Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Amaya, Altri Guai in Vista: in Arrivo Una Class Action

Amaya

Amaya, proprietaria di PokerStars e Full Tilt, torna protagonista della cronaca e non per qualche bella novità, purtroppo: la Rosen Law Firm ha infatti annunciato una class action contro il colosso del gambling canadese.

Rosen Law Firm, uno studio legale specializzato nei diritti degli investitori, vuole un risarcimento d'anni per gli investitori di Amaya, così come stabilito dalle leggi di sicurezza federale. La causa legale sostiene che Amaya abbia divulgato notizie false e tendenziose agli investitori, o che non abbia reso noto che:

  • Il CEO di Amaya era coinvolto in uno schema di insider trading attraverso il quale influenzava il prezzo di mercato di Amaya stesso, comunicando informazioni privilegiate a terze parti.
  • Amaya non ha operato controlli interni adeguati.
  • Come risultato, i comunicati sulle operazioni d'affari di Amaya e sui suoi prospetti erano falsi e tendenziosi e/o mancavano di basi ragionevoli. Quando i veri dettagli sono emersi sul mercato, afferma la causa, gli investitori hanno subito dei danni.

Le notizie su un presunto insider trading da parte del CEO di Amaya David Baazov hanno cominciato a circolare la settimana scorsa, quando si è saputo che l'organismo regolatore del Quebec, l'Autorité des Marchés Financiers, aveva imputato a Baazov cinque capi d'accusa legati all'insider trading, a seguito di alcune indagini lanciate dopo l'acquisizione di PokerStars e Full Tilt, da parte di Amaya, per un prezzo di 4,9 miliardi di dollari.

Baazov ha negato le accuse, affermando in un comunicato: "Queste accuse sono false e intendo contrastarle vigorosamente. Sebbene sia molto deluso della decisione dell'AMF, sono assolutamente fiducioso che tutte le accuse contro di me mi vedranno innocente".

La saga ha subito un altro colpo di scena lo scorso martedì 29 marzo, quando un comunicato stampa di Amaya ha informato i lettori che Baazov si sarebbe momentaneamente fatto da parte, per un periodo di tempo indefinito. In tale comunicato, Amaya ha scritto che questo periodo di stop (pagato) avrebbe permesso a Baazov di "concentrarsi sulla preparazione di un'offerta di acquisizione di Amaya e di evitare distrazioni alla compagnia mentre si difende contro alcune accuse mosse contro di lui dall'AMF".

Simile anche il commento di Baazov: "Come sempre, continuo a impegnarmi per fare la cosa giusta per Amaya e per tutti i suoi investitori. Credo che fare u passo in dietro, per il momento, aiuterà ad evitare distrazioni per la compagnia e per il suo management, mentre io lotterò con forza contro le accuse fatte contro di me e finalizzerò la mia offerta di acquisto della compagnia".

Per rimanere sempre aggiornato su tutto quello che accade nel mondo del poker, segui PokerNews Italia su Twitter e diventa fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli