Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Tom “Durrrr” Dwan Million Dollar Challenge Londra: Vince Marcello “Luckexpress” Marigliano

tom dwan

Fresco della nuova sponsorizzazione da parte di Full Tilt, Tom “Durrrr” Dwan ha accettato nei giorni scorsi la sfida propostagli dal suo amico ed avversario Ilari “Ziigmund” Sahamies estesa poi anche ad altri giocatori che solitamente si affrontano ai tavoli high stakes di Full Tilt.

Organizzata dalla Matchroom Sports dal 17 al 19 novembre presso il Casino’ Les Ambassadeurs di Londra era suddivisa in una serie di tre eventi ripresi televisivamente da Sky Sports. Il regolamento prevedeva partite heads-up dal vivo della durata di 500 mani o 12 ore di gioco nelle specialità No limit Hold-em o Pot Limit Omaha con bui 500-1000$ e stack di partenza 250,000$.

Dwan e gli sfidanti dovevano mettere a disposizione un capitale minimo di 500,000$ con possibilità di rebuy durante il gioco e nessuno dei giocatori poteva abbandonare il tavolo fino a quando avesse terminato il suo stack, giocato le mani o raggiunte le ore previste.

Ad accettare la sfida sono stati il professionista finlandese Ilari “Ziigmund” Sahamies, l’uomo d’affari inglese Sammy “Anytwo” George ed il nostro connazionale Marcello “Luckexpress” Marigliano, professionista delle scommesse sportive, già protagonista al primo evento High Stakes italiano di Venezia del mese scorso.

Tutti speravano nella presenza, peraltro mai confermata, anche del fantomatico “Isildur1”, giocatore online svedese salito alla ribalta nelle ultime settimane per aver dato filo da torcere a Tom in lunghe battaglie che sono già nella storia dei tavoli High Stakes di Full Tilt. Lo svedese, la cui vera identità rimane tuttora sconosciuta, ha vinto a Dwan più di due milioni di dollari meritandosi l’invito ufficiale a questa sfida dal vivo.

A sedersi al tavolo come primo sfidante di “Durrrr” è stato proprio il nostro “Luckexpress” Marcello Marigliano. Dopo 11 ore di battaglia suddivise in 400 mani di NL Holdem e 100 di PL Omaha, il conteggio degli stack vedeva l’italiano in vantaggio di 22,500$ che sancivano la vittoria di Marcello in un confronto a viso aperto che ha visto i due giocatori darsi battaglia senza tregua con un appassionante saliscendi dei rispettivi stack. Sebbene Dwan abbia vinto il maggior numero di piatti, l’italiano è riuscito ad aggiudicarsi quelli più consistenti assicurandosi la vittoria di misura.

Davvero uno scarto minimo se si pensa all’aggressività con la quale i due si sono affrontati: “E’ un miracolo che nessuno di noi abbia perso tutto visto il ritmo di gioco e le oscillazioni repentine di stack che abbiamo avuto” afferma Dwan che durante l’incontro ha provato ad essere in svantaggio di 150 mila e poi in vantaggio di oltre 200 mila dollari su Luckexpress.

Un Marigliano visibilmente soddisfatto dichiara ai media “Ho dovuto giocare molto accorto in quanto Tom rilanciava spesso preflop. Ma grazie ad alcune giocate d’istinto ed un paio di bluff importanti andati a buon fine sono riuscito, anche se di poco, ad avere la meglio. Ho la sensazione che Tom sia un giocatore molto più forte ed esperto di me e mi abbia dominato, soprattutto nella specialità PL Omaha che era la prima volta che giocavo dal vivo e mi è parsa molto diversa dall’online. Ma sono soddisfatto di esser riuscito a tenergli testa e molto contento di aver partecipato a questa sfida. Ringrazio gli amici che hanno partecipato al rischio consentendomi di provare questa esperienza fantastica ed i tifosi che mi hanno seguito e sostenuto con calore”.

Non possiamo che complimentarci con Marcello sa per l’ottimo risultato conseguito sia per la compostezza da perfetto gentleman che lo contraddistingue ai tavoli e ne fa un giocatore di esemplare sportività e correttezza.

Il secondo scontro ha visto “Durrrr” avere la meglio su “Ziigmund” chiudendo con un vantaggio di 68,000 dollari. L’americano non al meglio della forma e verso la fine visibilmente e provato, è praticamente stato sotto per tutta la durata della sfida fino a quasi 200,000$, ma un bel piatto vinto a PL Omaha proprio sul filo di lana gli ha consentito di capovolgere a suo favore l’esito dell’incontro.

Ancora meglio per Dwan è andato il terzo heads-up contro Sammy “Anytwo” George: già dopo due ore l’americano era sopra di 250,000 dollari grazie soprattutto ad un megapiatto all in preflop con coppia d’assi per “Durrrr” e Asso-Re per “Anytwo”. La sfida si chiude dopo poco più di dieci ore di gioco con il professionista americano che vince ben tre buy-in (750,000$) al businessman inglese dimostrando che, malgrado le recenti battute d’arresto ai tavoli high-stakes online, rimane uno dei migliori giocatori cash in circolazione.

E per farvi comprendere che “macchina” da poker sia Tom Dwan, vi basti pensare durante le estenuanti 36 ore di poker dal vivo di questi tre giorni non ha rinunciato, durante le pause cena, a fare qualche partita su Full Tilt o a poker cinese contro Sahamies!

Non vediamo l’ora di goderci in TV queste entusiasmanti partite tra “pesi massimi” del poker mondiale.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli