Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP 2021: bracciali per Glaser, Schemion e Wheeler

ole schemion

Giorno 51 agli archivi per le WSOP 2021.

Tre bracciali assegnati nella notte a Las Vegas e si tratta di trionfi pesanti. Quarto alloro nella kermesse per Benny Glaser, con l'inglese che shippa la vittoria nel $10,000 Razz Championship, per 274 mila dollari. Primo successo in carriera alle World Series per Ole Schemion. Il tedesco rompe finalmente il tabù nel $1,979 Hall Of Fame Bounty No-Limit Hold’em. Incassa 172,499 bigliettoni.

Notte di gloria anche per Jason Wheeler che a sua volta mette il primo bracciale al polso, dopo aver dominato il final day del $800 No-Limit Hold'em Deepstack, per una prima moneta da 202 mila dollari. Tre gli italiani in corsa nell'evento#81, ma nessuno di loro si è avvicinato al bersaglio grosso, pur arrivando a premio.

Spettacolo puro nei due eventi esclusivi in corso alle WSOP 2021. Il $250,000 Super High Roller continua ad avere in Adrian Mateos il suo fantastico mattatore. Impressionante la leadership dell'iberico che a 5 left guida il count con 25.5 milioni di pezzi, quando Keith Tilston è il primo degli inseguitori con 8.9 milioni di gettoni.

Nel $50,000 Pot-Limit Omaha High Roller infine, ecco 35 giocatori che superano il day 1 e fra loro scalpita Daniel Negreanu.

Vediamo quello che è successo nella notte al Rio di Las Vegas.

Poker di Glaser

Alle WSOP 2021 brilla la stella di Benny Glaser. Il player inglese mette al polso il quarto bracciale in carriera, dopo aver vinto il $10,000 Razz Championship. L'event#78 ha avuto bisogno dei tempi supplementari, in quanto il vero final day non è bastato per l'assegnazione del titolo. Così nella notte sono tornati a giocarsi la vittoria Glaser ed Everett Carlton.

Un duello che sorride al britannico che finalmente arriva al bersaglio grosso in questa edizione, dopo un secondo, terzo e nono posto in altrettanti final table raggiunti alle WSOP 2021. Il successo vale anche una prima moneta da 274,693 dollari, dopo aver messo alle spalle un field di 108 super campioni.

Benny Glaser
Benny Glaser by Pokernews.com

Al tavolo finale si è completata la corsa di altri due pezzi da novanta. Phil Hellmuth ed Erik Seidel sono stati eliminati rispettivamente all'ottavo e settimo posto. Niente da fare anche per John Monnette che si arena in quinta piazza.

Il payout

1 Benny Glaser United Kingdom $274,693
2 Everett Carlton United States $169,773
3 Yuri Dzivielevski Brazil $123,254
4 Erik Sagstrom Sweden $90,859
5 John Monnette United States $68,025
6 Yehuda Buchalter United States $51,739
7 Erik Seidel United States $39,987
8 Phil Hellmuth United States $31,411

Ole è trionfo finalmente

Dopo tanta attesa è il momento della grande festa per Ole Schemion. Il tedesco, nonostante una carriera ricchissima di trionfi, non aveva ancora vinto un bracciale alle World Series. Il digiuno è terminato nella notte, grazie al successo nel $1,979 Hall Of Fame Bounty No-Limit Hold’em.

Una vittoria già annunciata in parte al raggiungimento del final table a sei giocatori, con il teutonico super leader della corsa e con oltre il doppio delle chips rispetto al primo degli inseguitori. Il copione della vigilia non è stato quindi stravolto, con Schemion unico mattatore nella discesa al bracciale.

Ole Schemion
Ole Schemion by pokernews.com

L'ultimo ad arrendersi sotto i suoi colpi è stato Benjamin Underwood che ci prova con {k-Hearts}{j-Diamonds} e non supera {a-Diamonds}{5-Spades}
del tedesco. Ole Schemion è campione nell'evento#79 e incassa una prima moneta da 172.449$.

Il payout

1 Ole Schemion $172,499
2 Benjamin Underwood $106,618
3 Giovani Torre $74,175
4 Marc Rivera $52,569
5 James Alexander $37,965
6 Jerry Wong $27,951

Azzurri lontani dal bracciale nel deep

Alle WSOP 2021, le speranze azzurre erano rivolte su tre giocatori nell'evento#81. Emanuel Balzani, Alessandro Siena e Fiodor Martino ci hanno provato nel corso del day 2 del $800 No-Limit Hold'em Deepstack, dopo aver raggiunto la zona premi già nella parte finale della prima giornata. Purtroppo per loro la corsa si chiude molto lontano dalle zone nobili.

Fiodor Martino
Fiodor Martino by Pokernews.com

Alessandro Siena esce al 93° posto per oltre 2 mila dollari, con Balzani che alza bandiera bianca in 70° piazza e riceve 2.933$. Infine, Fiodor Martino è fuori dai giochi come 67° classificato e incassa la stessa cifra di Emanuele. Il trionfo finale è tutto per Jason Wheeler che vince il primo bracciale in carriera, assieme ad un assegno da 202.274 dollari. Runner up il colombiano Julian Velasquez, con il noto lusitano Diogo Veiga medaglia di bronzo.

Il payout

1 Jason Wheeler United States $202,274
2 Julian Velasquez Columbia $126,252
3 Diogo Veiga Portugal $93,627
4 Garry Gates United States $70,077
5 Antoine Goutard France $52,943
6 Shelok Wong United States $40,376
7 Ralph Massey United States $31,087
8 John O'Neal United States $24,165
9 Robert Hill United States $18,968

Mateos è un furia rossa nel Super High Roller

Sono rimasti in cinque a contendersi la vittoria nel $250,000 Super High Roller, ma sarebbe più corretto dire Mateos vs tutti. Lo spagnolo infatti ha monopolizzato il count e l'azione nel corso del day 2, con un vantaggio abissale rispetto ai rivali. Insomma la discesa verso il bracciale sembra sorride allo spagnolo in versione rullo compressore nel corso della seconda giornata.

Adrian Mateos
Adrian Mateos by pokernews.com

Ha raddoppiato subito sul leader del day 1 Addamo, poi Adrian Mateos ha deploso gli assi di Daniel Negreanu con un trips di Jack e infine ha martellato il tavolo finale. Quindi sorprende fino ad un certo punto il suo strapotere nel count con 25.500.000 chips, quando il più vicino dei rivali è Keith Tilston con 8.9 milioni di pezzi. Completano il quadro Ben Heath, Seth Davies e John Kincaid.

L'evento#82 ha visto la partecipazione di 33 giocatori che hanno determinato un prize pool netto di 8,217,000 dollari. Tale somma è spartita su 5 piazze, con il cash minimo di 632,124 dollari e la prima moneta da 3,265,362 bigliettoni che attende il neo campione. Il day 2 si è chiuso con lo scoppio della bolla e fuori dai premi ci resta Christoph Vogelsang. Il suo {k-Hearts}{9-Clubs} non basta vs {a-Spades}{j-Hearts} di Tilston.

Il count

1 Adrian Mateos 25,500,000
2 Keith Tilston 8,900,000
3 Ben Heath 6,500,000
4 Seth Davies 4,550,000
5 John Kincaid 3,925,000

Negreanu assalta il PLO High Roller

Alle Wsop 2021 infine, grande attesa anche per il $50,000 Pot-Limit Omaha High Roller. Un evento speciale che ha richiamato attenzione di 88 giocatori, di cui 35 promossi alla seconda giornata. Si tratta però di dati non definitivi in quanto la late registration chiude allo scoccare del day 2.

Daniel Negreanu
Daniel Negreanu by Pokernews.com

Il comando delle operazioni è nelle mani di Laszlo Bujtas a quota 1.980.000 pezzi. Ma tutta la top ten è composta da un manipolo di campioni. Sul podio virtuale ci salgono Ben Lamb e Alexander Petersen, rispettivamente con 1.7 e 1.3 milioni. Dalla quarta casella scatta Josh Arieh e alle sue spalle ecco la sagoma di Daniel Negreanu. Per il canadese 1.125.000 pezzi e l'ennesimo assalto al settimo braccialetto in carriera.

La top 10

1 Laszlo Bujtas 1,980,000
2 Ben Lamb 1,755,000
3 Alexander Petersen 1,355,000
4 Josh Arieh 1,355,000
5 Jared Bleznick 1,270,000
6 Daniel Negreanu 1,125,000
7 Jeremy Ausmus 1,125,000
8 Scott Seiver 1,070,000
9 Daniel Cates 1,045,000
10 Gavin Cochrane 1,000,000

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli