Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

PokerNews WSOP Awards Parte I: Le Stelle più Brillanti dell’Estate e le Maggiori Delusioni

WSOP 2010

Tutte le estati, vediamo i pros (e i mazzieri, naturalmente) decidere il destino di ognuno alle World Series of Poker. Ma ora che tutto è finito, è il nostro turno per decidere chi vince. Ecco le nominations del Team Live Diretta PokerNews per i WSOP awards. Chi ha impressionato di più? Chi ha guadagnato il nostro rispetto? E chi avrebbe fatto meglio a passare l’estate su una spiaggia? In questa edizione, scegliamo i nostri giocatori preferiti. Nella prossima, si parlerà dei momenti più memorabili delle Series.

La Giuria

Donnie Peters, Tournament Reporting Manager
Mickey Doft, Field Reporting Manager
Nicole Gordon, Senior Writer
Elissa Harwood, Senior Writer
Tim Duckworth, Blogger
Martin Harris, Blogger
Rich Ryan, Blogger

Migliore Rivelazione:

Frank Kassela – l’unico giocatore a vincere due braccialetti questa estate; a premio sei volte, incluse due vittorie, una bolla del tavolo finale e un terzo posto all’evento $25k Six-Handed No-Limit che gli ha quasi assicurato il titolo di WSOP Player of the Year (dovrà dividerlo con Michael Mizrachi se Mizrachi dovesse vincere il Main Event).

Harris: Molti di noi conoscevano Frank Kassela da tempo, ma vincendo due braccialetti e il titolo di WSOP Player of the Year, ha sicuramente incrementato il suo profilo questa estate.

Peters: Con l’anno che ha avuto, sarà di sicuro una faccia da riconoscere in futuro.

Dan "djk123" Kelly – ha vinto l’evento $25k Six-Handed No-Limit per $1.3 milioni alle sue prime WSOP.

Doft: Mentre il gioco era alla bolla al Day 2, uno short-stacked Kelly si è avvicinato a me molte volte per vedere i chip counts del resto del field. Mi ha entusiasmato vederlo arrivare a premi. Da allora, ha trovato diversi raddoppi e ha vinto il torneo. Non poteva succedere ad un ragazzo più umile e simpatico.

James "Flushy" Dempsey - Il pro britannico ha vinto il suo primo braccialetto all’evento $1,500 Pot-Limit Hold'em, poi ha finito secondo alle spalle di Sam Farha al $10k Omaha Hi-Lo Championship.

Ryan: Avvertimento: "È un dottore! È un dottore! È un dottore!" Dempsey si è presentato alle WSOP 2010, con un solo premio WSOP a suo nome. Bene, l’inglese ha aggiunto altri quattro piazzamenti questa estate incluso un secondo posto e un braccialetto d’oro. Ha chiuso le Series al sesto posto nella classifica POY ed ha lasciato lo stato con oltre mezzo milione di dollari in vincite totali. Naturalmente, questo è quello che il dottore aveva prescritto.

David "Bakes" Baker – ha iniziato le Series con un sesto posto al $50k Player's Championship, poi ha vinto il $10k 2-7 Draw Championship; spesso confuso con ODB (l’originale David Baker), che ha avuto anche lui un estate da record.

Gordon: Baker mi ha davvero impressionato, ha navigato in un field brutale arrivando al tavolo finale del $50k e poi ha conquistato un braccialetto.

Michael Chow – giovane grinder di mixed-games che ha fatto il salto di qualità con il suo primo braccialetto all’evento $1,500 Omaha Hi-Lo ed è arrivato al tavolo finale dello stesso evento con un buy-in da $10k e ha mancato per un soffio il tavolo finale del $10k H.O.R.S.E.; è andato a premio al Main Event.

Harwood: Chow si è fatto notare a novembre come uno dei migliori giocatori al mondo di Omaha Hi-Lo dimostrando di poter dire la sua in uno dei field più duri al $10k.

Migliore Online-Turned-Live Grinder:

Jeffrey "jpapola" Papola – ha finito secondo al $2,500 NLH Six-Handed, poi ha iniziato il $5k NLH Six-Handed il giorno successivo, che ha vinto battendo Men Nguyen all’heads up.

Doft: Papola ha combattuto in un field di 1,245 ed ha chiuso al secondo posto per $391,068. Poi ha battuto altri 567, vincendo il suo primo braccialetto e $667,433 qualche giorno dopo.

Ryan: Papola ha conquistato oltre un milione di dollari e il suo primo braccialetto alle WSOP 2010, quadruplicando le sue precedenti vincite live. In più è del New Jersey, che gli da punti extra.

Dan "djk123" Kelly vedi sopra

Gordon: La bestia del WCOOP è diventato la bestia delle WSOP con la vittoria del $25k. Ho detto tutto.

Harwood: Kelly è riuscito a dimostrare di poter tener testa ai grandi pros live alle sue prime WSOP così come fa con gli avversari online, e si è assicurato un contratto di sponsorizzazione con Doyle's Room facendo coincidere la vittoria del braccialetto con il concorso per la scelta di un membro tra i Brunson Ten. Mossa astuta. In più, non si può che amare un ragazzo online che vince oltre un milione di dollari e quando va a festeggiare in un club la stessa notte, ha solo qualche banconota stropicciata da $20 nelle tasche.

David "Bakes" Baker vedi sopra

Peters: Baker ha avuto una Series da paura e davvero ha fatto in modo di farsi notare da tutti. Un tavolo finale al $50k, la vittoria al $10k 2-7 e un ottimo piazzamento al $10k O-8 mostrano che non si tratta di un normale giocatore online di NL. Può giocare a tutti i games contro i migliori del mondo.

John Racener – ha continuato la sua striscia positiva alle WSOP finendo alla grande; la parte importante delle sue Series è appena iniziata.

Harris: Racener aveva già oltre $1 milione in vincite online prima dell’estate. Come nel 2009, Racener è andato a premio quattro volte questa estate, incluso il suo quarto posto tra i November Nine.

Migliore Invasione Straniera:

Vladimir Schemelev – ha giocato quattro tavoli finali al suo debutto nei tornei americani; è apparso sulla scena con un secondo posto al $50k Player's Championship.

Peters: Chi è questo tipo e da dove diavolo arriva? Costruiscono giocatori di poker super-umani in Russia e poi li mandano quando sentono che sono pronti per competere. Non vi sorprendete l’anno prossimo se parleremo di un altro russo che farà lo stesso.

Gordon: La bestia pot-limit stud cash game da San Pietroburgo si è dimostrato come una forza questa estate lottando per il titolo di POY.

Harris: I suoi quattro piazzamenti – tutti tavoli finali – gli hanno fatto totalizzare $1.14 milioni in vincite, incluso un secondo posto al $50,000 Player's Championship.

Simon "durrrr killer" Watt – ha vinto il suo primo braccialetto in un evento $1,500 NLH; battendo Tom Dwan heads up e salvando l’economia del poker.

Ryan: Il Rio ha subito diversi casi di febbre da Coppa del Mondo durante le WSOP 2010. Cori, bandiere sventolanti, magliette indossate e addirittura vuvuzelas suonate nel corso dei due mesi di gioco. La migliora invasione americana è arrivata tuttavia da un vero tranquillo Kiwi. Il primo neozelandese della storia a vincere un braccialetto, Watt, conquista questo premio. Infatti ha battuto Dwan all’heads up, conquistando $614,248, un braccialetto d’oro e, secondo Mike Matusow, una foto sulla parete della Bobby’s Room.

Shawn Buchanan – ha continuato la sua consistente carriera nei tornei live con una buona estate e un secondo posto all’evento $25k Six-Handed No-Limit.

Doft: Il canadese Buchanan non è estraneo ai successi live, avendo vinto un WPT e con diversi altri piazzamenti in bacheca. Le sue WSOP non sono state mai così impressionanti, finora. Buchanan è andato a premio otto volte, chiudendo al secondo posto al $25k per $812,941.

Team Britannico – ha chiuso le serie con quattro vincitori di braccialetto e altre innumerevoli presenze ai tavoli finali.

Harwood: Se volete premiare un gruppo, questa non può che essere "L’Estate dei Britannici." Hanno sorpreso tutti con il valore della loro squadra, la quantità di tifosi e la tolleranza dei loro fegati. Praz Bansi ha dato il via con la vittoria di un braccialetto, e una volta sentito il "God Save the Queen", nessuno ha potuto più fermarli. Neil Channing è arrivato in fondo il giorno seguente, James Dempsey e Richard Ashby hanno avuto un estate da pazzi e Steve Jelinek ha conquistato anche la sua gloria. Almeno gli inglesi hanno avuto il poker con cui confortarsi durante i mondiali.

Maggiore Delusione:

Annette Obrestad – È ingiusto, ma è il primo nome che viene in mente. La 21enne ha subito le troppo alte aspettative che c’erano su di lei. Quasi tutti i magazine avevano in copertina la sua immagine e tutti i fan la fermavano ogni due minuti per una foto, quindi non c’era altro modo di soddisfare tali aspettative che vincere un braccialetto, e ciò è troppo da chiedere a chiunque, specialmente a chi non gioca a molti degli eventi mixed games con field ridotti.

Ryan: Aspettate, Phil Ivey ha vinto solo un braccialetto? Cosa? Solo una persona, l’attuale POY Frank Kassela, ha vinto braccialetti multipli. Come “Year of Multiple Bracelet Winners,” questa deve essere la delusione maggiore.

Duckworth: Ai miei occhi la delusione più grande delle WSOP 2010 è stata Joe Cada. Anche se ha giocato solo 16 eventi – all’opposto dei 50 di Tom Dwan – non è riuscito ad andare a premio in nessuno di questi. Mai Cada è arrivato in fondo, sempre fuori all’inizio. Si, si poteva aspettare un tale risultato ma doveva piazzarsi almeno un paio di volte per giustificare la vittoria dell’anno scorso dato che la prestazione al PCA High Roller lo può tenere a galla solo per un tempo limitato.

Peters: Si parla molto di Annette Obrestad, ma io direi Barry Greenstein. Ha ottenuto solo due piccoli premi ed ha giocato un alto numero di eventi come ogni anno. Nel complesso, la "vecchia brigata" non è andata troppo bene a queste serie. Doyle Brunson, Howard Lederer, Annie Duke, Chris Ferguson, Mike Matusow? Non avete sentito parlare molto di loro durante l’estate. È un nuovo giorno ed una nuova era. I giocatori più giovani stanno davvero prendendo il sopravvento e la gente deve cominciare a riconoscerlo.

Harris: Nessuno sarà d’accordo, ma personalmente penso che la vera delusione siano stati gli uomini che hanno partecipato al Ladies event.

Gordon: Sono ancora delusa per gli uomini che hanno deciso di giocare al ladies event. Hanno toppato completamente.

Harwood: Dimenticate il ladies event. Sono deluso del fatto che il Main Event non ha visto l’ascesa di nessuna nuova stella femminile. Quest’anno, le donne rappresentavano solo il tre percento del field nel Main Event, sotto al cinque percento dell’anno scorso. E l’ultima donna in gioco è uscita al 121° posto. Ciò significa che in due intere giornate al Rio c’erano solo uomini. Questo è un problema molto più grosso di un evento solo per donne.

Vincitore di Braccialetto più Meritato:

Quasi tutti hanno votato per il favorito dai fan Gavin Smith, che ha vinto il suo primo braccialetto nell’evento $2,500 Mixed Hold'em. (Ok, Peters aveva optato per un giocatore a caso di nome Phil Ivey,ma poi ha ripreso i sensi e ha scelto Smith.)

Ryan: Questo è un pareggio tra due grandi amici; Gavin Smith e Chris Bell. Entrambi erano senza braccialetto all’inizio delle WSOP 2010 e hanno vinto i loro rispettivi eventi in due giorni consecutivi. Ci sono pochi giocatori gentili e disponibili come Smith e Bell, e mi sono compiaciuto dei loro successi.

Peters: Meritava un braccialetto da molto tempo e non sarebbe potuto accadere ad un ragazzo più simpatico e divertente. È stato il momento di Smith per catturare l’oro WSOP e l’intera comunità del poker è felice per lui.

Harris: Smith ha giocato un eccezionale torneo e tavolo finale.

Ci rivediamo dopo la pubblicità per i WSOP Awards Parte II, in cui tratteremo dei momenti più memorabili delle World Series 2010.

Gioca nei Campionati PokerNews su Sisal Poker per oltre €3800 in premi extra. Gioca la serie C, qualificati gratis per tutti i tornei della Serie B o della Serie A e ricevi 5 Euro Subito + 100% fino a 400€ di bonus usando il codice POKERNEWS-405! Scopri le passwords dei tornei nel nostro gruppo Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli