Su PokerNews.IT puoi giocare solo se hai almeno 18 anni. Il gioco può causare dipendenza. Gioca responsabilmente.

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 18+

WSOP 2023: l'Italia fa 20 nel day 3 del main event, Dario non molla

Dario Sammartino

Da 41 a 20. Ma la situazione ci piace molto.

Il $10.000 Main Event, delle WSOP 2023, ci consegna 20 italiani in corsa verso il day 4, quando mancano un pugnello di eliminazioni allo scoppio della bolla: 1517 left, con 1.507 piazze a premio.

Pierpaolo Lamanna è il migliore dei nostri, con Mario Perati che completa un capolavoro unico: da 49.000 pezzi a 947.000 unità. Insieme a loro staccano il pass anche i vari Sammartino, Sabatini, Di Cesare, Gala, Cigliano, Nolano, Festa. E la lista completa è ancora più lunga.

Vediamo nel dettaglio.

Lamanna è imprendibile, Mario sei Super

Pierpaolo Lamanna ci sta regalando grandi gioie, nel $10.000 Main Event delle WSOP 2023. L'azzurro ancora una volta è l'uomo copertina del count italiano e l'unico che supera la barriera del milione. Imbusta 1.048.000 e non vuol certo fermarsi adesso. Mario Perati è invece il giocatore delle rimonte impossibili.

Per lui 49.000 chips a fine day 2D che non lasciavano presagire niente di buono. Invece, 10 ore e 5 livelli dopo, Super Mario vola come non mai a quota 947.000. Per la serie, non è mai finita. A completare il tridente di testa, nella graduatoria del Bel Paese, spunta la sagoma di Fabrizio Nolano: una crescita netta la sua e che lo porta ad avere 860.000 unità

Dario ci riprova, bene Sabatini

Nel corso della terza giornata, nel $10,000 Main Event abbiamo perso alcuni volti noti come Mustapha Kanit e Max Pescatori. Due eliminazioni pesanti, ma il bilancio resta positivo, grazie alle ottime prestazioni di altri simboli del poker live in salsa italiana. Alessio Sabatini su tutti è in run, come dimostrano 689.000 gettoni messi dentro la sua busta.

Giuseppe Zarbo non fallisce la missione e con 470.000 fiches guarda con fiducia al cammino. Alessio Di Cesare non conosce frenate e si porta a metà del guado con 458.000. Poi è la volta di Dario Sammartino. Il partenopeo ha un conto in sospeso con il campionato del mondo, dopo il secondo posto centrato nel 2019. "MadGenius87" accumula 373.000 gettoni.

Domenico Gala e Dario De Paz ci saranno al day 4: Domenico con 346.000 e Dario con 141.000. Situazioni più complesse per Mattia Festa (99.000), Alberto Cigliano (90.000), Vincenzo Lupoli (71.000) e Andrea Rocci (33.000) che dovranno puntare al double up per avvicinarsi a lidi più tranquilli.

Il count italiano

73 Pierpaolo Lamanna 1,048,000
105 Perati Muhamet 947,000
137 Fabrizio Nolano 860,000
237 Donis Agnelli 690,000
238 Alessio Sabatini 689,000
338 Demetrio Caminita 585,000
397 Diego Daquilio 532,000
429 Daniel Holzner 507,000
451 Dario Delpiano 489,000
479 Giuseppe Zarbo 470,000
457 Alessio Di Cesare 458.000
590 Daniele Grassi 394,000
618 Dario Sammartino 373,000
658 Domenico Gala 346,000
968 Matteo Ferrara 223,000
1205 Dario De Paz 141,000
1336 Mattia Festa 99,000
1363 Alberto Cigliano 90,000
1426 Vincenzo Lupoli 71,000
1499 Andrea Rocci 33,000

Quanti big al day 4

Il $10.000 Main Event accoglie numerosi volti noti verso la quarta giornata. Per un Tom Dwan che molla la presa, altri fenomeni mettono ulteriore pepe nella corsa al titolo di campione. Chance Kornuth ad esempio vola con 1.887.000 e si trova alle spalle di Antonio Mallol Heredia che mette dentro la busta 1.899.000 gettoni.

Nicholas Rigby, per il terzo giorno di fila, è un martello e si attesta ancora nei quartieri nobili con 1.719.000 pezzi. Il 15 volte campione WSOPC, Maurice Hawkins, è ancora on fire e prosegue l’avventura con 1.028,000 unità. Stephen Chidwick, lo precede con 1.106.000, mentre Chris Moneymaker e Patrik Antonius, rispondono rispettivamente con 783.000 e 471.000 unità.

Patrik Antonius
Patrik Antonius

Fra i campioni del mondo, oltre al già citato Moneymaker, spuntano Scott Blumstein (618.000), il due volte iridato Johnny Chan (367.000),Joe Cada (255.000) e Jamie Gold (187.000).

A chiudere la carrellata sui nomi pesanti ancora in gara, ecco Chris Brewer (1.4M),James Carroll (1.1M), Dominik Nitsche (680K), James Obst (536K), Niall Farrell (436K), Bertrand Grospellier (386K), Davidi Kitai (382K), Alec Torelli (338K), Barry Greenstein (245K) e Jason Mercier (90.000).

La top 10 del day 3

1 Antonio Mallol Heredia ES 1,899,000
2 Chance Kornuth Las Vegas, NV, US 1,887,000
3 Liran Betito Nazareth Illit, , IL 1,775,000
4 Pei Li Calgary, AB, CH 1,742,000
5 Nicholas Rigby South Park, PA, US 1,719,000
6 Pavel Dyachenko Aurora, ON, CA 1,706,000
7 Michael Duek Fort Lauderdale, FL, US 1,678,000
8 Nicholas Lee Calgary, AB, CA 1,639,000
9 Mason Vieth Windthorst, TX, US 1,602,000
10 Michael Monroig Johnson City, NY, US 1,552,000

A due passi dai premi

Il $10.000 Main Event, delle WSOP 2023, non raggiunge la zona premi nel corso del day 3. Sono 1.507 le posizioni su cui è spartito il malloppo record di 93.399.900$, frutto di 10.043 ingressi per il nuovo primato. In1.517 hanno concluso la giornata e questo significa che mancano appena 10 eliminazioni allo scoppio della bolla.

Ci attende un avvio di day 4 vietato ai deboli di cuore, con l’ingresso “In the Money” che arriverà nelle primissime battute. Dunque, per gli short ci sarà una partenza da non fallire, mentre i deep proveranno a chiudere subito i giochi. Il cash minimo vale 15.000$, mentre al campione andranno la bellezza12.100.000 dollari. La somma più alta di sempre nel campionato del Mondo.

Name Surname
Matteo Felli

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli