds} e Balaj veniva così eliminato al sesto posto (€229'000).

Dragan Galic è stato il bulldozer delle prime quattro giornate di gara del Main Event concludendo puntualmente le serate come chipleader. Sembra però che al tavolo finale non sia mai riuscito a trovare il passo giusto finendo col farsi eliminare al quinto posto (€314'000) da colui che si sarebbe poi rivelato il campione: Constant Rijkenberg. Rijkenberg ha rilanciato preflop da under the gun e Galic è andato all-in rialzando ulteriormente. Rijkenberg ha chiamato con {a-Hearts}{q-Clubs} e Galic si trovava a sperare con {9-Hearts}{9-Diamonds}. Rijkenberg ha subito floppato il punto nut quando il flop ha dato {10-Spades}{k-Clubs}{j-Diamonds}. Le poche speranze di Galic si sono infrante al {3-Hearts} del turn. Dopo quattro giorni di dominio, Galic si è limitato ad un quinto posto finale.

Molto tempo è passato dall'eliminazione di Galic a quella di William Reynolds al quarto posto. Reynolds ha infine deciso di giocarsi tutto con {k-Diamonds}{j-Diamonds} e Constant Rijkenberg ha optato per il call con {a-Hearts}{7-Diamonds}. Tutta la suspense si è conclusa con il {9-Clubs}{a-Spades}{5-Spades} del flop e quando il turn ha dato {9-Diamonds}, a Reynolds non restava alcuna speranza di salvezza. Il river ha dato un inutile {6-Spades} spedendo l'americano alla cassa per riscuotere i €377'000 di premio per questa settimana di lavoro.

Sole tre mani più tardi si è potuto assistere alla successiva eliminazione. I tre giocatori ancora in gara si sono presi una breve pausa per provare a discutere un possibile accordo poi, appena ripreso il gioco, si sono subito dati battaglia. Kalle Niemi ha aperto con un rilancio, Gustav Sundell ha rialzato all-in e Niemi ha chiamato senza esitazioni. Sundell giocava con {a-Hearts}{6-Hearts} in pericoloso svantaggio rispetto a Niemi che con {a-Diamonds}{j-Spades} sfruttava un kicker decisamente migliore. Il board ha dato {5-Hearts}{8-Diamonds}{k-Spades}{3-Diamonds}{2-Clubs} ed il piatto è finito a Niemi che ha così eliminato Sundell al terzo posto (€480'000).

Dopo una breve pausa per predisporre tutto per il testa a testa finale, il duello è iniziato veloce ed intenso. A Constant Rijkenberg sono bastate cinque mani per aggiudicarsi la vittoria eliminando Kalle Niemi al secondo posto (€862'000). Rijkenberg ha rilanciato preflop chiamando poi istantaneamente il re-raise di Niemi. Questi ha sfoderato una grossa puntata al {3-Spades}{5-Spades}{10-Hearts} del flop e Rijkenberg ha nuovamente chiamato senza esitazioni. Il turn ha dato {5-Hearts} inducendo Niemi all'all-in. Rijkenberg ha chiamato scoprendo poi {a-Hearts}{a-Spades} per l'overpair. Niemi con {a-Diamonds}{10-Diamonds} poteva solo sperare in un miracoloso dieci al river. Quando però il {4-Hearts} è stato servito come ultima carta comune, è stato Constant Rijkenberg a poter esultare per il titolo di campione appena ottenuto assieme ad un primo premio da €1'508'000.

Ndr: Scarica PokerStars.it da PokerNews e riceverai un bonus del 100% fino a $400!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli