Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerStars EPT Budapest Day 3: l'Ungherese Zoltan Toth in Testa per il Tavolo Finale

PokerStars EPT Budapest Day 3: l'Ungherese Zoltan Toth in Testa per il Tavolo Finale 0001

È stata una giornata di gara relativamente breve al Casinò Las Vegas di Budapest che ha ospitato venerdì scorso il day 3 del PokerStars.com European Poker Tour. I 42 giocatori restanti non hanno perso tempo riducendo il gruppo di contendenti a poche unità in men che non si dica. Il gran ritmo è costato caro a molti dei chipleader delle giornate precedenti che sono stati eliminati prima di sera. Rimasti otto giocatori, a chiusura di giornata era Zoltan Toth, il solo ungherese ancora in gara, a poter vantare il titolo di chipleader con il quale si ripresenterà al tavolo finale.

Dopo che George McKeever è divenuto il primo giocatore a farsi eliminare dal Day 3 (42° posto, €6'834), Szabolcs Attila Saskoy lo ha seguito a breve distanza con un 41° posto che gli è valso €6'834. Era andato all-in per la seconda volta in tre mani con {a-Clubs}{7-Clubs} venendo chiamato da Alex Kravchenko. Kravchenko si è riscoperto in vantaggio con {a-Spades} {k-Spades}, ma il flop ha aiutato Saskoy dando {2-Clubs} {2-Hearts} {7-Hearts}. Ciò nonostante, Kravchenko è passato in vantaggio con il {k-Diamonds} del turn ed il {9-Diamonds} del river ha solo sancito l'eliminazione di Saskoy.

L'italiano Mauro Corsetti è stato uno dei chipleaders dei giorni precedenti eliminato nel corso del Day 3. 28° posto per lui e €8'512 di premio. Si è scontrato con una coppia servita di jacks contro Pantelis Pavlis che giocava con pocket aces. Nessun miracolo dal board e torneo finito per lui. Tra gli altri giocatori famosi a farsi eliminare nel corso della giornata si elencano Lukas Benkovic, Casey Kastle e Alex Kravchenko. Sebastian Saffari è stato eliminato al decimo posto (€32'984) dando il via a quello che tecnicamente - ma non ufficialmente - era il tavolo finale. Gino Alacqua è stato il suo carnefice. Saffari aveva floppato la doppia coppia su board K-8-7, ma Alacqua giocava con una coppia di sette che gli aveva dato il set e Saffari dopo la mano era ormai malconcio. Questi ha spinto tutte le proprie chips al centro del tavolo preflop nella mano immediatamente successiva con {k-Spades} {6-Clubs} venendo chiamato da Zoltan Toth che aveva {k-Clubs} {q-Diamonds}. Il board ha dato {8-Hearts} {a-Diamonds} {3-Diamonds} {5-Diamonds} {2-Diamonds} e la serata di Saffari giungeva al termine.

Il gioco a nove mani è durato per ancora qualche mano prima che si innescasse la battaglia per la supremazia. Dopo un'ora e mezza di gioco a nove, Ivo Donev è stato eliminato per mano di Ciprian Hrisca formalizzando il tavolo finale. Donev ha rilanciato preflop con {a-Hearts} {k-Clubs} e Hrisca ha rilanciato ulteriormente. Donev ha chiamato ed i due hanno visto {10-Spades} {6-Spades} {7-Clubs} del flop. Donev è rapidamente andato all in e Hrisca ha chiamato senza esitare con {a-Spades} {a-Diamonds}. Donev ha trovato qualche aiuto dal {k-Spades} del turn, ma il {j-Diamonds} del river non è bastato a salvarlo. €32'984 di premio per il suo nono posto.

Alla fine del Day 3 sono questi i finalisti con rispettiva assegnazione dei posti e stacks: :

Seat 1: Marino Serenelli (Italia) - 357,000

Seat 2: Will Fry (UK) - 572,000

Seat 3: Ciprian Hrisca (Romania) - 1,038,000

Seat 4: Gino Alacqua (Italia) - 466,000

Seat 5: Martin Jacobson (Svezia) - 306,000

Seat 6: Albert Iversen (Danimarca) - 1,017,000

Seat 7: Johnny Lodden (Norvegia) - 500,000

Seat 8: Zoltan Toth (Ungheria) - 1,059,000

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli