Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

World Series of Poker 2010 Day 12: Frank Kassela Vince il suo Primo Braccialetto, Dario Minieri Ottavo all'Event #15 e Altro

Frank Kassela

Mercoledì è stato il giorno di Frank Kassela. Il veterano dell’esercito ha vinto il suo primo braccialetto WSOP dopo aver avuto la meglio su un duro field di 170 dei migliori giocatori di poker. I fenomeni online si stanno facendo conoscere anche nell’Event #17 e David Baker è al comando dei nove rimasti al tavolo finale dell’Event #13.

Event #13: $1,000 No-Limit Hold'em

Nove giocatori sono sopravvissuti dopo tre intense giornate di azione, ma solo uno di loro porterà a casa l’enorme mucchio di contanti e il braccialetto WSOP.

Jared Hamby, Daniel Thomas, Matthew Vance, Jeffrey Gross, Mats Gavatin, Nicholas Heather, David Baker, Kyung Han e Steven Gee compongono il solido gruppo di superstar online, amatori e live pros che sono arrivati fino in fondo a questo evento.

Daniel Duong

ha mancato il tavolo finale dopo essere andato all-in per circa 250,000 con {10-Hearts}{8-Hearts}. Baker ha chiamato con {a-Diamonds}{q-Spades} e dopo il flop di {10-Spades}{3-Clubs}{4-Spades}, la coppia di dieci di Duong era in vantaggio. Il raddoppio di Duong sembrava cosa quasi fatta quando il turn ha servito {5-Spades} ma, in una classica situazione a poker, Baker ha preso l’{a-Clubs} al river eliminando Duong prima del tavolo finale.

Event #15: $10,000 Seven-Card Stud Hi-Low Split-8 or Better World Championship

Cinque anni fa, Frank Kassela subì una bad beat contro l’ex campione WSOP Main Event Johnny Chan quando erano rimasti in quattro al tavolo finale dell’evento $2,500 pot-limit hold'em. Si tratta di una storia che tutti i giocatori di poker conoscono bene: Kassela mise tutte le sue chips nel mezzo con gli assi, Chan chiamò con le regine e ne prese una terza al board. Quella notte, Chan vinse il suo 10° braccialetto WSOP, e ora cinque anni dopo, Kassela ha vinto il suo primo.

Il veterano dell’esercito ha superato uno dei field più difficili che ci potesse essere durante i tre giorni di gioco guadagnandosi il successo al Seven-Card Stud Hi-Low World Championship, un bel mucchio di contanti e un braccialetto d’oro WSOP. Kassela ha battuto Allen Kessler in una sfida heads-up relativamente breve se comparata con la durata dell’intero tavolo finale. Prima che Kassela fosse incoronato re, ha dovuto battere non solo su Kessler ma anche Jennifer Harman, Steve Zolotow, John Juanda, Kirill Rabtsov, il giocatore dell’anno Vladimir Shchmelev, Dario Minieri e Gary Benson.

Dario Minieri è stato eliminato all’ottavo posto da Allen Kessler quando al flop è andato all-in con una coppia d’assi. Kessler ha chiuso una doppia coppia, sei e tre, mettendo la parola fine ai sogni di gloria di Dario che si è consolato con un premio di $52,366.

Infine, un interessante nota è che Kassela è uscito alla bolla del tavolo finale di Event #12 appena prima dell’inizio dell’Event #15. Se avesse conquistato quel tavolo finale, non avrebbe giocato questo evento e l’ambito braccialetto sarebbe stato assegnato a qualcun altro.

Event #16: $1,500 No-Limit Hold'em Six-Handed

Carter Phillips e Mikhail Lakhitov cercheranno di ripetere l’impressionante prestazione offerta al Day 2 per arrivare al tavolo finale dell’Event #16.

Phillips è al comando dei 16 giocatori rimasti con uno stack di 922,000 in chips, seguito da Lakhitov con 763,000. Lakhitov era quasi stato eliminato da Phillips quando è andato all-in con un pocket di jack e Phillips ha chiamato con {a-Spades}{10-Diamonds}. Phillips ha preso un asso al flop ma Lakhitov ha visto scendere sul board addirittura entrambi i jack rimanenti, che hanno dato al russo una mano invincibile. Ma essere battuto da un poker non è stata la fine per Phillips, che ha saputo riguadagnare le sue chips e chiudere in testa a fine giornata.

Tra quelli che si uniranno a Phillips e Lakhitov al Day 3 ci sono Keven Iacofano, Thong Tran, Matthew Erzol, Hugo Perez e Mark Flowers.

Event #17: $5,000 No-Limit Hold'em

I fenomeni online hanno avuto il pieno controllo del Day 1, con Jeff "yellowsub86" Williams, Amit "amak316" Makhija e James "Flushy" Dempsey che hanno ammassato grossi stack tra i 225 che sono sopravvissuti. Altri giocatori con un notevole chip count includono Brian Rast, Chino Rheem, Antonio Esfandiari, Jason DeWitt e Bryn Kenney.

Il Day 1 è stato ricco di azione, raddoppi ed eliminazioni, con alcuni dei nomi più famosi ad aver imboccato l’uscita della sala da gioco. Nacho Barbero, fresco dei suoi titoli LAPT è stato eliminato da Jason Mercier nelle prime fasi quando Mercier lo ha messo all-in al board di {5-Spades}{8-Spades}{5-Hearts}{10-Diamonds}{q-Diamonds}. Barbero ha fatto quello che si sarebbe rivelato un call sbagliato, con Mercier che ha girato {k-Spades}{q-Spades}. Il fenomeno del LAPT ha messo nel muck prima di salutare tutti ed uscire.

Tra quelli che hanno fatto la stessa fine di Barbero ci sono Noah Boeken, Hevad Khan, Humberto Brenes, Bill Chen e il campione in carica del Main Event Joe Cada.

A Seguire

L’Event #18: $2,000 Limit Hold'em è in corso.

Video del Giorno

Lynn Gilmartin ha intervistato Tony G in una pausa dell’Event #17. Ci parla dei soldi vinti a Tom Dwan e naturalmente di poker.

Le WSOP ti hanno fatto venire voglia di entrare in azione? BetClic Poker ti offre un bonus di benvenuto fino a 300€, registra un nuovo account e approfitta dell’offerta. E ricorda di seguirci su Twitter per tutte le notizie in tempo reale.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli