Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerNews Op-Ed: Tournament of Champions WSOP 2010, siamo di nuovo al 2004

toc

C’è un motivo per cui la democrazia è una cosa complicata. Che si tratti dell’elezione di un presidente o del Tournament of Champions delle World Series of Poker, non sempre otteniamo il risultato che vogliamo. Chiedete ai sostenitori di John McCain, Crystal Bowersox, o a qualcuno delle dozzine di giovani leggende del poker che non hanno ricevuto i voti che si aspettavano.

Probabilmente il fan medio di poker non è rimasto troppo sorpreso dai risultati delle votazioni per il Tournament of Champions WSOP 2010. Dopo tutto, si tratta di pros che si vedono sempre in televisione. Ma per il pubblico abituale del Rio e coloro che si ritrovano sui forum di poker di tutto il mondo, i risultati sono stati più che una delusione. Io stessa ne sono rimasta delusa. Dove sono le giovani superstar, i Jason Merciers e i J.C. Trans del mondo del poker? Dove sono i giocatori europei come Peter Eastgate o Max Pescatori? E aspettate un attimo ― Sammy Farha è nei Top 20? Non è riapparso a Las Vagas vincendo un braccialetto solo qualche settimana fa? Siamo seri Farha ma non Chris Moneymaker? Nel caso lo aveste dimenticato, lui è la ragione per cui la maggior parte di noi si trova nell’Amazon Room in questo momento.

Invece di rappresentare i campioni di oggi, la formazione del TOC 2010 è un ritorno al passato al mondo del poker di sei anni fa. Allora, Howard Lederer doveva giocare veramente a poker per vivere e vinse persino qualche torneo. Ora gli basta fare scommesse a sette cifre sui braccialetti per avere interesse a lottare per un'altra giornata al Rio. L’ultima volta che Lederer vinse un evento aperto con un field di oltre 25 giocatori è stato nell’aprile 2004, ma è lo stesso tra i votati. Johnny Chan ha dieci braccialetti e due titoli Main Event, ma si è visto raramente alle WSOP quest’anno. Chan ha giocato solo due eventi finora e tutti gli energy drink All-In che aveva propagandato negli ultimi anni alla serie sono mancati questa estate ai tavoli insieme a lui.

Inoltre, un altro paio di giocatori che non avrei nemmeno considerato eleggibili per il loro inappropriato comportamento alle WSOP, sono entrati nella Top 20. T.J. Cloutier in modo infame aveva dato in pegno uno dei suoi braccialetti quest’anno prima che Cake Poker glielo riportasse indietro. Un simile sfacciato disprezzo per il braccialetto davvero sarebbe dovuto essere ricompensato con un ticket per un freeroll da un milione di dollari? Con il suo atteggiamento da buffone ubriaco mostrato durante la vittoria del Player’s Championship 2008, Scotty Nguyen ha disonorato la vera leggenda del Chip Reese che il torneo onora e celebra. La sola popolarità dovrebbe avere la meglio sulla mancanza di rispetto mostrata da Nguyen verso i suoi avversari quella notte?

Ma come ho detto, in un elezione, i vostri candidati non sempre vincono. E in questo particolare caso, c’era solo un requisito per la candidatura: aver vinto un braccialetto. Se 5,130 persone si fossero mobilitate e avessero votato per Russ Hamilton, avrebbe ottenuto un posto invece del 20° classificato Antonio Esfandiari. Proprio così. 5,130 voti. Un due volte vincitore di braccialetto mi ha detto il giorno dell’annuncio della formazione, “Se avessi saputo che 5,000 voti erano sufficienti, mi sarei impegnato molto di più per ottenerli. Pensavo di non avere possibilità.

Nel primo anno delle votazioni pubbliche, la visibilità sui media ha dimostrato di essere la chiave per vincere un posto al TOC. Non è stata una campagna video o cose del genere che ha fatto guadagnare a questi 20 giocatori i loro voti (sebbene la campagna di Jennifer Harman su YouTube abbia fatto la sua parte). È stata la sorta di visibilità ottenuta per anni di esposizione in televisione che ha spinto in alto il totale dei voti. Ben il 65% dei giocatori votati appaiono ormai da anni nelle pubblicità televisive dei siti di poker online (Harman, Phil Ivey, Daniel Negreanu, Doyle Brunson, Phil Hellmuth, Chris Ferguson, Allen Cunningham, John Juanda, Erik Seidel, Howard Lederer, Joe Hachem, Greg Raymer ed Esfandiari).

Quindi come sono andati i miei preferiti? Sei dei 20 giocatori per cui ho votato sono dentro (Brunson, Negreanu, Seidel, Cunningham, Juanda e Greenstein). Non per sminuire nessuno di questi sei – sono tutti ovviamente leggende di questo gioco e meritano il loro posto – ma se potessi ritornare indietro, probabilmente avrei dato qualche voto ai giocatori meno conosciuti che alla fine ne avevano davvero bisogno. Sono sempre favorevole alla scelta di una parte del field al TOC tramite votazioni pubbliche, ma vorrei che i giocatori più giovani avessero lo stesso pubblico dei loro predecessori. Probabilmente nelle future edizioni del TOC, il field di vincitori di braccialetto potrebbe essere ridotto in qualche modo per premiare coloro che hanno ottenuto successi alle WSOP di più recente. Vincolare la votazione ai vincitori di braccialetto degli ultimi cinque anni avrebbe portato alla presenza dei giocatori più popolari e visibili in televisione. Negreanu e Juanda hanno vinto braccialetti nel 2008. Seidel, Cunningham e Hellmuth hanno ottenuto successi nel 2007. E Phil Ivey ha vinto il suo ottavo braccialetto solo qualche giorno fa. Tuttavia, alcuni dei campioni più recenti come Brock Parker, Eric Baldwin e Jason Mercier avrebbero potuto avere più possibilità di essere votati con uno scenario del genere.

Gli anni tra il 2003 e il 2005 sono stati l’apice per il poker televisivo. È stato quando gli indici di ascolto erano alti, la popolarità del gioco al suo zenith, i soldi per le pubblicità scorrevano come fiumi e l’UIGEA non preoccupava nessuno. Il field di quest’anno del TOC è in qualche modo un nostalgico ritorno all’era post-boom del poker ma anche un ammonizione contemporanea che per la maggior parte, questi sono le facce che i fan del poker vogliono vedere. E con il tavolo finale del Day 1 trasmesso da ESPN che include il duo fratello-sorella, uno schietto canadese, due campioni del mondo, qualche fanatico di craps, un mago, un affezionato francese alle scintillanti felpe con cappuccio, dovrebbe essere almeno uno spettacolo divertente.

Le posizioni qui espresse sono quelle dell’autore e non riflettono necessariamente le posizioni di PokerNews

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli