Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

IPT Sanremo – Terza Tappa Pokerstars.it Italian Poker Tour - Day 2 - Di Cicco e Rinaldi in testa al gruppo

Massimo Di Cicco

Il Day 2 di questo terzo appuntamento del PokerStars.it Italian Poker Tour di Sanremo ha visto ridursi il field da 164 a 35 giocatori ed è Massimo di Cicco a fine giornata a guidare il gruppo dei sopravvissuti. Il runner up dell'EPT di Praga, dopo aver iniziato la giornata tra gli short stacks con appena 27,000 chips, è riuscito nell'arco dei nove livelli ad accumulare la bellezza di 483,000 chips. Ma andiamo con ordine.

Con più di metà field sotto average il ritmo dei double up e delle eliminazioni è stato, come da previsione, subito molto elevato e tra i primi giocatori a finire nella lista dei player out c'erano Luca Pagano, Max Lupi, Danilo D'ettoris e Gianluca Bovini.

Più volte nel corso della giornata si sono visti big stacks scontrarsi e alla fine diventare monster stacks. E' il caso, per esempio, dello scontro tra Claudio Rinaldi e Daniele Amatruda. Sarà quest'ultimo alla fine della mano ad avere la peggio. Dopo un rilancio di Rinaldi a 5,600 da under the gun con bui 1000/2000, Amatruda da bottone ha controrilanciato a 13,200. Lo svizzero ha quindi rilanciato nuovamente a 32,000 e a questo punto il savonese ha mandato la vasca per più di 100,000. Rinaldi ha chiamato mostrando {q-Hearts} {q-Diamonds} e trovando Amatruda in una pessima situazione con {10-Diamonds} {10-Hearts}. Board bianco e Rinaldi è schizzato a 241,000 per poi chiudere la giornata secondo in chips a 391,500.

Nel frattempo cadevano anche Fabrizio Ascari, Daniele Mazzia, Carla Solinas e il super aggressive Andrea Benelli.

Verso la seconda parte della giornata si andava formando un altro monster stack, quello di Franz Friedrich. Il tedesco ad un certo punto del torneo ha assolutamente rotto gli equilibri del suo tavolo, continuando a rilanciare e controrilanciare gli avversari al suo tavolo, vincendo parecchi piatti uncontested e portandosi fino a 450,000 chips senza mai vincere grossi showdown. L'azione martellante del tedesco ha portato all'esasperazione i suoi compagni di tavolo tanto da spingerne uno a giocarsi il suo intero stack in un bluff senza speranza (
vedi blog).

Nel corso del Day 2 si sono messi in luce anche diversi giocatori che nelle prime due giornate di torneo si erano "mimetizzati" nell'alto numero di giocatori presenti. Tra questi il pro svedese Ramzi Jelassi che ha chiuso a 327,500 (8° in chips) e il pro tedesco vincitore del Master Classics 2006 (€ 700,000) Ali Jalali, che ha chiuso a 194,500. Da annotare sicuramente anche le ottime prestazioni di Roberto Pompei, da diverso tempo regular delle maggiori manifestazioni di poker in Italia, che ha chiuso a 371,500 (4° in chips) e quella del pro di Bwin Niccolò "Luisgallo" Caramatti, celebre online per la sua bravura nella specialità dei sit&go.

Ancora dentro e pienamente in corsa troviamo inoltre altri esperti giocatori tra cui Michele Slama Saad a 354.000, Claudio Cecchi a 141.500, Giuseppe Pipino a 168.500, Alessandro De Michele a 155.500 e il pro del team Pokerstars.it Pierpaolo Fabretti a 110.000.

A fine giornata i primi dieci giocatori in chips sono i seguenti:

Massimo Di Cicco 483.000
Claudio Rinaldi 391.500
Andrea Sapere 383.000
Roberto Pompei 371.500
Michele Slama Saad 354.000
Franz Friedrich 334.000
Giorgio Bellacicco 329.500
Ramzi Jelassi 327.500
Francesco Veronese 310.000
Alberto De Nardi 297.500

Domani il Day 3 riprenderà alle 15,00 e terminerà non appena i giocatori rimarranno in 8. Questi infine ritorneranno Lunedì per giocare il tavolo finale televisivo che potrà essere seguito in diretta live streaming direttamente qui da PokerNews.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli