Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerNews WSOP 'Nove di Novembre' da vicino: Ivan Demidov

PokerNews WSOP 'Nove di Novembre' da vicino: Ivan Demidov 0001

Ivan Demidov, il 27enne proveniente da Mosca, Russia, ha partecipato questa estate alle sue prime World Series of Poker, giocando quasi ogni evento durante le sette settimane di tornei. Ad ogni modo, prima che il Main Event partisse, Demidov era arrivato a premi solo una volta, un 11° posto nell'Event #44, $1,000 No-Limit Hold'em con Rebuys, guadagnando $39,854. Demidov è arrivato in cima al momento giusto, diventando uno dei Nove di Novembre, e potrà quindi competere per l'ambito braccialetto WSOP e per un primo premio di oltre $9 milioni. Questo è un risultato piuttosto impressionante per qualcuno che gioca seriamente a poker da due anni.

Il giocatore di poker "semi-professionista" studiava matematica al college quando ha scoperto per la prima volta il poker e da allora, la maggior parte dell'esperienza l'ha fatta online. Ha detto che il passaggio dall'online al poker dal vivo è stato molto duro per lui, probabilmente a causa del ritmo più lento dei giochi dal vivo, oppure a causa della loro noiosa lunghezza. Per prepararsi per Novembre, Demidov ha programmato di giocare in qualche torneo, incluso nel Zavidovo Open nella sua patria in Russia, alle WSOPE, e all'EPT. [Note dell'editore: al momento della scrittura dell'articolo, Ivan Demidov ha raggiunto i tre tavoli finali al Main Event WSOPE.] In aggiunta, Demidov ha programmato di lavorare con alcuni pro Russi, incluso il suo amico Alexander Kostritsyn.

Prima dei suoi due premi quest'anno alle WSOP, Demidov è andato solo due volte a premi nei tornei dal vivo. Ha chiuso al quinto posto all'evento Pot-Limit Omaha nel 2006 al Russian Poker Championships, che si è tenuto nella tua patria. L'anno dopo è andato a Las Vegas per il Doyle Brunson Five Diamond World Poker Classic, dove si è piazzato terzo in un torneo NLHE di $1,000, guadagnando $21,710. Sembrava potesse arrivare a premi per la prima volta alle WSOP durante il $2,000 Omaha Hi/Low Split dopo aver condotto il campo nel Day 1, ma Demidov è stato eliminato a pochi posti fuori dei premi.

Il viaggio di Demidov verso il Main Event WSOP di quest'anno non è partito con una buona prima giornata, ma è riuscito a fare continui progressi durante il suo secondo giorno. Ha chiuso il Day 1b con solo 37,000 in chips e poi ha più che quadruplicato nel Day 2a, a 172,500. Ha chiuso il Day 3 a 573,000 in chips e ha incrementato il suo stack ancora, a 974,000, nel Day 4. Una delle più grandi eliminazioni di Demidov è stata nel Day 5 quando ha eliminato il famoso pro Hoyt Corkins, quando la sua coppia d'Assi ha tenuto contro la coppia di Donne di Corkins. Alla fine della giornata, era salito a 2.185 milioni, portandosi al terzo posto in classifica tra gli ultimi 79 giocatori. Al Day 6 ha eliminato Terry Lade, Adam Levy, Greg Byard, perso una grossa mano contro Cristian Dragomir, per poi vincere un grosso piatto da Tiffany Michelle, per un complessivo double-up a quasi cinque milioni in chips.

Demidov ha iniziato il Day 7 11° in chips tra i restanti 27 giocatori con 4,965,000, ed ha iniziato prudentemente, rimanendo fuori per la maggior parte delle mani. La sua mossa migliore è stato essere fortunato al momento giusto, battendo il tris floppato di Chino Rheem su un board tutto a cuori con il suo {9-Hearts} che ha migliorato in un colore più alto. Verso la fine della giornata ha vinto un piatto da otto milioni in chip da Craig Marquis quando la sua coppia di Dieci ha chiuso il tris, e Marquis ha potuto trovare solo la top pair, col top kicker con i suoi A-Q.

Demidov va verso la finale di Novembre secondo in chips con 24.4 milioni. Ha ammesso in un intervista successiva al Day 7 che non ha giocato al suo meglio e ha sentito di giocare troppo cauto, troppo chiuso. Ha detto che non ha né azzardato né giocato aggressivo come voleva tranne verso la fine dell'ultimo giorno. Due dei suoi hobby che ha elencato, lo sci e le immersioni, sono tipicamente considerati tra i più avventurosi e rischiosi. Forse è questo il Demidov che vedremo a Novembre.

Dato che è arrivato al final table, Demidov ha la possibilità di battere il quarto classificato al Main Event dell'anno scorso Alexander Kravchenko, il miglior risultato di un Russo. Ma il record della sua prestazione con solo due anni di gioco nei tornei alle spalle sarebbe ancora più festeggiato se diventasse il primo Russo vincitore del Main Event.

Buona fortuna, Ivan!

Ecco Ivan intervistato sul campo del Main Event delle World Series of Poker Europe dalla nostra inviata di PN Gloria Balding:

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli