Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP 2009: $10’000 NLHE Main Event, Demes Conduce nel Day 1b

Jesse Rios

Nel Day 1b si sono presentati in sala solo 873 giocatori rispetto ai 1’116 del Day 1a. Tra questi erano comunque numerosi i campioni internazionali quali Greg Raymer, Chris Moneymaker, Doyle Brunson, Amarillo Slim Preston, Jim Bechtel, Chris Ferguson e Carlos Mortensen.

Il Day 1b è sembrato una questione di famiglia quando a Doyle Brunson si sono aggiunti in gara il figlio Todd e la figlia Pam. Jack Ury intanto ha migliorato il record che già gli apparteneva quale giocatore più vecchio ad iscriversi al Main Event - 96 anni. Tra gli altri grandi in gara anche Hoyt Corkins, Kara Scott, Grant Levy e Alex Kravchenko.

Considerato da molti l’artefice del boom del poker del ventunesimo secolo, Moneymaker questa volta non è andato oltre la prima giornata di gara. Nella sua ultima mano si è giocato tutto preflop con {10-Spades}{10-Hearts} scoprendosi in difficoltà contro Joe Villacci che giocava con {a-Clubs}{a-Spades}. Quando il board ha rivelato {7-Diamonds}{q-Spades}{9-Clubs}{6-Hearts}{q-Hearts}, Villacci ha potuto eliminare l’ex-campione con una coppia di assi. Tra le altre eliminazioni dei primi livelli anche quelle di David Steicke e del pugile Winky Wright.

Jeremiah Smith ha subito trovato un utile raddoppio quando i suoi assi hanno retto contro la coppia di kings di un avversario ma il conduttore di “Cash Plays” è stato eliminato poco dopo la pausa cena in modo piuttosto brutale. Tutto il denaro è finito al centro del tavolo al turn quando il board leggeva {a-Clubs}{9-Clubs}{3-Hearts}{7-Diamonds}. Smith ha scoperto una coppia di tre che gli dava il set ma Jim Bookstaff aveva giocato con una coppia di assi per il set migliore. Il {9-Hearts} del river ha dato ad entrambi il full ma Smith veniva eliminato comunque. Assieme a lui tra gli eliminati di metà serata anche David “The Dragon” Pham, Vicky Coren e Doyle Brunson.

Anche Brunson è stato vittima di una coppia di tre servitagli e trasformatasi in set. Il suo avversario si trovava con una doppio progetto di scala ad incastro con 6-5 su un flop che leggeva 9-7-3 e Brunson è stato eliminato dal 4 del turn che ha chiuso quel progetto.

Pascal Perrault è stato eliminato poco prima dell’ultima pausa di giornata quando i suoi assi sono stati spezzati da un avversario. Stessa sorte per Dustin Woolf eliminato in una brutta mano a fine Day 1b. Woolf ha aperto con un rilancio da late position per poi chiamare l’all-in dello small blind con {a-Spades}{k-Hearts}. Woolf aveva lo stack più piccolo ma sembrava tranquillo quando anche l’avversario ha scoperto {a-Diamonds}{k-Clubs}. Il board ha però rivelato {k-Diamonds}{9-Diamonds}{8-Diamonds}{4-Diamonds}{a-Clubs} offrendo il colore all’avversario di Woolf.

Suonato il segnale di chiusura del Day 1b, Brandon Demes si trovava in vetta alla classifica provvisoria con 137’075 chips. Tra gli altri grossi stack c’erano quelli di Nick Maimone, Jim Bookstaff e Jesse Rios (in foto) mentre altri volti noti quali Fabrice Soulier, Sam Khouiss, Shaun Deeb, Greg Raymer e Alex Kravchenko riuscivano a superare, in un modo o nell’altro, la giornata di gara. Con loro, accederanno al day 2 anche Amarillo Slim Preston, Juha Helppi, Luca Pagano, Jerrod Ankenman e Ali Eslami.

Restate con PokerNews per seguire in diretta tutto il Main Event delle WSOP.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli