Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP Europe Event #1, £1,500 NLHE Tavolo Finale: Il Vincitore è Jesper Hougaard

WSOP Europe Event #1, £1,500 NLHE Tavolo Finale: Il Vincitore è Jesper Hougaard 0001

Il tavolo finale dell'Evento #1 delle World Series of Poker Europe è stata la classica favola degli ultimi che diventano primi e la storia è stata fatta dal pro Danese vincitore di un braccialetto WSOP Jesper Hougaard che, da ottavo in chips all'inizio del tavolo finale, è arrivato ad essere il primo giocatore a vincere braccialetti WSOP a Las Vegas e in Europa nello stesso anno. Per arrivare li, ha dovuto superare l'iniziale chip lead del giovane prodigio americano Adam Junglen e la vena calda del vincitore del Main Event APPT Macau Yevgeniy Timoshenko per aggiudicarsi il braccialetto e i £144,218 del primo premio.

Ci sono volute meno di due orbite perchè arrivasse la prima eliminazione, in quanto sia Fuad Serhan che Daniel Nutt hanno chiamato un rilancio preflop di Jesper Hougaard. Yevgeniy Timoshenko ha controrilanciato dal big blind e Hougaard e Serhan hanno lasciato. Nutt ci ha pensato per un momento prima di andare all in con {k-Clubs}{q-Clubs}, e Timoshenko ha chiamato con {9-Diamonds}{9-Clubs}. Sul board scendono {a-Spades}{8-Spades}{10-Spades}{4-Hearts}{7-Clubs}, e Nutt viene così eliminato aggiudicandosi £13,222 per il nono posto.

Il favorito di casa Ian Woodley è stato il giocatore successivo a vedere i propri sogni sul braccialetto WSOP infrangersi dopo essere stato eliminato 8° (£17,835). Woodley è andato all in preflop dal bottone, e Jesper Hougaard ci ha pensato poco prima di chiamare dallo small blind. Hougaard gira {6-Clubs}{6-Spades} per un coin flip con Woodley {a-Hearts}{q-Clubs}, e ancora la coppia tiene sul board {9-Hearts}{9-Spades}{7-Clubs}{6-Hearts}{4-Hearts}. Il full house di Hougaard elimina Woodley e il londinese esce tra gli applausi della folla locale.

Linda Lee, l'unica donna al final table, è stata eliminata settima (£22,448). Ormai short stack, Lee è andata all in preflop con {k-Spades}{5-Clubs}. Fuad Serhan ha chiamato dal big blind con {q-Diamonds}{9-Diamonds} e il flop lo ha portato avanti con {a-Spades}{q-Clubs}{3-Diamonds}. Il {5-Diamonds} al turn dà a Lee qualche out in più ma il {10-Spades} al river non la aiuta e Serhan vince il piatto eliminandola.

Adam Junglen aveva cominciato la giornata con una grossa chip lead, eliminando numerosi avversari lungo la strada verso il tavolo finale, ma è stato eliminato al sesto posto dopo un paio di mani pesanti in rapida successione. Nella prima, Junglen è andato all in over the top su un iniziale all in di Neil Channing con {a-Spades}{q-Hearts}. Channing ha girato {a-Clubs}{k-Hearts} dominandolo, e raddoppiando grazie ad un board con {10-Spades}{10-Diamonds}{2-Diamonds}{j-Hearts}{3-Diamonds}. Solo un paio di mani dopo, Junglen è andato all in preflop dopo un iniziale rilancio di John Dwyer. Dwyer ha chiamato il piccolo ammontare in più con {5-Hearts}{5-Diamonds}, piuttosto avanti rispetto a Junglen con {a-Clubs}{5-Clubs}. Junglen ha centrato uno dei suoi out al flop {a-Diamonds}{k-Clubs}{3-Diamonds}, ma il {5-Spades} al turn ha chiuso il set di Dwyer. Il {10-Diamonds} al river non è di nessun aiuto, e Junglen si aggiudica £28,598 per il sesto posto.

E' lo stesso Dwyer il giocatore successivo a cadere, chiudendo al quinto posto (£36,285) per mano di Yevgeniy Timoshenko. Ancora coppia di cinque per Dwyer, ma questa volta è stato Dwyer ad andare in all-in. Timoshenko ha chiamato con facilità con {k-Clubs}{k-Hearts} e niente di non ordinario è successo su un board con {a-Diamonds}{q-Clubs}{2-Clubs}{6-Spades}{8-Spades}. Qualche mano dopo Jesper Hougaard è andato all in dallo small blind con {a-Hearts}{6-Clubs}. Neil "Bad Beat" Channing ha chiamato l'all-in dal big blind con coppia di otto mantenendo il vantaggio sul flop {j-Clubs}{j-Diamonds}{10-Diamonds}. Il {10-Spades} al turn ha annullato la sua doppia coppia dando a Hougaard il vantaggio con il suo asso kicker. Il {5-Clubs} al river non è di nessun aiuto e Channing chiude al quarto posto per £44,588.

Il tavolo finale è proseguito 3-handed per un bel pò in quanto i giocatori hanno continuato a cambiarsi di posizione con continui double-up. Alla fine, Jesper Hougaard è andato all-in trovando il call di Yevgeniy Timoshenko. Hougaard ha girato {a-Diamonds}{j-Diamonds} mentre Timoshenko ha mostrato {4-Spades}{4-Hearts} dando via al coin flip. Il mazzo non ha aggiunto suspanse, mettendo subito un asso al flop che è sceso con {5-Hearts}{a-Clubs}{9-Clubs}. Hougaard prende il vantaggio con Timoshenko bisognoso di uno dei suoi due out rimanenti per sopravvivere. Turn e river sono però stati {8-Spades} e {3-Clubs} e la giovane superstar è stata eliminata al terzo posto (£55,350).

L'heads-up è cominciato con i due uomini che avevano iniziato la giornata da ottavo e nono in chips, con Jesper Hougaard con una chip lead iniziale di 5:1. Ci sono volute solo cinque mani per determinare la fine, ma Hougaard è dovuto partire da dietro nell'ultima mano per eliminare il tenace Serhan. Serhan ha rilanciato preflop con {a-Clubs}{k-Clubs}, e Hougaard è andato all in over the top. Serhan ha presto chiamato dominando Hougaard il quale ha girato {a-Diamonds}{j-Diamonds}. Hougaard non poteva chiedere per un flop migliore di {10-Diamonds}{6-Diamonds}{5-Diamonds}, lasciando Serhan drawing dead con un {7-Hearts} al turn e un irrilevante {9-Hearts} al river. Serhan da ultimo che era all'inizio del tavolo finale ha concluso secondo aggiudicandosi £89,175.

Jesper Hougaard ha passato la maggior parte del Day 2 con la chip lead arrivando però al tavolo finale con uno degli stack più piccoli. Hougaard alla fine è riuscito a vincere l'evento, £144,218, il suo secondo braccialetto WSOP ed è diventata la prima persona di sempre ad aver mai vinto un braccialetto WSOP sia in America che in Europa nello stesso anno.

Name Surname
John ‘Falstaff’ Hartness

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli