Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

World Series of Poker 2010 Day 8: Grinder in Cerca del suo Secondo Braccialetto e LeFrancois Vince il suo Primo

Michael "The Grinder" Mizrachi

Con un’intera settimana di poker nei libri alle World Series of Poker il Day 8 ha visto Pascal LeFrancois vincere il braccialetto WSOP all’Event #8, JJ Liu è arrivato al tavolo finale Event #9 e Michael "The Grinder" Mizrachi è a caccia del suo secondo braccialetto WSOP dell’estate.

Event #8 $1,500 no-limit hold'em
Quando il Day 3 è iniziato con 25 giocatori, tutti gli occhi erano puntati su Phil Hellmuth che era a caccia del suo 12° braccialetto WSOP, ma alla fine della giornata, è stato Pascal LeFrancois a chiudere con tutte le chips nel suo stack e il suo primo braccialetto WSOP. LeFrancois è stato una forza durante i due tavoli finali, eliminando sei giocatori e prendendo il comando.

LeFrancois ha cambiato marcia quando è iniziato il gioco a nove, lasciando agli altri giocatori fare tutto il lavoro mentre lui si avvicinava al premio di $569,974. Quando il gioco è passato a tre, è stato il momento per lui di accendere di nuovo la luce, eliminando Kevin Howe al terzo posto con un pocket di re contro {a-Spades}{10-Spades} dell’avversario. Il gioco heads-up è stato veloce, e dopo circa quaranta cinque minuti LeFrancois e Max Steinberg hanno visto il flop scendere {j-Clubs}{4-Clubs}{k-Hearts}. Steinberg ha puntato 140,000, LeFrancois ha chiamato e il turn ha servito {5-Hearts}. Steinberg ha puntato 360,000 e ancora una volta LeFrancois ha fatto call. Quando il {10-Diamonds} è sceso al river, Steinberg è andato all-in e l’avversario dopo un conteggio ha chiamato. Steinberg ha girato {4-Hearts}{3-Hearts} ma LeFrancois ha mostrato {j-Spades}{6-Clubs} vincendo il torneo.

Phil Hellmuth, che aveva iniziato la giornata in vetta con oltre 500,000 in chips, non ha avuto fortuna. Il suo stack è diminuito lentamente per poi fare l’ultima mossa con {q-Diamonds}{9-Diamonds} per i suoi ultimi 80,000. Scott Vener ha visto con {a-Clubs}{6-Clubs} e il board non ha aiutato l’undici volte campione WSOP.

Event #9 $1,500 pot-limit hold'em
Quando il Day 2 dell’evento $1,5000 pot-limit hold'em è partito, James Dempsey era saldamente al comando e quando si è concluso, era ancora in alto in classifica a sole 5,000 chips dietro il chip leader Steve Chanthabouasy.

Dempsey si è ritrovato in una di quelle situazioni "Tieni, una volta!" in un piatto a tre all-in con {k-Clubs}{k-Diamonds}, contro Kenneth Krouner con un pocket di regine e Joe Gotlieb con un pocket di nove. Miracolosamente, i re hanno resistito e Dempsey si augura di riuscire a finire in testa anche al tavolo finale di nove, che include il poker pro JJ Liu e ha un primo premio di $197,470.

Event #10 $10,000 seven-card stud

Sembra che Michael "The Grinder" Mizrachi e Vladimir Schmelev abbiano un conto in sospeso dopo la sfida heads-up che li ha visti protagonisti al $50,000 Players Championship qualche giorno fa – i due siedono al terzo e primo posto rispettivamente con solo 12 giocatori rimasti.

L’azione è stata veloce e furiosa con le eliminazioni che si sono susseguite fino a quando si è raggiunta la zona premi con 12 giocatori rimanenti. Tony G, Daniel Negreanu, Phil Ivey, Todd Brunson e Scotty Nguyen non sono riusciti a prendere le carte giuste per garantirsi un premio.

Event #11 $1,500 no-limit hold'em

Altri 2,563 giocatori hanno pagato $1,500 con la speranza di ottenere la gloria WSOP e un bel mucchio di denaro. Alla fine della giornata solo in 297 sono sopravvissuti portando il field a soli 27 posti dai premi.

Venkatesh Gupta ha chiuso sotto quota 200k ed è il chip leader, seguito da Blair Hinkle al quinto posto con 112,400 e Casey Jarzabek al settimo con poco oltre 100k.

Event #12 $1,500 limit hold'em

C’è voluto poco più tempo del solito per sentire il suono familiare di "all in!" al Rio durante l’evento limit hold'em con 625 giocatori assorti nella battaglia. Di quelli che si sono iscritti solo 177 ritorneranno per continuare la caccia al braccialetto WSOP.

Phil Ivey ha preso il comando nelle prime fasi ed è sembrato che potesse scappare via ma alla fine ha ceduto molte chips chiudendo la giornata con soli 13,000. David Williams, invece, non è partito a razzo come Ivey, ma ha terminato bene in terza posizione con 41,800.

Tra quelli che torneranno di nuovo in azione ci sono Jeff Madsen, Jeff Shulman, Sorel Mizzi, Marco Traniello, i Team PokerStars Pro Barry Greenstein, John Juanda e Ted Forrest.

A Seguire

È in corso il secondo evento $1,000 no-limit hold'em dell’anno.

Video del Giorno

Intervista al campione in carica WSOP Main Event Joe Cada che ci dice come stanno andando finora le WSOP di quest’anno.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli