Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP 2009: #18 Omaha Hi/Lo, Daniel Alaei Vince il Secondo Bracciale

WSOP 2009: #18 Omaha Hi/Lo, Daniel Alaei Vince il Secondo Bracciale 0001

Dopo tre giorni di poker nella versione split-pot, Daniel Alaei è riuscito ad imporsi su Scott Clements in un rapidissimo heads-up che lo ha portato a vincere il secondo bracciale delle World Series of Poker. Il successo è arrivato questa volta nell'evento 18, il $10'000 World Championship Omaha Hi/Lo. Alaei ha dovuto superare l'opposizione di giocatori temibili ancora in gara nel Day 3 quali Clements, Annie Duke, Daniel Negreanu e Sam Khouiss per arrivare a vincere il bracciale ed il primo premio da $445'898.

Diciassette giocatori sono tornati in sala per il Day 3 del campionato del mondo di Omaha Hi/Lo, ma il field è stato rapidamente ridotto al tavolo finale con le eliminazioni di Toto Leonidas (17°), Alex Kravchenko (16°), Pat Pezzin (15°) e Ted Lawson (14°).

Quando Cameron McKinley è stato eliminato al decimo posto i restanti giocatori sono andati in pausa cena per poi tornare a contendersi il titolo con questa situazione:

Seat 1: Scott Clements - 1,445,000

Seat 2: Annie Duke - 225,000

Seat 3: Daniel Alaei - 540,000

Seat 4: Greg Jamison - 350,000

Seat 5: John Monnette - 940,000

Seat 6: Yueqi Zhu - 170,000

Seat 7: Tom Koral - 220,000

Seat 8: Ben Boyd - 855,000

Seat 9: Daniel Negreanu - 635,000

Yueqi Zhu è stato la prima vittima del tavolo finale. Per lui il nono posto vale $54'179.

Annie Duke è riuscita in questo torneo a portare a casa un altro ottimo premio guadagnando $58'049 per l'ottavo posto. Un piatto a tre ha portato all'eliminazione di Tom Koral al settimo posto ($65'453). Daniel Negreanu e John Monnette hanno entrambi chiamato l'all-in preflop di Koral per poi fare check fino a vedere l'intero board che leggeva {a-Diamonds}{5-Hearts}{6-Spades}{6-Clubs}{9-Hearts}. Monnette ha rivelato {a-Clubs}{k-Clubs}{10-Diamonds}{2-Hearts} per la doppia coppia con assi - punto buono abbastanza per vincere l'intero piatto. Koral non ha potuto nulla con il proprio K-K-4-4.

Daniel Negreanu ha invece fatto tutto da solo quando si è incaricato dell'eliminazione di Greg Jamison. Negreanu è stato l'unico a chiamare il rilancio preflop di Jamiso e quando il flop ha dato {k-Diamonds}{3-Clubs}{2-Hearts} il suo avversario ha puntato ancora. Negreanu ha rilanciato ed i due hanno iniziato una serie di raise e reraise che hanno portato Jamison all-in con {a-Hearts}{k-Clubs}{5-Spades}{3-Hearts} per la migliore doppia coppia, ma Negreanu aveva {j-Spades}{4-Spades}{2-Spades}{2-Diamonds} per il set basso. Turn e river hanno dato {8-Diamonds} e {a-Spades} e Negreanu ha potuto tirare a sé il piatto eliminando Jamison al sesto posto ($77,736).

John Monnette si trovava a quel punto disperatamente short-stack ed è presto andato all-in dallo small blind venendo chiamato sia da Daniel Alaei sia da Ben Boyd. Il flop ha dato {4-Diamonds}{a-Spades}{5-Hearts}. Entrambi i giocatori ancora attivi hanno fatto check al flop ma Alaei ha deciso di puntare al {6-Diamonds} del turn. Boyd ha chiamato e visto ancora anche alla puntata di Alaei al {j-Clubs} del river. Boyd aveva 2-4-7-8 per la scala all'otto buna per il piatto e per l'eliminazione al quinto posto di Monnette ($97'422).

Daniel Negreanu, dopo aver raggiunto il secondo tavolo finale in pochi giorni ha nuovamente sfiorato il bracciale facendosi eliminare al quarto posto. Nella sua ultima mano, Negreanu ha chiamato il raise preflop di Scott Clements con in mano {2-Hearts}{4-Diamonds}{9-Spades}{10-Hearts} ed è poi andato all-in al {3-Spades}{4-Hearts}{4-Clubs} del flop. Clements ha chiamato con {2-Spades}{3-Clubs}{5-Spades}{5-Clubs} per il progetto di scala bilaterale. Per lui è arrivato il punto vincente con l'{a-Spades} del turn. Negreanu non ha potuto nulla quando il {j-Spades} è calato al river dovendosi accontentare di un primo premio da $130'401.

I tre giocatori ancora in gara hanno poi deciso di entrare con un limp sul piatto per vedere il {5-Hearts}{j-Spades}{2-Clubs} del flop al quale Daniel Alaei ha aperto le puntate. Ben Boyd è andato all-in per meno di un rilancio intero e sia Scott Clements sia Alaei hanno chiamato. Clements e Alaei hanno fatto check al {k-Hearts} del turn e Alaei ha poi puntato al {3-Clubs} del river. Clements ha foldato e Alaei ha scoperto {k-Spades}{10-Diamonds}{4-Spades}{6-Spades} per la scala al sei ed il migliore punto low. Boyd aveva solo {4-Hearts}{8-Diamonds}{9-Diamonds}{j-Hearts} ed è stato eliminato al terzo posto per $182'730.

Daniel Alaei arrivava al testa a testa in ottimo vantaggio e già alla seconda mano è riuscito a sbarazzarsi di Scott Clements. Tutte le chips sono finite al centro del tavolo preflop quando Alaei giocava con {a-Diamonds}{k-Clubs}{k-Hearts}{4-Clubs} contro l'{a-Hearts}{5-Hearts}{3-Clubs}{2-Hearts} dell'avversario. Il board ha dato {9-Spades}{q-Clubs}{7-Clubs}{10-Spades}{k-Spades} offrendo il set ad Alaei eliminando Clements al secondo posto ($275,946). Alaei, che aveva già vinto un bracciale WSOP nel deuce-to-seven lowball del 2006, questa volta ha vinto un primo premio da $445'898.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli