Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Heads-up nel No Limit Hold'em: Strategie di Poker Pre-Flop

poker strategia

Oggi parleremo di come preparare delle basi solide per giocare un Heads-Up preflop fullstacked nell'Hold'em poker. Ci soffermeremo sul gioco dal bottone e dal grande buio.

Nel mio precedente articolo sull'Heads-Up ho parlato di come adattare il proprio gioco agli shortstackers. In questo articolo spiegherò come formare delle basi solide per il gioco preflop nell'Head-Up quando si è fullstacked. Nella stesura dell'articolo presupporremo di avere, davanti a noi, stacks di 100 grandi bui.

Per quanto sia redditizio giocare contro gli shortstackers, è ancora più fruttuoso se lo shortstacker in questione è seduto ad un tavolo con 100 grandi bui avanti a sè. Forse hai individuato un giocatore debole con 100bb, o vuoi soltanto

preoccuparti di un giocatore regolare. Ci sono tantissime ragioni per giocare a poker con stack da 100bb.

Rilanciare dal bottone

Stiamo cercando una " gamma standard di carte" che puoi utilizzare contro un avversario del quale sai davvero poco. Abbiamo anche bisogno di capire la cifra con cui rilanciare.

Diciamo che è la prima mano dell'Heads-Up e sei al bottone con {q-Diamonds} {4-Spades}. Questa mano dovresti rilanciarla o no? Per evitare questo tipo di dilemma, è raccomandabile stabilire prima una certa gamma. Una buona base con cominciare la partita potrebbe essere aprire con 3bb più o meno per il 70-80% delle volte. Puoi semplicemente utilizzare Pokerstove (programma gratuito, cercalo su google e scaricalo se ancora non ce l'hai) e scrivere 75%. Ti darà la seguente gamma:

Heads-up nel No Limit Hold'em: Strategie di Poker Pre-Flop 101

questo è il miglior 75% di tutte le mani, calcolate in base alla loro forza contro una mano a caso. Ora, questo non significa necessariamente che questo sia il miglior 75% delle mani quando giochi con stack di 100bb. Se, per esempio, apriresti la partita più raramente con 32s che con J4o, allora dovresti fare come ti senti. Effettua la tua selezione personale del 70-80% delle mani che preferisci giocare più spesso.

Se credi che la lista sia troppo abbondante, puoi rimuovere alcune delle mani più deboli, o se vuoi aprire con più mani aggiungi i connettori serviti più bassi. Puoi cominciare ad effettuare alcuni adattamenti importanti appena avrai ottenuto qualche informazione sul tuo avversario. Folda molto quando è al grande buio? Allora apri con il 90, 95 o anche il 100% delle tue mani. Ogni volta che rilanci, investi 2,5 grandi bui per vincerne 1,5. Quindi, basterà che funzioni anche solo per il 62,5% delle volte perchè sia redditizio. La situazione diventa più complicata se il tuo avversario risponde alla tua azione dal big blind.

Adattare il tuo gioco a qualcuno che chiama spesso non è così difficile. Se folda facilmente postflop, puoi aprire tanto in preflop, aperture a cui poi farai seguire una c-bet al flop per aggiudicarti molti dei piatti. Se chiama molto postflop e fa tante azioni, allora assicurati di vedere il flop solo con le mani più forti. Puoi aprire meno mani e magari cominciare ad aprire con 3,5-4bb, se ti chiama in continuazione. Con un avversario del genere dovresti effettuare dei raise più per tentare di migliorare la tua mano che per aggiudicarti il piatto.

Quando siamo di fronte ad un giocatore che effettua molte 3-bet, ci sono varie cose che puoi fare:

· Aprire con meno mani (65-70%)

· Aprire con piccole puntate (di 2,5 o anche 2bb)

· Difendere più mani (chiamare le 3-bet)

· Bluffare con una 4-bet

Aprire meno mani è un modo logico per neutralizzare molte 3-bet. Stai rendendo la tua gamma di mani più forte foldando le mani più deboli e mantenendo in media le mani migliori. Questa è, comunque, una linea molto passiva da adottare e tu stai, in questo modo, accettando la sconfitta. L'altro 10% delle mani che foldi ora sono effettivamente pari a 15bb/100, che stai foldando a favore del tuo avversario senza fare troppa resistenza. Per cui questa linea di condotta dovrebbe essere adottata solo contro avversari completamente mentali e con coloro contro i quali le altre azioni semplicemente non funzionano.

Aprire con somme minori è un altro modo per opporsi alle 3-bet. Mantieni il piatto più basso e ti aggiudichi un bel bottino se il tuo avversario adatta la somma della sua 3-bet. Ora stai avendo la possibilità di giocare in position con un ancora un sacco di soldi davanti a te. Diciamo che il tuo avversario fa una 3-bet di 10bb e tu rispondi con un min-raise. La volta dopo probabilmente riduce la sua 3-bet a qualcosa come 8bb. Se mantiene la sua 3-bet a 10bb, si sta creando un piatto peggiore e puoi foldare senza che ti sia costato troppo.

Difendere più mani è un adattamento che dà il meglio di sé quando hai più informazioni su come gioca il tuo avversario. Osserva con quali mani tenta le 3-bet. Se le sue 3-bet riguardano molte mani broadway puoi facilmente difenderti ogni tanto con mani come 98s. Se spesso fa delle 3-bet con connettori serviti, allora chiama con A10. E' anche fondamentale che tu sappia cosa fare con A10 su un flop di Q 10 3, per cui attenzione quando ti difendi con queste mani marginali. Delle buone mani con cui difenderti contro una gamma sconosciuta sono le mani che floppano bene o che sono già forti come QJ, KQ, AJ. Ogni tanto può essere una buona idea anche difenderti solo con mani come AA e KK invece di fare una 4-bet.

L'ultimo adattamento che puoi fare è semplicemente rispondere con un re-re-raise, in altre parole bluffare sulla 4-bet. Ne parleremo dopo.

Giocare dal grande buio

Giocare dal grande buio è più difficile che giocare dal bottone. Il problema più grande è, ovviamente, che sei sempre out of position, il che ti mette automaticamente in grande svantaggio. Perciò raccomanderei di giocare molto più tight al grande buio rispetto a come faresti al bottone. Se qualcuno apre con il 100% delle sue mani a 3bb e tu hai {q-Hearts} {7-Clubs}, potresti dire: "Ho una mano che ha il 51% di equity contro questa gamma e sarò favorito per 2:1 se chiamo". Ma siccome questa mano è molto difficile da giocare postflop, è ancora meglio foldare la mano preflop.

Come quando si ha una strategia standard per il bottone, è utile prepararsi anche un piano per il grande buio. Una buona idea potrebbe essere difendere il 30% delle tue mani se non sai nulla del tuo avversario. Da questo 30% puoi tentare la 3-bet su metà e chiamare soltanto l'altra metà. Tieni a mente che quando il tuo avversario apre con il 100% delle sue mani, puoi giocare un progetto circa il 37,5% senza cambiare drasticamente il tuo gioco, altrimenti il tuo avversario può trarre profitto semplicemente rilanciando ogni volta che è al bottone. In pratica, ovviamente è logico subire delle perdite al grande buio e colmarle al bottone. Ma minimizzare le tue perdite al grande buio ha lo stesso effetto positivo sui tuoi conti che incrementare le tue vincite al bottone.

Quando guardi il miglior 30% delle carte su Pokerstove, vedrai che è fondamentale per te apporre delle modifiche personali. Per esempio, K4 non è molto giobabile contro un buon avversario, mentre 89 è una mano che potresti non foldare così facilmente.

Ecco un esempio di una gamma che di può giocare bene:

22+,A2+,K8+,Q9+,J8+,T8+,96+,86+,75+,64+,54,A7+,K9+,Q9+,JT

,T9

Heads-up nel No Limit Hold'em: Strategie di Poker Pre-Flop 102

Una volta che hai deciso con quali mani difenderti, hai bisogno di decidere con quali mani chiamare e con quali mani fare le 3-bet. Puoi partire dal tentare le 3-bet con delle mani su cui non c'è bisogno di riflettere molto, come 1010+, AQ+. Potresti anche voler provare una 3-bet con AJ, AT, KQ e KJ in attesa di incrementarne il valore, perchè il tuo avversario spesso chiamerà con meno e puoi floppare una forte coppia alta con cui andare all-in. Comunque, questa gamma copre solo il 7.7% delle tue mani e, quando sei contro un avversario che fa attenzione, è facilmente sfruttabile, dato che difficilmente otterrai una controazione sulle tue mani forti. Perciò raccomanderei di prevedere qualche variazione sulla gamma delle tue 3-bet.

Sebbene tu possa ancora giocare la 3-bet su KJ in attesa di incrementarne il valore, diventa più complicato tentare le 3-bet su una mano come QJ. Se al flop esce una Q o una J e vai all-in, ci sono alte probabilità che la tua mano non superi l'altra. Una 3-bet in questo caso non andrebbe giocata in attesa di floppare qualcosa, ma QJ si può giocare bene contro la gamma di mani al bottone di tutti quelli che la foldano. Sarebbe meglio limitarsi a chiamare con questa mano. Puoi accorgerti di quanto segue: la gamma di carte per una 3-bet di un buon giocatore consisterà di value-hands e bluffs, e di tutte le mani con cui può fare dei flatcall. Quindi dovresti aggiungere qualcuno dei connettori serviti più bassi alla tua gamma di carte scelte per la 3-bet. In questo modo ti rendi imprevedibile. Altre mani buone con cui giocare le 3-bet sono le coppie basse (22-66), perchè è difficile giocare queste mani in maniera fruttuosa postflop ed out of position contro un buon avversario.

Un esempio di una gamma ben bilanciata per le 3-bet è:

1010+,66-22,A10+,KJ+,T8,97-96,86,75,64+,54s,AJ+,KQ,T9

Heads-up nel No Limit Hold'em: Strategie di Poker Pre-Flop 103

Queste compongono il 13,3% delle tue mani, e comprendono il 7,7% di value-raise ed il 5,6% di bluffs. Siccome il giocatore medio giocherà le 3-bet troppo spesso, questo è un buon punto di partenza. Inoltre, come sempre nel No Limit Hold'em, ma specialmente quando si giocano gli Heads-Up, è importante adattarsi al proprio avversario.

Un concetto importante è non solo adattare la percentuale delle tue 3-bet, ma anche le mani con cui giocarsele. Se il tuo avversario chiama un sacco di 3-bet, allora limitati al flatcall con qualche connettore servito e fai la tua 3-bet con KJ, KT, AT e A9. Ridurre la frequenza delle tue 3-bet e non farle sui connettori serviti è un altra ottima opzione contro un giocatore debole che non si rende conto di quello che stai facendo.

Se il tuo avversario folda a quasi tutte le 3-bet, allora rimuovi AA, KK e molte delle mani più deboli dalla tua gamma di 3-bet e sostituisci le carte eliminate con i connettori serviti. La ragione è che ora sei contro delle mani molto forti se vieni chiamato e non vorresti avere KJ in una situazione del genere. Se qualcuno folda sempre, non vuoi neanche sprecare i tuoi AA e KK ed accontentarti solo di piatti di 4bb. Aggiungi mani come T7, 74, 43 e simili alla tua gamma di 3-bet, mani con cui sarai felice di aggiudicarti piatti di 4bb. Un'altra buona idea potrebbe essere incrementare la frequenza delle tue 3-bet. Se il tuo avversario continua a foldare, è spesso una buona idea fare una 3-bet per circa il 25% delle tue mani o anche di più fino a che il tuo avversario non adatta il suo gioco.

Anche la somma della tua 3-bet è molto importante. Se la tua 3-bet non è grande abbastanza, il tuo avversario può facilmente chiamare e renderti la vita postulo, dalla tua posizione, molto difficile, ma se fai una 3-bet troppo alta rischi di vincere troppo poco. La cifra generale contro un raise di apertura di 3bb con stacks di 100bb dovrebbe essere intorno ai 10-11bb. Quando rilanci a 10bb rischi 9bb per prenderne 4. Questo dovrebbe funzionare il 70% delle volte per essere redditizio. Non ci riuscirà sempre, per cui attento a quante volte il tuo avversario risponde alle tue 3-bet ed adatta la tua frequenza di conseguenza.

Se gli stacks diventano più grossi di 100bb, incrementa leggermente anche le tue 3-bet. Se per esempio hai puntato 10bb con le tue 3-bet, avendo davanti uno stack di 100bb, allora prova una 3-bet di 11bb con stacks di 125bb e 12bb con stacks di 150bb. Altrimenti diventerà troppo semplice per il tuo avversario difendere la sua mano e giocare in position. Se non adatti la gamma di 3-bet agli stacks ti rendi la vita complicata senza che vi sia una reale necessità.

NB: Questa teoria della 3-bet è più flessibile rispetto alla gamma con cui rilanciare al bottone. Se vuoi giocare le 3-bet per ragioni di fluidità di gioco o perchè hai già letto il tuo avversario, puoi deviare dalla tua solita gamma e basare il tuo gioco sulla lettura. Sebbene tu debba spesso seguire la tua gamma normale, questa non è un dogma, per cui hai la possibilità di cambiare quando hai ottenuto determinate letture.

Le 4- e 5-bet

Come abbiamo fatto per gli open-raises e le 3-bet, è una buona idea determinare sin dall'inizio quali mani giocheremo fino in fondo. Proprio come prima, questo presuppone avere una strategia standard e adattarsi al tuo avversario.

Un buon punto di partenza sarebbero mani come TT-QQ/AK e AQ. Se il tuo avversario sta giocando in modo molto aggressivo, potresti aggiungere alla tua lista anche AQ. Se sai che il tuo avversario va all-in con leggerezza puoi aggiungere anche 99 alla tua gamma di 3- e 4-bet e giocarti fino in fondo anche questa mano. Spesso ti farai velocemente una idea su come gioca il tuo avversario e puoi immediatamente adattarvi la tua gamma. Se un giocatore fa una 3-bet di 11bb, allora tu puoi rispondere con una 4-bet di 26-28bb. Ciò ti da qualche possibilità di bluffare senza costringere il tuo avversario al call per le odds. Stai anche lasciando spazio ad una 5-bet all-in senza ancora impegnarti troppo. Quando fai una 4-bet di 27bb, stai rischiando 24bb per vincerne 13bb. Ciò significa che il tuo avversario dovrà foldare il 65% delle volte perchè questo tipo di gioco sia redditizio in modo diretto. Assicurati anche di adattare le tue 4-bets agli stack per non dare al tuo avversario le giuste odds per chiamare.

Sebbene la 4-bet spesso avvenga in una situazione specifica, il tipo di mani con cui la giochi farà una certa differenza. Non dovresti tentare la 4-bet con una mano che è forte abbastanza per chiamare una 3-bet, ma è troppo debole per chiamarci una 5-bet all-in. Quando decidi di fare una 4-bet, utilizza le mani più forti e quelle più deboli della tua gamma. Ha una vasta scelta di mani deboli, ma le tue migliori mani deboli sono K5 e A3, semplicemente perché in mano hai Asso o K. Queste carte diminuiscono il rischio che il tuo avversario abbia Asso o K in mano, che sarà ovviamente la maggior parte delle mani con cui il tuo avversario andrà all-in.

E' una buona idea lasciare AA e KK fuori dalla gamma delle carte con cui faresti una 4-bet contro un giocatore che non va all-in facilmente. Questo perché ha molto valore chiamare semplicemente con queste mani è giocarci un piatto postflop a partire da 20bb. Questo compensa la tua gamma per chiamare le 3-bet, altrettanto quella per fare le 4-bets. Se un giocatore va all-in con molta leggerezza, dall'altro lato, è ovviamente una buona idea fare le 4-bets con le monsters hands ed attendere la sua 5-bet.

Il bluff sulla 5-bet è qualcosa che dovresti utilizzare sporadicamente. Non tutti i giocatori tentano i bluff alla 4-bet, per cui non ha molto senso tentare un bluff sulla 5-bet contro un giocatore che non bluffa alla 4-bet. Ma qualche volta ti troverai nella situazione in cui puoi bluffare sulla 5-bet. Se fai spesso le 3-bet, allora la prima 4-bet sarà più spesso un bluff che una value 4-bet. Spesso anche il tempo ti può dare delle indicazioni sulla possibilità che il tuo avversario stia bluffando o se abbia una mano con cui vuole andare all-in. Se un giocatore fa le sue 4-bets molto velocemente infatti, c'è una forte possibilità che sia debole rispetto alla tua 3-bet e che abbia deciso di risponderti già prima che tu te la giocassi. Potrebbe anche necessitare di prendersi un po' di tempo per pensare a cosa fare con AA o KK. In una situazione del genere potresti quindi tentare un 5-bet bluff nel momento in cui il tuo avversario ti ha lasciato una certa libertà di movimento con la sua 4-bet. Qui c'è anche un bonus se hai in mano un Asso o una K, perché ti danno una extra equity se vieni chiamato, e c'è minor possibilità che l'avversario abbia una mano premium. Nonostante non ci siano molti Assi e K nella tua gamma di 3-bet, puoi facilmente utilizzare A10 per un 5-bet bluff.

Ecco l'esempio di una mano per dimostrare come funziona un 5-bet bluff:

Full Tilt Poker Game #10852419747: Tavolo Worron (deep hu) - $0.50/$1 - No Limit Hold'em - 11:59:03 ET - 2009/02/26

Posto 1: Hero ($257)

Posto 2: Avversario ($100)

Avversario posta il piccolo buio di $0.50

Hero posta il grande buio di $1

Il bottone è al posto #2

*** HOLE CARDS ***

Hero riceve {4-Hearts} {3-Hearts}

Avversario rilancia a $3

Hero rilancia a $10

Avversario ha 15 secondi per rispondere

Avversario fa scorrere il TEMPO a disposizione

Avversario rilancia a $25

Hero rilancia a $257, ed è all in

Avversario aggiunge $25

Avversario folda

La puntata non chiamata di $232 torna a Hero

Hero non mostra le carte

Hero vince il piatto ($50)

*** SINTESI***

Piatto totale $50 | Rake $0

Posto 1: Hero (grande buio) ha vinto ($50), non ha mostrato le carte

Posto 2: Avversario (piccolo buio) ha foldato prima del Flop

Diciamo che stai facendo una 4-bet per la prima volta e il tuo avversario è un buon giocatore regolare. Chiamare non è una buona opzione qui, per cui hai bisogno di foldare o di fare una 5-bet. Con un all-in rischi 90bb per vincerne 35bb. Diciamo che l'avversario fa le sue 4-bets e chiama andando all-in con AK, AQ e TT+, quindi hai il 29,8% di equity. Se il tuo avversario bluffa il 70% delle volte, vincerai (0,7*35)+((0,298*200)-(0,702*200))*0,3 = 0,26bb con questo all-in.

Il primo numero è quante volte ti aggiudichi il piatto preflop (il 70% delle volte, il piatto è 35bb), il secondo numero è il numero di volte che vincerai dopo esser chiamato, il terzo numero è il numero di volte in cui perderai la mano dopo il call, ed il quarto numero è il 30% delle volte che ti chiameranno. Quindi moltissimo dipende dalla tua lettura. Se il tuo avversario bluffa oltre il 70% delle volte in questo esempio, questa azione potrebbe essere redditizia, ma se bluffa meno del 70% delle volte il tuo 5-bet bluff è –EV.

Anche se il tuo avversario bluffa meno del 70% delle volte non risulterà grave fare un errore una volta, visto che poi egli si assicurerà di pensarci due volte prima di tentare una 4-bet la volta successiva. Puoi guadagnare dalle tue perdite nell'essere in grado di giocare le tue 3-bet con maggiore libertà più tardi durante la partita.

Ricorda che questi tipi di azioni presuppongono una grande varianza, per cui non cominciare a farle troppo spesso ed evitale se sei in difficoltà o se semplicemente non ti piace l'azzardo. Anche se questa mossa è +EV, puoi comunque essere chiamato un paio di volte e perdere il piatto.

Sintesi

In questo articolo abbiamo parlato di come comportarsi preflop nelle partite di No Limit Hold'em Heads-Up. Abbiamo illustrato diverse strategie che puoi utilizzare e come adattare il tuo gioco alle differenti strategie del tuo avversario. Se hai qualunque commento o domanda, sentiti libero di scriverne sul forum.

Buona fortuna ai tavoli!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli