Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerStars Migliora il Proprio Record a Scapito di Full Tilt

log pokerstars

I due siti di poker più grandi del pianeta hanno ingaggiato un’aspra battaglia lo scorso fine settimana. PokerStars è Full Tilt Poker si sono confrontate per cercare risposta all’annosa questione “chi è il numero uno?” con il tentativo di far segnare nuovi record di afflusso in un torneo. Il record conteso è stato quello per il più grande torneo di poker online della storia che era ancora detenuto da PokerStars ed era stato realizzato quando ad un evento da $11 di buy-in si sono iscritti oltre 35’000 giocatori. La scorsa settimana, Full Tilt Poker ha annunciato la propria intenzione di infrangere quel record con uno speciale ed enorme torneo parte della promozione “FIVE” con la quale si celebra il quinto anno di attività del sito. L’evento di Full Tilt, chiamato The Record Breaker, è stato giocato domenica 19 luglio con buy-in fissato a $5, un generoso contributo in denaro da parte del sito e un limite d’iscritti fissato a 50’000.

Pochi giorni più tardi, PokerStars ha deciso di provare a mantenere intatto il proprio record mettendo in programma un proprio mega-torneo esattamente un’ora prima di quello programmato da Full Tilt. Il torneo di PokerStars, chiamato Guinness World Record, prevedeva un buy-in nettamente inferiore a quello avversario - solo $1. Inizialmente il torneo di PokerStars non prevedeva un massimo di iscritti anche se poi questo limite è stato fissato a 65’000.

Quando si è saputo che Full Tilt non avrebbe innalzato il proprio limite di 50’000, la battaglia è sembrata decisa prima ancora dell’inizio. Entrambi i tornei hanno fatto il tutto esaurito piuttosto rapidamente polverizzando il precedente record. È stata però ancora una volta PokerStars, detentrice del vecchio record, a stabilire il nuovo primato mondiale che è ora di 65’000 giocatori online — quasi il doppio rispetto al precedente.

Come, però, spesso accade nella competizione tra aziende sono stati i consumatori i veri vincitori. Domenica, i giocatori si sono visti servire due ricchissime occasioni per vincere grosse fette di montepremi stratosferici in tornei che avevano costi d’ingresso praticamente nulli. Il torneo di Full Tilt prevedeva infatti la possibilità di pagare l’ingresso usando i frequent player points. Oltre a questo, entrambi i siti avevano reso disponibili numerosi satelliti con costi ancora più bassi. La cosa migliore per i giocatori è stata però la decisione di entrambi i siti di raddoppiare i montepremi aggiungendo la differenza di tasca propria. Full Tilt ha aggiunto $250’000 al montepremi del $250’000 guaranteed per un montepremi totale da $500’000, mentre PokerStars ha contribuito per $65’000 al proprio $65’000 guarantee per un montepremi totale da $130’000.

Il vincitore dell’evento di PokerStars, ‘004 license,’ ha portato a casa un premio da $13’000 per un investimento da $1, oltre naturalmente all’orgoglio di aver fatto meglio di altri 64’999 avversari nel più grande torneo della storia. Il campione di Full Tilt Poker, ‘breo40,’ ha guadagnato la straordinaria cifra di $45’000 in cambio di un buy-in da $5. Dato che la rivalità tra i due gruppi non sembra dare segni di rallentamento noi giocatori non dobbiamo fare altro che aspettare la prossima sfida a suon di offerte impareggiabili.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli