Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Texas Hold'em Poker: la Guida Definitiva

Guida Completa al Texas Hold'em

Il poker è uno dei passatempi più popolari al mondo. Questo gioco, che fa parte della grande famiglia dei giochi di carte, si pensa abbia avuto origine a New Orleans, Louisiana, addirittura nel lontano 1829.

Joseph Cowell, un attore inglese, nelle sue memorie scrive di un gioco in cui si usava un mazzo da 20 carte: i giocatori dovevano scommettere su quale mano avesse il valore più alto. Da allora sono state create diverse varianti di poker, ma di tutte le varie forme il poker Texas Hold'em è senza dubbio la più popolare.

Nonostante la fama del Texas Holdem poker, si conosce davvero poco delle sue origini, anche se secondo la Texas State Legislature, Robstown nel Texas (da qui il nome) sarebbe la città che ha dato i natali al poker Texas Hold'em: da quelle parti ci si gioca addirittura dagli inizi del 1900.

Doyle Brunson
Il leggendario Doyle Brunson

Il poker Texas Holdem si è diffuso un po' ovunque dal suo luogo di nascita, arrivando fino alla Mecca del Gioco d'Azzardo, Las Vegas, nel 1967 grazie a un gruppo di giocatori di carte texani, tra i quali i leggendari Amarillo Slim, Doyle Brunson e Crandell Addington - quest'ultimo, secondo molti, il vero responsabile dell'introduzione di questo gioco nel 1959.

Nel 1970, Benny e Jack Binion acquisirono i diritti della Gambling Fraternity Convention rinominandola World Series of Poker e, nel processo, decisero di aggiungere un torneo di Texas Hold'em alla lista degli eventi in programma.

Nel 1970, Benny e Jack Binion acquisirono i diritti della Gambling Fraternity Convention rinominandola World Series of Poker e, nel processo, decisero di aggiungere un torneo di Texas Hold'em alla lista degli eventi in programma. L'anno successivo, questa variante fu scelta come Main Event delle WSOP e da quel momento il poker Texas Holdem diventò il gioco per eccellenza dei campionati mondiali di poker.

Chris Moneymaker
Chris Moneymaker

Il poker, Texas Hold'em in particolare, ha goduto di un'esplosione di popolarità negli anni 2000, grazie in parte ad Internet, alla tv e all'invenzione della "hole card cam", che ha permesso agli spettatori a casa di vedere le carte private dei giocatori. Nel 2003, il Texas hold'em divenne la variante di poker preferita dalla massa dopo che Chris Moneymaker riuscì a trasformare un satellite online da 38 dollari in una fortuna da 2,5 milioni, vincendo il Main Event delle World Series of Poker. Moneymaker, che di professione faceva il ragioniere, fu preso come ispirazione: era la storia di un normalissimo impiegato che era riuscito a battere i migliori professionisti sul loro terreno di caccia.

Perché il Texas Hold'em Poker è Così Popolare?

Uno dei motivi per i quali il Texas hold'em poker è così popolare - a parte il cosiddetto "effetto Moneymaker" - è che si tratta di un gioco al tempo stesso molto semplice e altrettanto complesso. Mike Sexton, uno dei giocatori più rispettati dell'industria, una volta disse che di tutte le varianti di poker, nel Texas Holdem ci vogliono cinque minuti per imparare ma una vita intera per padroneggiare il gioco.

Mike Sexton
Mike Sexton, uno dei maestri del Texas Hold'em poker

Il gioco si svolge di solito da un minimo di 2 a un massimo di 9 giocatori, ciascuno dei quali riceve due carte (hole card) private. Il dealer poi posizionerà sul tavolo fino a 5 carte comuni e scoperte: prima tre insieme (il "flop"), poi una quarta singola (il "turn") e infine una quinta carta (il "river"). Prima del flop, al flop, al turn e al river si svolge un giro di puntate: si vince o mostrando la mano migliore quando le carte private dei giocatori vengono mostrate (lo "showdown") oppure costringendo tutti gli avversari a foldare rappresentando una mano più forte della loro.

Anche se il risultato di ciascuna mano deve molto alla sorte, i migliori giocatori di Texas Hold'em sono in grado di prendere decisioni matematicamente e psicologicamente corrette, cosa che nel lungo periodo massimizza il valore atteso su ogni giro di puntata, aumentando quindi le vincite a lungo termine.

Ci vogliono cinque minuti per imparare il Texas hold'em, ma una vita intera per padroneggiarlo - Mike Sexton

Le Diverse Varianti Del Texas Holdem Poker

Quando il Texas Hold'em è stato introdotto per la prima volta al pubblico di massa, si giocava principalmente con una struttura di puntate fisse: i giocatori potevano effettuare puntate seguendo una struttura predeterminata. Gradualmente, la struttura di puntata è cambiata come la conosciamo oggi: nel No Limit Hold'em è possibile puntare quanto si vuole, anche tutto il proprio stack. Una terza variante di questo poker è il pot limit hold'em, molto popolare ai tempi nel Regno Unito e in Irlanda, che permetteva ai giocatori di puntare fino a un massimo dettato dalla dimensione attuale del piatto.

I format più diffusi di Texas holdem sono i ring game (ovvero cash game) dove i giocatori cambiano il denaro in chip, i tornei sit&go (SNG) dove i giocatori partecipano ad un torneo che inizia quando si raggiunge un numero di iscritti predeterminato, e i tornei multitavolo (MTT) che sono simili ai sit&go, ma iniziano in base ad un orario e non ad un numero di iscritti.

Nei tornei di Texa Hold'em, i giocatori ricevono tutti lo stesso stack di chip: quando lo esauriscono sono eliminati dall'evento. Il giocatore è quel giocatore che arriva a possedere tutte le chip inizialmente messe in gioco.

Quali Sono le Migliori Mani Nel Texas Hold'em Poker?

Assi
La coppia d'assi è una delle mani più forti nel poker Texas Hold'em

Come in tutte le varianti, anche nel poker Texas Holdem ci sono mani più forti di altre. Per stabilire il vincitore, i giocatori possono usare una o entrambe le proprie carte private, in combinazione con le carte comuni, creando così la miglior mano di poker a 5 carte possibile.

Di norma gli assi sono le carte più alte, anche se possono anche essere usate per completare una scala che va dall'asso al cinque.

Ecco la lista delle mani possibili, dalla più debole alla più forte:

  • Carta alta: Questa è la mano più debole possibile, perché non contiene neppure una coppia. Esempio: {A-Spades}{10-Spades}{7-Diamonds}{6-Hearts}{3-Clubs} – asso-carta alta
  • Coppia: Una singola coppia di carte dello stesso valore — {A-Spades}{A-Clubs}{J-Hearts}{6-Spades}{2-Diamonds} – coppia d'assi
  • Doppia coppia: Due coppie di carte dello stesso valore — {A-Spades}{A-Clubs}{J-Hearts}{J-Diamonds}{3-Clubs} – doppia coppia di assi e jack
  • Tris: Tre carte dello stesso valore — {A-Spades}{A-Clubs}{A-Diamonds}{6-Clubs}{3-Diamonds} – tris d'assi
  • Scala: Cinque carte consecutive con almeno una di seme diverso — {8-Clubs}{7-Spades}{6-Hearts}{5-Diamonds}{4-Clubs} – scala all'8
  • Colore: Cinque carte non consecutive dello stesso seme — {A-Spades}{K-Spades}{8-Spades}{5-Spades}{3-Spades} – colore all'asso
  • Full house: Un tris e una coppia — {A-Spades}{A-Clubs}{A-Diamonds}{K-Diamonds}{K-Clubs} – full di assi e re
  • Four-of-a-kind (poker): Tutte e quattro le carte dello stesso valore — {A-Spades}{A-Clubs}{A-Diamonds}{A-Hearts}{3-Hearts} – four-of-a-kind (o poker) d'assi
  • Scala colore: Cinque carte consecutive dello stesso seme — {A-Spades}{K-Spades}{Q-Spades}{J-Spades}{10-Spades} – scala colore all'asso, cioè la scala reale, una mano imbattibile

Anche ciascuna delle mani di partenza nel Texas holdem poker ha un valore diverso. Secondo i calcoli matematici, queste sono le dieci migliori mani di partenza nel texas hold'em:

  • Coppia d'assi
  • Coppia di re
  • Coppia di donne
  • Asso-re
  • Coppia di jack
  • Asso-donna
  • Re-donna
  • Asso-jack
  • Re-jack
  • Asso-dieci

Per un approfondimento sulle meccaniche del gioco, leggi la nostra guida alle regole del Texas Hold'em poker.

Giocare a Poker Online

I primi siti di poker online hanno fatto capolino nel 1998, con l'ormai defunta Planet Poker a fare da capostipite. Il 1 gennaio 1998, Planet Poker organizzò una partita di poker Texas hold'em da $3/$6 dando vita a una nuova industria. Un anno dopo, Paradise Poker aprì i battenti e ancora oggi è una poker room attiva.

Oggi esistono decine di siti di poker online, il più grande dei quali è PokerStars. La poker room numero uno al mondo (leggi la nostra recensione di PokerStars.it) è indiscutibilmente leader anche nel mercato italiano. Tra le sue principali rivali ci sono Titanbet.it (scopri i bonus di Titanbet) e Sisal Poker (scopri di più su Sisal Poker).

Poker online
Si può giocare al poker Texas Holdem anche online

Tutti gli operatori di poker online offrono diversi tipi di poker: Texas Hold'em, Omaha, Stud, Draw, Three Card Poker e tanti altri ancora, cosa che permette agli utenti di giocare alle varianti preferite comodamente da casa propria, ma anche tramite dispositivi mobile.

Texas Holdem: Poker App Disponibili Oggi

Molti siti di poker online permettono agli utenti di giocare a soldi veri (o in modalità "play money") tramite app scaricabili da siti quali iTunes e Google Play. Queste app sono molto simili ai client di poker scaricabili sul proprio pc.

Non tutte le app di Texas Hold'em sono a soldi veri. Ce ne sono diverse, come ad esempio Zynga Poker o Governor of Poker, che permettono di giocare contro un'intelligenza artificiale o anche contro giocatori veri, ma senza rischiare soldi veri.

Quali Sono e Dove si Svolgono i Principali Tornei di Texas Holdem Poker?

I tornei di poker Texas Hold'em sono indiscutibilmente il formato più famoso oggi. Quasi tutti i siti di poker online organizzano tornei con vari tipi di montepremi, ma è l'arena dal vivo - di solito un casinò - che offre le ricompense più prestigiose a livello di fama e soldi.

La serie di tornei più longeva risponde al nome delle già citate World Series of Poker, che si svolgono a Las Vegas sin dal 1970. In Europa, il circuito più datato - ma sempre sulla cresta dell'onda - è quello dello European Poker Tour. Tra gli altri circuiti famosi a livello mondiale segnaliamo anche il World Poker Tour, l'Aussie Millions. In Italia, uno dei primi circuiti di tornei di poker live è stato - ed è tuttora - l'Italian Poker Tour.

Quali Sono i Migliori Libri di Texas Holdem Poker?

Super System
Super System di Doyle Brunson

Sul poker sono stati scritti centinaia di libri di poker, sul Texas Hold'em in particolare. Uno dei primi e più famosi è Super System di Doyle Brunson, scritto con la collaborazione di altri professionisti del poker. Super System è spesso definito la Bibbia del Poker: quando è uscito sul mercato ha sconvolto il panorama del poker, grazie ai suoi preziosi consigli che svelavano i modi di ragionare dei giocatori di poker professionisti.

Un'altra serie di libri sul poker che hanno ottenuto un enorme successo è stata Harrington On Hold'em, un trio di libri scritti dal vincitore del WSOP 1995 Main Event Dan Harrington. La serie di "HOH" offriva - ai tempi dell'uscita - tattiche e concetti mai affrontati prima; giustamente è passata alla storia come una serie di libri che hanno cambiato il modo di interpretare il poker.

Qui potete trovare una lista dei migliori libri di strategia sul poker.

Texas hold’em Poker: Drinking Game

Anche se PokerNews promuove un'assunzione responsabile di alcolici, ci sono alcuni "drinking game" (ovvero giochi alcolici) a base Texas holdem poker che potete provare con i vostri amici. Uno di questi è Drunken Hold'em, in cui i giocatori devono bere un drink se foldano prima del flop, due se foldano dopo il flop, tre se foldano dopo il turn e addirittura quattro se foldano dopo il river. Se perdono la mano, invece, devono bere cinque drink!

Esistono molte altri giochi di poker alcolici, ma sono quasi tutti varianti del Drunken Hold'em. Ricordate, alcol e poker possono sembrare un'accoppiata perfetta, ma bere può influenzare le capacità di giudizio e allentare i freni inibitori, facendovi diventare più propensi al rischio. Per questo motivo, non giocate mai al poker Texas Hold'em a soldi veri se avete bevuto.

Per rimanere sempre aggiornato su tutto quello che accade nel mondo del poker, segui PokerNews Italia su Twitter e diventa fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli