Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

I November Nine delle World Series of Poker: Jeff Shulman

Jeff Shulman

Sebbene sia Phil Ivey il giocatore più conosciuto tra i November Nine, un altro ha rubato le luci della ribalta al Full Tilt Pro grazie alle sue impetuose dichiarazioni su Harrah's e l’intero World Series of Poker. Il presidente di CardPlayer Magazine Jeff Shulman ha lasciato tutto il mondo del poker stupito dopo aver conquistato il tavolo finale e aver tuonato contro Harrah's e la serie WSOP affermando che getterà il braccialetto da campione nella spazzatura in caso di vittoria al Main Event.

Che siate d’accordo o meno con la politica di Shulman, una cosa è sicura, lui è un giocatore che sa il fatto suo. Avendo già partecipato al WSOP Main Event del 2000, Shulman è considerato uno dei pericoli maggiori al tavolo. Perché Shulman sia una grossa minaccia? Bisogna tener presente che ha vinto oltre $2.5 milioni nel corso della sua carriera. Il suo risultato più recente, a parte questo tavolo finale, viene dal 17° posto finale all’evento $25,000 World Poker Tour nel 2008.

Com'è Arrivato fin Qui

Shulman ha visto numerose mani interessanti durante il suo cammino verso il tavolo finale. Grazie alla sua esperienza, è riuscito ad evitare piatti pericolosi capitalizzando quando aveva mani forti.

In una mano che ha visto l’eliminazione di Jason Brice, Shulman ha usato la sua forte coppia per mandare fuori l’avversario senza esitazione. Rilanciando da posizione intermedia, Shulman ha puntata 250,000. Brice è andato all-in per 800,000 e Shulman ha chiamato con pocket di regine. Nonostante l’asso-re di Brice, Shulman ha avuto la meglio grazie ad un board bianco.

Oltre a dimostrare di avere tutte le abilità di un grande giocatore, Shulman si è anche ritrovato coinvolto in diverse mani in cui ha dovuto frenare il proprio ego. In una occasione, raccontataci recentemente dalla nostra Nicole Gordon, Shulman si è scontrato con Eric Buchman e Jonathan Tamayo. In questa mano, ha preso una decisione accorta di fronte al rischio di puntare il suo intero stack in un coin flip. Buchman ha aperto con {9-Clubs}{10-Clubs} di 140,000. Shulman con {a-Hearts}{k-Hearts} ha rilanciato a 500,000. Tamayo ha fatto una quarta puntata mandando i resti con pocket di regine. Buchman ha passato così come Shulman che ha avuto la fermezza di non rischiare l’esito del torneo in un unico scontro.

Cosa lo Aspetta

Considerando che Shulman siede con 19,580,000, sembra che potrebbe essere uno dei candidati per la vittoria. Molti professionisti incluso Daniel Negreanu, che ha recentemente finito al secondo posto al WSOPE Main Event, dietro al padre di Jeff, Barry, crede che Shulman sia il favorito numero uno grazie al suo consistente stack e alla sua precedente esperienza al final table. Aggiungete il fatto che ha firmato per avere Phil Hellmuth come suo coach e appare chiaro che Shulman sarà uno dei giocatori da battere al tavolo finale.

La sua minaccia principale è rappresentata da Ivey, ma molti pensano che i due si eviteranno fino a quanto gli sarà possibile. Sebbene il dilettante Darvin Moon sia al comando con 58,930,000, Shulman ha molte cartucce da usare e grazie alla lunghezza dei livelli e del piccolo incremento dei bui, ha buone possibilità di costruire il suo stack fin dall’inizio per poi portare l’attacco finale. Inoltre, a giocare in favore di Shulman è la sua collocazione al posto 9 perché lo mette in posizione sia su Moon che Ivey.

Il Team PokerNews Live Diretta sarà a Las Vegas per portarvi in tempo reale tutta l’azione dal WSOP Final Table, quindi rimante in contatto con noi e come sempre seguiteci anche su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli