Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Erik Seidel Vince il WPT Foxwoods Poker Classic 2008.

Erik Seidel Vince il WPT Foxwoods Poker Classic 2008. 0001

Erik Seidel, uno dei più temuti giocatori di tornei di poker al mondo e proprietario di una manciata di braccialetti targati WSOP, può finalmente aggiungere un titolo WPT al suo impressionante palmares. Dopo la bellezza di dodici ore di gioco, Erik ha infine vinto la tappa del World Poker Tour ospitata dal Foxwoods Resort Casino di Ladyard, Connecticut.

Seidel si è seduto al tavolo finale da chip leader con 3,200,000 chips contro le 2,300,000 del favorito pro degli high stakes Ted Forrest. Tuttavia è stato proprio Forrest il primo giocatore ad essere eliminato, dopo essersi scontrato con i suoi pocket Jacks contro la coppia d'assi del non professionista Robert Richardson.

Ad uscire poco dopo sono stati Adam Katz e Frank Cieri, i quali hanno guadagnato rispettivamente $151k e $200k, per il loro 5° e 4° posto. In seguito a queste due eliminazioni, il WPT del Foxwoods casino ha intrattenuto la più lunga battaglia a 3 giocatori nella storia del tour..

Le chips sono infatti andate avanti e indietro per più di 6 ore, e sembrava che non si sarebbe MAI giunti all'heads-up finale. La svolta arriva alla mano 227 grazie a Seidel, il quale ad un certo punto rilancia a 280,000 dal bottone subendo un veloce re-raise all-in di 3,6K da parte di Andrew Barta dal big blind - il che ha portato ad una conseguente chiamata altrettanto rapida da parte di Erik. Allo showdown Barta mostra AhQs mentre Seidel intavola una coppia di Jack. Il flop è Jc6s3c e Seidel trova un enorme vantaggio con il set di jacks. Barta ha bisogno solo di una scala runner-runner per sopravvivere. Il turn però è già decisivo in quanto è un 5s (il river ininfluente è un 6h) e Seidel si aggiudica il piatto portando il suo stack a circa 8,4K. Barta verrà eliminato la mano successiva ormai costretto ad andare all-in con i restanti 15,000 giusti a coprire appena l'ante.

Ma da qui, la storia viene nuovamente riscritta...

Il pubblico infatti, dopo aver assistito alla più lunga sessione a 3 giocatori nella storia del World Poker Tour, ha potuto ammirare anche alla più veloce sessione heads-up nella storia del WPT. Mano 229, Erik Seidel è sul bottone e rilancia a 260,000, Richardson chiama. Il flop è AcKh9s, Richardson fa check, Seidel punta 300,000, e Richardson ci pensa per circa un minuto prima di chiamare. Il turn è un 8h, Richardson va all in per 1,275,000, e Seidel chiama con AhJd per la top pair. Richardson mostra 9c7s per la coppia di nove, e ha bisogno di un nove o un sette per sopravvivere e fare double up. Il river invece è un Kd e Erik Seidel vince la mano, e il torneo, conquistando il suo primo titolo WPT per un incasso complessivo di $992,890, inclusa l'entrata da $25,500 nel WPT World Championship a fine mese al Bellagio di Las Vegas.

Ecco la classifica finale dei primi sei con i rispettivi incassi:

1 - Erik Seidel - $992,890

2 - Robert Richardson - $558,792

3 - Andrew Barta - $281,011

4 - Frank Cieri - $200,261

5 - Adam Katz - $151,811

6 - Ted Forrest - $103,360

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli