Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Chiudere un Trips d'Assi al River in Bolla

Chiudere un Trips d'Assi al River in Bolla

Oggi voglio parlare di una mano capitata in bolla durante un torneo di no-limit hold'em da $1.500 alle World Series of Poker. Si tratta di una mano interessante, anche perché si è giocata vicino alla zona premi.

Con uno stack di 50 big blind, niente male insomma, tutti foldano fino a me, che da middle position ricevo {a-Spades}{j-Spades}. Con una mano del genere, come faccio di solito, apro rilanciando: in questo caso a 3.000, con i bui 600/1.200. L'unico che mi chiama è il big blind, che ha più chip di me.

Il flop è {q-Diamonds}{10-Hearts}{8-Clubs} e il mio avversario fa check. Qui spesso punto, anche se come dico nel video pensavo al "peggiore degli scenari", visto che eravamo in bolla. Punto 3.000 e il mio avversario chiama: il piatto sale a 13.800.

Il turn è un {a-Spades} che mi fa chiudere la top pair. Il big blind fa ancora check. Qui potrei fare check o puntare (ne parlo nel video). In questo caso faccio check dietro.

Il river porta un {a-Hearts} che mi fa chiudere un trips, e il mio avversario punta 7.000. Ora devo decidere se chiamare o rilanciare, perché di certo non folderò.

Che cosa fareste qui? Giochereste con cautela e chiamereste, o provereste a far finire più chip nel piatto? Date un'occhiata per vedere cos'ho deciso di fare e come è finita la mano, e ascoltate il mio ragionamento al river.

Jonathan Little è un giocatore di poker professionista e autore, che nei tornei live ha vinto oltre $7.000.000. Ogni settimana scrive sul suo blog e produce un podcast all'indirizzo JonathanLittlePoker.com. Potete seguirlo anche su Twitter @JonathanLittle.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli