Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Chip Reese – Un'altra Via per l'Immortalità nel Poker

Chip Reese – Un'altra Via per l'Immortalità nel Poker 0001

Quelli che si sono conquistati il termine "immortale" nel mondo del poker hanno intrapreso percorsi differenti verso il successo. Alcuni, come Doyle Brunson, hanno guadagnato la loro grandezza dopo aver viaggiato per decenni nei cash game per gli Stati Uniti prima di arrivare ai tornei mondiali di poker. Altri, come Phil Hellmuth, hanno fondato la loro immortalità quasi esclusivamente sulle loro prestazioni nelle arene dei tornei. Chip Reese è stato definito il"miglior giocatore mondiale mai visto" semplicemente battendo chiunque attraversasse il suo cammino!

Nato a Dayton, nell'Ohio, ed ora residente a Las Vegas, l'uomo nato come David Reese ha cominciato giocare a poker a sei anni con i suoi amici di infanzia con le baseball cards. Ha perfezionato le sue abilità quando si trasferì all'università, ma ancora non pensava seriamente al poker come futuro. Dopo la laurea a Dartmouth nel 1974, fece un viaggio verso ovest. Due erano le ragioni; una fidanzata a Los Angeles che lo reclamava e un colloquio per la scuola di diritto a Stanford. " Nel frattempo Chip prese parte ad un torneo di Seven Card Stud a Las Vegas vincendo un campionato da $60.000... e Reese non lasciò mai il Nevada!

In seguito ha continuato (e, tutt'oggi, continua) nel mondo del dei cash game. Ha scalato gradualmente i livelli superiori del poker mondiale, giocando elevati stake contro Brunson, Billy Baldwin, Lyle Berman e altri come attività quotidiane. Le sue prestazioni in questi giochi hanno indotto molti (inclusi gli stessi che hanno giocato contro di lui) a chiamaarlo il miglior giocatore in tutto il mondo e a determinare il suo ingresso alla Poker Hall Of Fame, nel 1991, all'età di soli 40 anni, l'uomo più giovane in assoluto.

Dopo varie partite in alla televisione, Reese cominciò a giocare a molti tornei che culminarono in un final table finish durante la Seconda stagione del WPT. Si è affermato in altri cash finish negli eventi del WPT, ma sono le World Series of Poker l'evento in cui Chip ha lasciato maggiormente il segno.

Da quando ha iniziato a giocare nelle World Series nel 1978, Reese ha incassato in diciotto eventi ed è arrivato al tavolo finale in tredici di questi tornei. Ha vinto tre braccialetti d'oro delle WSOP, dei quali forse il più leggendario è quello del 2006. Nell'evento star-studded $50,000 H.O.R.S.E., circondato da 143 dei migliori giocatori di poker di caratura mondiale, Reese si è definitivamente affermato come il miglior giocatore mondiale in assolutio. La sua heads up battaglia di 6 ore contro il runner-up Andy Bloch è considerata da alcuni come una delle più grandi battaglie di ogni tempo nelle competizioni delle World Series. Restare in campo oltre tre giorni e cinquantun'ore mostra la resistenza di Chip. In generale, con la sua carriera nei tornei di poker, Chip ha guadagnato quasi 3 milioni di dollari ed è incalcolabile la somma vinta nei cash game nel corso della sua vita.

A causa delle sue capacità di giocare tutti i giochi, Chip è altamente pericoloso. Mentre ammette personalmente che No Limit non è uno dei suoi giochi preferiti, possiede ancora lo stile altamente analitico che lo rende un vincitore. Il pericolo maggiore che egli rappresenta sta nel mixed game o nei formati dei cash game.

Al di là dei tavoli, Chip è una figura che non viene considerata quanto "le stelle" correnti del gioco. Questo è un pecccato, perché con la sua preziosa esperienza nelle diverse discipline del gioco sarebbe un grande giocatore dal quale imparare. Nonostante abbia contribuito alla conoscenza del Seven Card Stud nel corso del lavoro seminariale sul poker "Super System", Reese non ha tuttavia scritto molto; sarebbe davvero opportuno che egli desse, con la sua esperienza, un contributo mondiale alla letteratura del poker .

Mentre il mondo corrente del poker si concentra sui tornei che popolano il programma, il record di eccellenza nei cash game di Reese così come quello raggiunto nei tornei di poker dimostra che deve essere considerato come uno dei più grandi giocatori di poker. Come egli continua a dimostrare, c'è più di un percorso verso l'immortalità nel poker.

Ndr: prova la terza via per l'immortalita' nel poker - qualificati gratis per le WSOP con il Team PokerNews scaricando CD Poker e giocando nel freeroll del 2 giugno!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli