Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

WSOP 2013 ME Day6: Morgenstern in testa, Castelluccio lotta per il final table

WSOP 2013 ME Day6: Morgenstern in testa, Castelluccio lotta per il final table 0001

Il Day6 del Main Event World Series Of Poker 2013 termina con un livello di anticipo rispetto al programma, a causa del rapido susseguirsi di eliminazioni.

Su 68 giocatori presenti ad inizio giornata, al termine del livello 29 ne restano 27, guidati da Anton Morgenstern. Il tedesco ha un netto vantaggio in chips sugli inseguitori, avendone imbustato 21.955.000. Molte di questo sono arrivata proprio all'ultima mano della giornata con la quale ha eliminato George Wong. Ve la riproponiamo come apparsa sul nostro blog:

Anton Morgenstern è l'original raise di questa mano, con 200.000 investite da under the gun. Call di Amir Lehavot dal bottone.
George Wong in posizione di big blind rilancia a 575.000.
La parola torna a Morgenstern che dopo tre minuti in the tank, forbetta per 1.000.000. Lehavot pensa a lungo, ma alla fine folda. Wong invece annuncia l'all in per 3.000.000. Call di Morgenstern.
Morgenstern: {9-Spades}{9-Clubs}
Wong: {a-Diamonds}{j-Clubs}
Il board è liscio {10-Clubs}{2-Hearts}{2-Diamonds}{6-Hearts}{2-Clubs} e Morgenstern sale sempre di più al comando del torneo, con oltre 21 milioni di chips.

Al secondo posto del chipcount si piazza il francese Sylvain Loosli, con 14.235.000. L'azione che lo proietta in alto è di quelle che confermano la natura spettacolare e a volte crudele del Texas Hold'em.

L'azione inizia con un rilancio a 200.000 da early da parte di Marc McLaughlin. Tutti foldano fino a Petit che dallo small blind tribetta fino a 425.000. Non è finita perchè Loosli riapre con una forbet di 975.000 dal big blind. McLaughlin folda, mentre Petit chiama.
Al flop scendono {J-Clubs}{9-Spades}{2-Clubs}. Petit checka, Loosli betta 950.000, e Petit rilancia a 2.000.000. Loosli pensa un po' e alla fine chiama.
Turn {K-Clubs}, ancora check di Petit. Loosli va all in, e Petit chiama mettendo in mezzo gli ultimi 4.045 miilioni .
Petit gira {A-Spades}{A-Diamonds}, Loosli had {Q-Spades}{J-Diamonds}. Petit è in vantaggio ma Loosli può ancora trovare una carta vincente, un dieci, un jack o una donna. Il dealer brucia una carta e con un attimo di suspance gira il river... un {10-Clubs}! Scala per Loosli che elimina l'avversario a sale al secondo posto del chipcount.

Queste le prime 10 posizioni al termine del Day6:

1Anton Morgenstern 21,955,000
2Sylvain Loosli 14,125,000
3Chris Lindh 12,030,000
4JC Tran 11,970,000
5Fabian Ortiz 10,810,000
6Carlos Mortensen 10,790,000
7James Alexander 9,445,000
8Jay Farber 8,975,000
9Matthew Reed 7,705,000
10Jason Mann 7,500,000

Tra i 27 rimasti in gioco, i nomi più noti sono quelli del vincitore del Main Event 2001 Carlos Mortensen, Steve Gee (9° lo scorso anno), Yevgeniy Timoshenko e JC Tran.

Ma per noi italiani la notizia più importante è la presenza tra questi di Sergio Castelluccio.

Sergio Castelluccio
Sergio Castelluccio

Il professionista campano ha chiuso con 6.440.000 chips, 13° nel chipcount di fine giornata. E' stata per lui una gara con alti e bassi, risollevata all'ultimo livello grazie all'eliminazione della giocatrice australiana Jackie Glazier. Ve la proponiamo:
Sergio Castelluccio apre a 200.000 da middle position, ma trova la 3bet all-in di Jackie Glazier per 1.975.000 dal big blind. Castelluccio snappa.
Castelluccio: {10-Hearts}{10-Diamonds}
Glazier: {a-Spades}{q-Spades}
Race pura, con un flop {9-Hearts}{9-Spades}{9-Clubs} che dimimuisce la chance dell'australiana. Il turn è un {5-Clubs}, e non cambia nulla. Un {k-Hearts} completa il board, eliminando l'ultima donna in gara al Main Event e riportando il pro italiano oltre quota 6 milioni.

Onore al merito agli altri due italiani che hanno iniziato la giornata insieme a Castelluccio.
Andrea Dato ha chiuso al 60° posto ($123.597): ormai corto decide di pushare con {a-Spades}{3-Clubs}, ma sbatte contro {a-Clubs}{k-Spades} e {8-Spades}{8-Hearts}. La mano però che fa capire che per lui non è giornata, arriva poco prima e lo vede chiudere scala al flop con {q-Hearts}{j-Spades}, con l'oppo che chiude full runner runner!

Andrea Dato
Andrea Dato

Gaetano Preite invece si deve arrendere al 48° posto, per un premio di $151.063. La sua prestazione è davvero senza paura, e lo porta ad un certo punto anche sopra i 6 milioni di chips grazie ad un grande bluff.

Gaetano Preite
Gaetano Preite

Poi però perde un all-in preflop con {7-Spades}{7-Hearts} vs {k-Clubs}{k-Spades} e si trova la porta del Main Event definitivamente sbarrata da questa mano:

Sami Rustom apre da under the gun a 180.000, Gaetano Preite pusha da cutoff per 360,000 chips, Rep Porter da small blind repusha per 1,865,000, Rustom chiama.
Rustom {K-Clubs}{K-Diamonds}
Porter {K-Hearts}{Q-Hearts}
Preite {8-Spades}{8-Clubs}
Board {A-Hearts}{8-Hearts}{2-Clubs}{10-Diamonds}{4-Hearts}, Preite trova il set al flop ma Porter chiude colore al river.

Per chi vuole rivivere tutta la cronaca di questo esaltante Day6, c'è il blog live di PokerNews Italia.

Domani si gioca l'ultimo step di questo torneo, quello che condurrà ai magnifici 9 del final table in programma il 4 e 5 novembre prossimo. Si inizia alle 21:00 ora italiana e gli occhi sono tutti puntati su Sergio Castelluccio, all'inseguimento di un'impresa riuscita finora solo a Filippo Candio nel 2010.

Seguite con noi il Day7, in diretta grazie al nostro blog sponsorizzato da GD Poker.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli