Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

PokerStars Caribbean Adventure Day 5: La Marcia al Tavolo Finale

Ryan D’Angelo

I 24 giocatori finali sono tornati all’Imperial Ballroom dell’Atlantis Resort domenica scorsa per il Day 5 della PokerStars.net Caribbean Adventure. In sole sei ore, il field si è ridotto al tavolo finale di otto. Dopo aver vinto il piatto più grande del torneo, Ty Reiman è balzato in cima alla classifica ma il chip leader di inizio giornata Ryan D’Angelo si è ripreso il comando al termine della notte.

Dopo soli pochi minuti dall’inizio del gioco, gli short stack hanno cominciato a cadere. Robert Mizrachi è uscito al 22° posto ($75,000) battuto da Reiman con pocket di jack. Qualche minuto più tardi, Jeff Madsen è stato eliminato al 19° posto ($87,500) dopo aver perso un coinflip con due carte Broadway. Il pocket di quattro di Aage Ravn ha mantenuto su un board bianco e Madsen è uscito.

Praz Bansi ha raddoppiato subito, poco dopo però con {a-Diamonds}{9-Clubs} ha sfidato Reiman con {a-Hearts}{a-Spades} uscendo al 18° posto ($87,500). Ma la fortuna di Reiman non si era ancora esaurita. Alcuni minuti più tardi, il piatto più grande del torneo ha avuto luogo tra lui e il fondatore dell’EPT e Team PokerStars Pro John Duthie.

Reiman ha aperto a 140,000 e Duthie ha rilanciato a 540,000. Reiman è andato all in e Duthie con {a-Hearts}{a-Clubs} ha chiamato per un piatto di oltre 10 milioni. Reiman ha girato {q-Hearts}{q-Clubs}, in una brutta situazione, ma presto le cose sarebbero cambiate per il giovane pro. Il mazziere ha servito {q-Spades}{3-Hearts}{6-Clubs} e tutto il pubblico ha sospirato all’unisono. Il set di regine ha tenuto e Reiman ha preso il piatto mentre Duthie è rimasto con sole 55,000 in chips.

Duthie è stato eliminato al 12° posto ($130,000) due mani dopo e c’è voluto molto tempo prima di vedere il field ridursi a nove. Il gioco è andato avanti per quasi un’ora, con ogni giocatore che si prendeva tutto il tempo per fare una mossa temendo di perdere la propria posizione e dover rinunciare al tavolo finale di otto. Qualche orbita più tardi, Matthew Haugen è sopravvissuto ad un all-in quando si è scontrato contro Tom Koral con asso-jack. Poco dopo, Haugen ha messo di nuovo il suo stack nel mezzo, questa volta con {a-Hearts}{6-Diamonds}. Barry Shulman ha mandato i resti a sua volta e Haugen sapeva che non sarebbe stato facile a questo giro. Shulman ha mostrato {k-Hearts}{k-Clubs} e il board che leggeva {9-Hearts}{9-Diamonds}{5-Spades}{2-Spades}{8-Diamonds} sono state le ultime carte girate dal mazziere per il Day 5.

L’eliminazione di Haugen ha definito il tavolo finale di otto:

Seat 1: Zachary Goldberg (2,340,000)
Seat 2: Ryan D'Angelo (10,090,000)

Seat 3: Aage Ravn (1,600,000)

Seat 4: Tom Koral (5,370,000)
Seat 5: Harrison Gimbel (6,000,000)
Seat 6: Barry Shulman (6,805,000)

Seat 7: Benjamin Zamani (3,700,000)

Seat 8: Ty Reiman (9,350,000)

Rimanete in contatto su PokerNews per seguire tutti gli aggiornamenti dalle Bahamas.

Diventate nostri fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli