Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Storie tesissime tra Matusow e Forrest per una bet non onorata, chi paga chi?

Five Thoughts

Storie tese tra Ted Forrest e Mike Matusow per una vecchia storia di scommesse non onorate.

Parte tutto da un tweet di Forrest, un novellino su uno dei social più apprezzati nel mondo, nel quale chiede una correzione a Card Player una cifra non esatta rispetto al pagamento di una bet riguardante un eventuale calo di peso di "The Mouth".

Non siamo sicuri di quali numeri stia parlando Ted e di certo non possiamo sapere da quale parte stia la ragione, anche perchè Matusow non scrive su Twitter dal giorno in cui fu eliminato dal Main Event delle WSOP di quest'anno, esattamente 72 giorni fa, anche se nella discussione è intervenuto il fratello di Mike, Scott, dicendo che il primo a non aver onorato una scommessa con Mike è stato proprio Forrest.

I due sono andati avanti per giorni senza mai fermarsi fino a quando Forrest ha retwittato una foto nella quale Matusow figura in un jet privato, prova, secondo Ted, che "The Mouth" può pagare la scommessa e non versa affatto in condizioni economiche burrascose.

Forrest ha anche dichiarato di aver pagato una scommessa precedente da $100.000 al suo "rivale" e che è disposto ad arrivare anche a vie legali nel caso non venga risarcito da Mike.

Al momento è tutto quello che sappiamo. PokerNews sta cercando di parlare con entrambi, ma la comunità pokeristica in questi giorni sta facendo i conti in tasca a Matusow che in realtà ha partecipato a tutta una serie di tornei da buy in di $10.000 o superiori, come ad esempio il $20,000 NBC Heads-Up National Poker Championship che ha vinto portando a casa nel gennaio 2013, ben $750,000.

Anche se è evidente che Mike non dovrebbe essere rollato per questo tipo di tornei, il suo ego e il suo atteggiamento verso il gioco lo portano spesso a non mancare a questi tipi di tornei.
Peraltro Matusow parrebbe non rendersi partecipe alla moda degli ultimi anni che vede moltissimi top players scambiarsi quote anche pesanti per provare ad abbattere una ferocissima varianza che prima o poi colpisce tutti.

Dall'altra parte c'è Ted Forrest che probabilmente non ha ancora del tutto intatto il patrimonio di 6,2 milioni di dollari vinti in carriera e gioca soprattutto cash game a livelli abbastanza abbordabili tra la California e il Nevada e probabilmente spera di recuperare i soldi della scommessa persa con Matusow, se non nella sua interezza, almeno per una parte.

Si sa, i giocatori di poker sono senza dubbio finanziaramente instabili, ma proprio per questo, soprattutto chi non può permetterselo non dovrebbe fare una scommessa a 7 cifre, peraltro senza senso in assenza di un deposito cauzionale iniziale, se no poi si rischia di arrivare a questo tipo di scontro.

Apsetteremo di capire cosa succede tra Forrest e Matusow, anche se a nostro parere, alla fine di tutto, si risolverà in un "molto rumore per nulla".

Per rimanere sempre aggiornato su tutto quello che accade nel mondo del poker, segui PokerNews Italia su Twitter e diventa fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli