Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Gilles Augustus Vince lo UKIPT Coventry

Gilles Augustus

La più recente tappa del sempre più popolare Pokerstars UK and Ireland Poker Tour si è conclusa lo scorso fine settimana quando solo uno dei 368 partecipanti è rimasto con tutte le chips in gioco aggiudicandosi il primo premio da £46’000 in questo terzo evento della stagione.

Tra i volti famosi che hanno fatto la loro comparsa in sala si elencano la recente finalista del GUKPT London Vicky Coren, il sempre cool Mark Goodwin ed il campione dell’EPT Deauville Jake Cody. Nessuno di loro è però riuscito a farsi strada in questo difficile field. Così, dopo tre giorni di bluffs e bad beats è stato Daniel Carter ad arrivare al tavolo finale con lo stack più ricco: 1.4 milioni di chips ed un netto vantaggio su tutti gli altri. Sembrava pertanto che Carter potesse avere vita facile nella corsa al titolo con tutti gli short stacks preoccupati solo di poter salire la classifica dei premi.

Non è però stato così dato che le 3-bets sono state più volte affrontate da 4-bets provenienti da ogni parte con tutti i giocatori intenzionati ad imporre il proprio gioco. E infatti proprio alla prima mano di tavolo finale, lo short stack Ben Crellin è andato all-in con {a-Spades}-{9-Clubs} trovandosi contro l’{a-Clubs}- {q-Hearts} del veterano dei tornei Joe Grech. Il board ha dato un misero {5-Diamonds}{3-Diamonds}{4-Diamonds}{6-Diamonds}{k-Clubs} e Crellin non ha potuto fare altro che alzarsi per andare a riscuotere il suo premio da £2500.

Come se non bastasse il ritmo infernale imposto dall’inizio è divenuto quasi comico quando Paul Rigg ha deciso di giocare quello che è sembrato un call all-in da suicidio con {7-Clubs}{2-Spades}. Contro di lui giocava il grosso stack Dave Jones ma gli dei del poker devono essersi fatti impressionare dam coraggio di Rigg che hanno deciso di regalargli una scala al river per battere i “Big Slick” di Jones. Rigg ha sfruttato questa iniezione di chips per scalare un po’ la classifica e chiudere infine al 5° posto.

Dopo l’eliminazione di Andrew Booth al nono posto è stato Ben Dobson a pagare dazio al momento positivo di Rigg quando ha deciso di giocare un re-raise all-in dallo small blind. Il suo {a-Diamonds}{10-Hearts} era in buona posizione contro la coppia di nove servita a Rigg ma un ininfluente board con {6-Spades} {5-Hearts} {k-Spades} {k-Clubs} {8-Hearts} gli ha assegnato un ottavo posto da £5000. Sono passate anche le eliminazioni di Chris Brice e del lituano Marius Lietuvnikas prima che Rigg stesso fosse costretto a mettere a repentaglio la propria permanenza in gara. Ancora una volta Rigg si è trovato all-in con una coppia di nove ma questa volta scoprendosi un passo dietro quella di dieci con la quale giocava Gilles Augustus. Un ininfluente board gli ha assegnato un premio da £10K.

Dopo essere arrivato al tavolo finale da chip leader e netto favorito, è stato Daniel Carter ad essere eliminato da Joe Grech. Dopo alcuni brutti colpi è stato costretto ad andare all-in con {k-Spades}-{6-Spades} scoprendosi in buona posizione contro l’{a-Clubs}-{9-Hearts} di Grech soprattutto dopo il 7s, 3s, 9c del flop. Un {10-Diamonds} al turn ha dato a Carter ancora più outs ma un inutile {6-Hearts} al river lo ha portato all’eliminazione. Per lui un premio da £12’500.

Dopo l’eliminazione di Grech al 3° posto si venivano a trovare in testa a testa il britannico Dave Jones ed il belga Gilles Augustus. Sono bastate 20 mani di small ball poker per arrivare alla mano decisiva: dopo aver assistito al rilancio di Jones dal bottone, Augustus ha rilanciato istantaneamente all-in costringendo Jones a giocare per tutte le sue chips. Jones non ha perso tempo ed ha chiamato con {a-Hearts}-{9-Diamonds} scoprendosi dominato dall’{a-Spades}-{k-Spades} di Augustus. Un king al flop ha posto fine al brivido. Il board finale leggeva {k-Clubs}{4-Spades}{6-Hearts}{9-Clubs}{5-Diamonds} ed il belga si è aggiudicato il suo primo grande torneo dal vivo ricevendo un premio da £46’100 oltre ad un posto da £5000 per l’EPT London.

Questi i payouts per i migliori dieci

1: Gilles Augustus, - £46,000 (PokerStars player)

2: Dave Jones - £29,400

3: Joe Grech - £16,100

4: Dan Carter - £12,700

5: Paul Rigg - £10,200

6: Marius Lietuvnikas - £8,200, (PokerStars player)

7: Chris Brice - £6,600

8: Ben Dobson, - £5,000 (PokerStars qualifier)

9: Andrew Booth - £3,500
10: Ben Crellin, PokerStars qualifier - £2,500

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli