Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

EPT Stagione Sei: Il Buono, il Cattivo e l’Europeo

EPT

La sesta stagione dell’European Poker Tour si è conclusa la settimana scorsa con l’EPT Grand Final a Montecarlo. Nicolas Chouity ha vinto €1.7 milioni al Main Event e Tobias Reinkemeier ha portato a casa €956,000 all’High Roller chiudendo così la stagione EPT più ricca. È stato un anno ricco di emozioni e colpi di scena, sia ai tavoli che lontano da questi. Tra field da record, imprese incredibili e un paio di momenti surreali, la Stagione Sei EPT ha fatto sempre parlare di sé. PokerStars ha concluso la stagione con una cerimonia di premiazione a Montecarlo, ma noi abbiamo deciso di assegnare i nostri premi personali. E il trofeo va a…

Miglior Momento da Guerra Fredda del Passato: È contro i russi che di solito James Bond battaglia al tavolo e l’inizio della stagione EPT non è stato molto differente. L’inizio della Stagione 6 era in programma a Mosca, ma la criminalizzazione del poker fatta all’ultimo minuto da parte del governo russo, ha reso la capitale russa un posto poco attrattivo per i giocatori di poker. L’apertura è stata spostata a Kiev in Ucraina, ma ciò non ha fermato il russo Maxim Lykov nel superare circa 300 avversari e vincere il torneo per €330,000. Lykov ha inoltre terminato al 13° posto all’EPT Snowfest ed è andato a premio in tre side events, garantendosi l’ambito titolo di EPT Player of the Year.

Re del Tavolo Finale: Jan Skampa non è mai andato a premio in un EPT prima di arrivare al tavolo finale dell’EPT Vilamoura, finendo quarto per €117,128. Da allora non ha più perso tempo conquistando un altro tavolo finale e vincendo la tappa successiva EPT a Praga per €683,100.

Re del Side Event: Martin Kabrhel ha chiuso a premio in un main event solo una volta, terminando al 60° posto. La sua vera forza, tuttavia, l’ha dimostrata nei side events. Ne ha vinti tre di questi nel corso della stagione, incluse due vittorie consecutive a €2,000 no-limit hold'em a Vilamoura e Praga. Ha inoltre guadagnato €250,000 per la vittoria dell’evento High Roller EPT Deauville.

Compagni Cechi: Skampa e Kabrhel sono entrambi della Repubblica Ceca. Grazie al loro dominio combinato tra main event e side event EPT, la Repubblica Ceca è stata nominata Paese dell’Anno della Stagione 6.

Il Più Grande Torneo Europeo di Sempre: L’EPT Sanremo è stato un successo straordinario. Oltre 1,200 giocatori si sono presentati al casinò italiano per provare a conquistare il primo premio di €1.25 milioni. Liv Boeree ha vinto due tornei per raggiungere il gradino più alto, prima assicurandosi un super satellite da €500 e poi affascinando e terrorizzando tutti con la vittoria del Main Event. Boree è stata la seconda vincitrice britannica della stagione. Jake Cody l’ha preceduta con il titolo dell’EPT Deauville.

Il Più Piccolo EPT di Sempre: Shaun Deeb ha offerto una delle performance più impressionanti dell’anno, conquistando l’evento EPT Kyiv High Roller in sole poche ore di gioco. L’unico problema? Deeb se l’è vista solo con due avversari per conquistare il titolo e il primo premio di €60,000. Per la sua prima vittoria nel circuito EPT, Deeb ha potuto contare sulle proprie abilità, resistenza e la decisione di Faraz Jaka di non giocare.

Migliore Prestazione di un Ex Campione WSOP Main Event: Peter Eastgate non ha avuto molta concorrenza in questa categoria. Ha quasi aggiunto un altro titolo alla sua bacheca, finendo al secondo posto dietro ad Aaron Gustavson all’EPT London. Eastgate è inoltre andato a premio nel suo paese all’EPT Copenhagen ed ha conquistato il tavolo finale all’EPT Deauville, chiudendo ottavo. Le sue vincite totali per la stagione ammontano all’impressionante quota $969,000.

Miglior Nome: È l’European Poker Tour, quindi ci sono molti contendenti tra cui scegliere, ma il nostro preferito è Oleksander Vaserfirer, un ucraino che è andato a premio in quattro main event della stagione ed ha chiuso terzo all’EPT Warsaw.

Rapina della Stagione: Di solito questo premio andrebbe al bluff più azzardato dell’anno, ma questa volta, l’EPT Berlin vince l’onore. In un momento che nessuno dimenticherà, quattro uomini mascherati hanno fatto irruzione nel Grand Hyatt dove si stava svolgendo il torneo e hanno rubato il denaro presente in cassa. Tutti e quattro i sospetti sono stati arrestati e gran parte del denaro recuperato. L’americano Kevin MacPhee ha vinto il torneo portandosi legalmente a casa €1 milione. MacPhee, che ha partecipato a tutte le tappe della Stagione 5 e a gran parte della Stagione 6, si è inoltre aggiudicato il titolo di Players' Choice.

Gesto della Stagione: Ilari Tahkokallio ha vinto un side event a Londra battendo Kevin MacPhee heads up e si è dovuto accontentare del secondo posto all’EPT Berlin dove MacPhee lo ha sconfitto all’heads up. Ma, tutti si ricorderanno di lui più per la sua performance che per il suo secondo posto finale. Tahkokallio era dominato dopo il flop e il turn quando il gioco è stato interrotto e le chips sono andate per terra a causa del fuggi fuggi dei giocatori dalla sala. Molte ore dopo, quelli rimasti al Main Event sono ritornati per riprendere dove avevano lasciato, ma il direttore del torneo ha dato ad entrambi i giocatori coinvolti nella mano la possibilità di dividere il piatto. A Tahkokallio rimanevano solo tre outs con una sola carta ancora da girare, ma lui ha detto che aveva chiamato e pertanto ne avrebbe subìto le conseguenze. Infatti il suo avversario ha raddoppiato costandogli gran parte del suo stack, ma ha saputo ricostruirlo fino ad arrivare alla sfida heads up.

Migliore Risultato Consecutivo: Il pro danese Allan Bække ha ricevuto il premio EPT Achievement of the Year per la sua prestazione in questa stagione. Ha vinto l’EPT Snowfest a marzo, guadagnando €445,000. Nella tappa successiva, l’EPT Sanremo, Bække ha continuato a giocare come se fosse la continuazione del torneo precedente. È arrivato al penultimo giorno con un enorme comando ma ha sofferto una serie di grosse perdite ed ha finito al 12° posto.

Primo Giocatore a Vincere Due EPT: Ok, questo premio non ha ancora un vincitore. Ma è sembrato possibile per un poco. Bække ne ha avuto l’occasione, ma Mike "Timex" McDonald c’è arrivato più vicino. Aveva solo 18 anni quando ha vinto il German Open nella Stagione Quattro. Ora a 20 anni un veterano del circuito, McDonald ha quasi conquistato l’onore di essere il primo giocatore a vincere due EPT quando è arrivato al tavolo finale dell’EPT Deauville, ma ha chiuso terzo. Si è preso una pausa dal poker per ritornare ad una vita più normale e continuare gli studi, considerando la sua decisione probabilmente non sarà lui a vincere questo onore.

Tempo Peggiore: Copenhagen era freddissima. A Berlino è nevicato. Ma i giocatori non si aspettano di stare fuori durante questi viaggi. Nessuno si attendeva invece di indossare la felpa con cappuccio lontano dal tavolo alla PCA. C’è stato freddo e pioggia per quasi tutto il tempo alle Bahamas. Dall’altro canto, i side events hanno avuto presenze incredibili.

Tempo Migliore: In qualche modo, PokerStars ha ordinato giornate temperate e montagne innevate allo stesso tempo rendendo l’EPT Snowfest un paradiso tropicale più delle Bahamas.

Disastro Naturale della Stagione: Il terremoto in Cile ha causato la cancellazione di un evento LAPT, ma non vale per questa classifica. Una rapina a mano armata non è proprio un evento naturale. E proprio quando pensavamo che niente potesse andare storto, un vulcano in Islanda ha scombussolato i cieli europei lasciando a terra molti giocatori desiderosi di partecipare all’EPT Sanremo. Alcuni voli sono stati cancellati, alcuni giocatori si sono trovati bloccati molto più lontano di dove dovevano essere e altri hanno passato 20 ore su un autobus solo per essere presenti al Main Event.

La Stagione Sei dell’EPT ha dimostrato che né il fuoco né l’acqua né degli uomini armati e mascherati possono spaventare i veri giocatori di poker. Potete rendere un Paradiso freddo e delle montagne innevate calde e continueranno a giocare. Potete rendere il poker illegale in un paese e loro si sposteranno semplicemente in un altro. E tutto ne vale la pena per inseguire l’emozione della vittoria, che sia su un field di 1,200 o di tre.

Questi i maggiori vincitori dell’anno e i loro premi:

EPT Kyiv - Maxim Lykov (Russia) €330,000
EPT Barcelona - Carter Phillips (USA) €850,000
EPT London - Aaron Gustavson (USA) £850,000
EPT Warsaw - Christophe Benzimra (Francia) $533,921
EPT Vilamoura - Antonio Matias (Portogallo) €404,793
EPT Prague - Jan Skampa (Repubblica Ceca) €682,000
2010 PCA - Harrison Gimbel (USA) $2,200,000
EPT Deauville - Jake Cody (UK) €847,000
EPT Copenhagen - Anton Wigg (Svezia) $672,205
EPT Berlin - Kevin MacPhee (USA) €1,000,000
EPT Snowfest - Alan Bække (Danimarca) €445,000
EPT San Remo - Liv Boeree (UK) €1,250,000
EPT Monte Carlo - Nicolas Chouity (Libano) €1,700,000

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli