Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Luca Moschitta: Un giovane sogno tutto da immaginare

Luca Moschitta

Da pochi giorni sono stati ufficializzati i nuovi players della batteria di PokerStars.it online: Luca Moschitta è tra questi.

Pur avendo solo 20 anni ha alle spalle risultati veramente significativi online e live. Vanta il titolo di più giovane SuperNova Elite di sempre su PokerStars. Giocatore preparato ai tornei Heads-Up, ma ottimo anche nei MTT. Online ha ottenuto molti risultati nei grandi tornei domenicali e due tavoli finali alle ICOOP nel 2009, mentre live ha raggiunto il tavolo finale all'IPT di San Remo I ed è andato a premio all'ultimo EPT di Deauville, insomma niente male per il giovane catanese.

Abbiamo parlato con lui della sua brillante carriera, tutta ancora da vivere...

Nel 2009 hai raggiunto la Supernova Elite su PokerStars.it, un sogno di molti giocatori,un biglietto da visita importante, vedi Darietto, ma arrivare a raggiungere un obiettivo così importante richiede costanza e abilità. Credi che siano tue caratteristiche e Cosa è cambiato nella tua vita?

Il supernova elite pone le basi per poter essere dei professionisti in questo gioco.

Avere la sicurezza di avere sempre introiti sicuri online, a prescindere dai periodi positivi o negativi, col rakeback da supernova elite, rende il poker sempre più simile a un lavoro con introiti fissi precisi e relativi ritorni orari di gioco.
Costanza e abilità rientrano nelle caratteristiche necessarie per diventare elite, ma aggiungerei, nel mio caso, anche determinazione, sacrifici e voglia di migliorarsi.
Il professionismo nel poker mi ha cambiato la vita per quanto riguarda gli impegni (viaggi, tornei in giro per il mondo, sponsorizzazione di Pokerstars).

Per il resto fuori dal poker cerco sempre di essere un ragazzo "normale" di 20 anni. Continuo a studiare, esco con gli amici, mi piace il cinema e mi piace anche guidare la mia Porsche :)

Dopo questa conquista è arrivata la conferma! Da pochi giorni fai parte della nuova batteria di Poker Stars.it, come ti senti?

Entrare nel team di pokerstars penso sia il sogno di qualsiasi giocatore di poker. Per me è un onore rappresentare la room più importante e grande del mondo.

Credo di essermi meritato questa sponsorizzazione e voglio fare il possibile perchè essa possa durare il più possibile.
Spero che possa essere non un punto di arrivo ma un altro trampolino di lancio per poter crescere come persona, come giocatore e per poter contribuire alla diffusione del poker-sportivo nel nostro paese.

Cosa pensi dell'ambiente del Poker sportivo?

In generale penso sia un ambiente che incentivi la competizione e la socialità, in cui si possono conoscere bellissime persone.
La maggior parte delle persone che ho conosciuto, da un anno a questa parte, proviene dal mondo del poker.

Ammetto che mi piace di più un ambiente "europeo" che uno "italiano", in quanto il primo è davvero più competitivo e ti fa crescere umanamente tanto.

Sono sicuro però che nel futuro l'ambiente pokeristico italiano si avvicinerà sempre più a quello mondiale.

Per diventare un ottimo pro, quali caratteristiche e quanto impegno credi che serva?

Per diventare pro serve la sincera consapevolezza dei propri mezzi, una certa esperienza, e molte vincite accumulate per il proprio bankroll.

Oggi vedo alcuni ragazzi abbandonare gli studi e buttarsi alla cieca nel professionismo. Passare al professionismo è un passo molto importante e richiede un' attenta valutazione.

Io consiglio sempre di non giocare solo a poker ma di dividere il proprio tempo in varie attività..per esempio continuare a studiare e praticare attività sportive.
Giocare solo a poker significa dedicare la propria mente al 100% a questo gioco. E siccome Il poker è un gioco di alti e di bassi (più bassi che alti) ciò significa avere un umore più delle volte instabile.

Pertanto ai ragazzi che si avvicinano a questo gioco consiglio di studiare, applicarsi, ma soprattutto diversificare gli interessi della propria vita. Io sono un pro di poker, ho una sponsorizzazione ma nonostante questo continuo a essere uno studente di economia e spero di laurearmi nei prossimi 2 anni.
Spero di poter essere un esempio per i ragazzi che si affacciano a questo splendito gioco.

Si può diventare professionisti di poker senza tralasciare cose importanti come la propria formazione culturale.

La miglior mano che vorresti giocare un giorno alle Wsop, come vorresti che fosse e con chi?

Non vorrei una mano in particolare.
Vorrei piuttosto riuscire a giocare l'ultima mano di un hup di un torneo importante, chiamasi ipt, chiamasi ept, chiamasi wsop..e magari riuscirla a vincere =)
Spero un giorno di poter coronare questo mio sogno!
Per adesso bisogna lavorarci tanto!
E nel mentre si sogna.........

Grazie molte per l'intervista!
A presto!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli