Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Sam Chauhan: Mentore dei Poker Pros

Josh Arieh

Josh Arieh non riusciva a esprimere il suo gioco e non si spiegava il perché.

"Per un lungo periodo ho pensato di giocare un grande poker ma c’era qualcosa che non andava," ha detto.

L’amico di Arieh e collega pro Antonio Esfandiari ha vissuto un esperienza simile. Dopo una lunga assenza di successi nei tornei maggiori, Esfandiari si è rivolto al coach di Las Vegas Sam Chauhan, e dopo un breve periodo insieme, Esfandiari si è ritrovato di nuovo a lottare per la vittoria al World Series of Poker Main Event. È arrivato al giorno precedente la definizione dei "November Nine," finendo al 24° su 6,494 iscritti, per una vincita di $352,832.

L’agente di Arieh, Brian Balsbaugh, ha presentato il suo cliente a Chauhan nell’autunno 2009. “Ho pensato per un periodo di rivolgermi ad uno psicologo dello sport e poi ho visto come ha funzionato per Antonio, mi sono detto di provare ed alla fine è stata la migliore decisione che abbia mai preso, non solo per la mia carriera, ma per la mia vita. Ora la mia vita va molto meglio grazie al lavoro di Sam” ha detto Arieh.

Quando si tratta di lavorare con i giocatori di poker, Chauhan usa un approccio fisico-mentale. “Il mio compito è aiutare i giocatori a stare più concentrati! Limitare le distrazioni, fare si che abbiano il controllo della loro mente invece che sia la mente a controllarli. Pensare al poker come uno sport Olimpico, ha effetto sulla salute, la mente, l’equilibrio interiore e le abilità. Quando la vita interiore va bene, il vostro gioco può solo migliorare.”

Le indicazioni di Chauhan sono rigorose, specialmente per i giocatori di poker che di solito hanno uno stile di vita non tradizionale e sono abituati a non seguire regole e programmi. Dopo tutto, questo è uno dei motivi per cui diventano dei giocatori – per non rispondere a nessuno tranne che a se stessi. Chauhan, tuttavia, crede che la responsabilità sia la chiave, non solo per uno, ma per tutti. Da ai suoi clienti un programma equilibrato che include anche tempo per l’esercizio fisico tre volte alla settimana.

Come per Esfandiari, il gioco di Arieh è migliorato sotto la guida di Chauhan. Da quando lavora con lui, Arieh ha giocato tre eventi live ed è arrivato al tavolo finale per due volte, incluso un secondo posto al WPT Doyle Brunson Five-Diamond World Poker Classic, portando a casa $952,290.

“Josh ha un incredibile talento,” ha detto Chauhan. “Quando va a pieno regime è difficile batterlo. Al WPT è stato short stacked per gran parte del tempo ma non ha mollato ed è riuscito a recuperare.”

La chiave della filosofia di Chauhan è aiutare la crescita di quella che chiama l’ “anima interiore.” Questa forza che è dentro di noi deve essere usata sempre al tavolo, quando si deve recuperare, dimenticare una bad beat, non farsi innervosire dalle parole, evitare il tilt, e naturalmente non farsi buttare giù dalle sconfitte.

“Molte persone credono che il denaro sia la risposta per raggiungere la felicità,” ha spiegato Chauhan. “Sono fuori strada. È crearsi una forte anima interiore! Molta gente con tanti soldi è infelice. I grandi risultati a poker sono il riflesso di una forte anima interiore.

L’allenamento di Chauhan non ha dato ad Arieh solo risultati ai tornei, ha riavviato la sua attitudine come giocatore professionista di poker. “Sono veramente eccitato per la mia carriera mentre prima non mi importava più di tanto ed avevo iniziato a pensare di dedicarmi ad altro,” ha detto Arieh.

“Josh continuerà a vincere nel gioco della vita,” ha detto Chauhan del suo cliente. Ha preso la decisione di capire quello che è importante.”

Anche voi potete farlo. Il consiglio di Chauhan?

“Fate il 2010 il vostro anno tirando fuori quello che avete dentro.”

Diventate nostri fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli