Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Loris Grancini Vince il Main Event di Venezia

Loris Grancini Vince il Main Event di Venezia 0001

Domenica scorsa il casinò di Venezia ha ospitato il tavolo finale della seconda tappa del Campionato Pro 2008. Dopo due giorni di intenso poker giocato sempre ad alto livello, era stato definito, nella tarda nottata di sabato, il tavolo finale dell'evento. Questi i dieci giocatori che all'inizio del terzo giorno di gara erano ancora in corsa per il titolo ed un primo premio da 90'000€:

Posto 1 - Meoni Alessandro: 155'500

Posto 2 - Moro Riccardo: 517'500

Posto 3 - Dell'Aria Ignazio: 136'500

Posto 4 - Grancini Loris: 180'500

Posto 5 - Giovannone Luca: 516'000

Posto 6 - Vasta Carmelo: 628'500

Posto 7 - Salemi Giorgio: 178'500

Posto 8 - Longobardi Alessandro: 169'500

Posto 9 - Trebbi Gianluca: 597'500

Posto 10 - Di Lauro Michele: 344'500

Tra i più short vi è Meoni che no perde tempo e gioca numerosi piatti fin dalle prime mani. In uno di questi trova il primo dei numerosi raddoppi che caratterizzeranno la sua giornata.

Grancino da utg+1 entra sul piatto con un limp così come Longobardi e Trebbi seduti rispettivamente in hijack e cutoff. Meoni dallo small blind chiama e Moro fa check dal big blind. Al flop scendono {k-Diamonds} {2-Hearts} {q-Hearts} e Meoni va all in dicendo "questo è il mio flop". Moro Grancino e Longobardi foldano mentre Trebbi chiede il conteggio. Sono 60.000 da chiamare. Trebbi ci pensa poco e fa call girando {6-Hearts} {7-Hearts} . Meoni mostra {k-Hearts} {j-Hearts}. Turn {6-Clubs}, river {2-Diamonds} e Meoni raddoppia portandosi a circa 170'000 recuperando alcune perdite iniziali.

Ad Ignazio Dell'Aria bastano due mani per farsi eliminare al decimo posto (10'000 € di premio per lui). Nella prima mano Salemi rilancia a 24'000 e Dell'Aria chiama dal big blind.

Flop {9-Diamonds} {4-Diamonds} {5-Hearts} e Dell'Aria va all in venendo chiamato dall'aversario. Dell'Aria gira {6-Spades}{7-Hearts} e Salemi {a-Clubs}{9-Clubs}. Turn e river sono {5-Spades} e {q-Hearts} rispettivamente e Dell'aria rimane con sole 10'000 chips. Nella mano immediatamente successiva Vasta rilancia a 40'000 da early position e Dell'aria chiama dal piccolo buio. Vasta gioca con {a-Hearts}{j-Diamonds} contro il {9-Spades}{9-Hearts} di Dell'Aria. Il board rivela {2-Spades}{4-Diamonds}{k-Hearts}{3-Spades}{a-Spades} e Carmelo Vasta da il colpo di grazia a Dell'Aria che viene eliminato al 10° posto e si porta a casa 10.000€ grazie ad un deal precedentemente approvato.

Al tavolo il più attivo è sempre Meoni che alterna raddoppi a pesanti perdite. Due raddoppi consecutivi lo portano a poco più di 100'000 chips - comunque il più short stack del tavolo. Decisamente più significativo il raddoppio che porta Carmelo Vasta in testa alla classifica provvisoria. Vasta, vincendo un grosso piatto contro Di Lauro sale a 800'000 chips lasciando l'avversario con sole 110'000.

Michele Di Lauro non si riprende dal duro colpo inflittogli e viene eliminato quando decide di andare all in venendo istantaneamente chiamato da Meoni che siede alla sua sinistra.

Tutti gli altri giocatori foldano e Di Lauro con {9-Hearts} {9-Spades} si scopre in pesante svantaggio rispetto a Meoni che gioca con {a-Diamonds} {a-Hearts}. Board {5-Hearts} {7-Diamonds} {a-Spades} {2-Spades} {8-Diamonds} e Di Lauro viene eliminato al 9° posto aggiudicandosi un premio di 11'000 €.

Dopo la pausa cena si riprende con quello che è ora il tavolo televisivo che reclama come prima vittima Luca Giovannone eliminato all'ottavo posto (12.000€). Carmelo Vasta è under the gun e rilancia a 60'000. Tutti foldano fino a Luca Giovannone che dal big blind va all in per 350'000. Vasta fa un insta-call ed i due si sfidano con due pocket pair:

Giovannone ha {q-Hearts} {q-Diamonds} e Vasta {k-Diamonds} {k-Spades}. Nessuna carta influente viene servita sul board e termina qui la serata di Giovannone.

Al settimo posto esce Alessandro Longobardi (14'260€). Tutti foldano fino a Longobardi che va all in per 145'000. Trebbi dallo small blind folda mentre Meoni dal big blind chiama. Entrambi giocano con un asso in mano ma il 10 kicker di Meoni è buono abbastanza da permettergli di vincere il piatto ed eliminare l'avversario.

È Vasta che si incarica dell'eliminazione di Riccardo Moro al sesto posto (18'580€) rilanciando da middle position a 120'000 e chiamando poi l'all-in da 170'000 di Moro che gioca con {k-Diamonds} {8-Hearts}. Vasta lo affronta con {k-Hearts} {j-Hearts} e quando sul board scendono {9-Spades} {7-Hearts} {j-Diamonds} {a-Diamonds} {9-Clubs} anche Riccardo Moro deve lasciare il tavolo.

La buona sorte che fino a questo momento aveva assistito Carmelo Vasta sembra venire meno con il progredire della serata e questi, dopo aver perso parte del proprio stack, viene eliminato al 5° Posto (27'000 €). È lui ad andare subito all in da under the gun per 480'000 e Gianluca Trebbi chiama dal bottone avendo circa il doppio delle chips necessarie per il call. Vasta con {a-Hearts} {9-Hearts} è in svantaggio rispetto a Trebbi che gioca con {a-Clubs} {10-Spades}. Svantaggio confermato dal board che sancisce l'eliminazione di Vasta.

Lo segue a breve distanza Giorgio Salemi eliminato al quarto posto (30'000€). Grancini fa limp dal bottone e Giorgio Salemi dallo small blind va all in per circa 360'000. Trebbi dal big blind folda e Grancini chiama rivelando {k-Spades} {k-Diamonds} che domina il {10-Diamonds} {10-Hearts} di Salemi che viene eliminato.

Al terzo posto chiude Gianluca Trebbi (40'000€). Trebbi dal bottone va all per poco più di 700.000 e Meoni dallo small blind fa un insta-call. Grancini folda e si gioca in testa a testa:

Trebbi: {8-Clubs} {8-Hearts}

Meoni: {k-Spades} {k-Hearts}

Sul board scendono {a-Clubs} {2-Spades} {2-Hearts} {10-Clubs} {9-Spades}. La coppia di K di Meoni tiene e Trebbi viene eliminato al 3° posto aggiudicandosi un premio da 40.000€ .

Proposto e accettato un nuovo deal che darà al primo 70'000€ ed al secondo 57'000€, ha inizio l'heads up con i due contendenti molto vicini in quanto a chips:

Alessandro Meoni: 1.500.000

Loris Grancini: 1.900.000

Alessandro Meoni non riesce però nella rimonta e viene eliminato al secondo posto (57'000€). Nella mano che ha deciso il torneo, Meoni fa limp dallo small blind e Grancini fa check dal big blind. Al flop vengono girati {8-Spades} {10-Diamonds} {2-Hearts}; Meoni fa check; Grancini lo mette all in e Meoni chiama. Allo showdown Grancini rivela {7-Hearts} {8-Diamonds} e Meoni {9-Hearts} {9-Diamonds}. Meoni è avanti con coppia di nove contro quella di otto realizzata da Grancini che trova però nell'{8-Hearts} del turn un provvidenziale tris. Il river è un ininfluente {6-Spades} e Meoni chiude al secondo posto ricevendo un premio da 57'000€.

Loris Grancini Vince il Main Event di Venezia ed un primo premio da 70'000€.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli