Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Alla scoperta dei WSOP November Nine 2013: Sylvain Loosli

Alla scoperta dei WSOP November Nine 2013: Sylvain Loosli 0001

Per i prossimi nove giorni PokerNews.it andrà alla scoperta dei November Nine delle World Series of Poker 2013 per vedere più da vicino chi sono. Per iniziare si è pensato di seguire l'ordine del tavolo finale, iniziando dal giocatore che siede alla sinistra del dealer in Seat 1 e cioè Sylvain Loosli.

Loosli va a premio alle WSOP per la prima volta proprio quest'anno al Main Event e il premio sarà sicuramente cospicuo, ma il ventiseienne pro di Toulon, Francia, non è propriamente uno sconosciuto nel mondo del poker. Ha iniziato a giocare un paio di anni fa dopo aver scoperto il poker mentre frequentava la scuola di economia. Da allora Loosli ha affinato le sue capacità online dove è riuscito ad accumulare più di 1 milione di dollari in vincite. Loosli è un regolare ai tavoli di cash game online fino a $25/$50, ma per quanto riguarda il gioco live a oggi ha all'attivo un unico risultato — un 24° piazzamento in un side event da €2.000 all'European Poker Tour Deauville 2011 per €2.350 ($3,198).

Ora, anche se questo può non sembrare un risultato così eclatante per Loosli, non si deve dimenticare che alcuni dei vincitori più recenti del Main Event alle WSOP avevano simili background quando hanno raggiunto il tavolo finale. Peter Eastgate e Joe Cada, rispettivamente vincitori nel 2008 e nel 2009, erano volti totalmente nuovi nel mondo del poker prima di fare la loro cavalcata trionfale al Main Event. Entrambi avevano contavano ben pochi risultati nel gioco live prima delle loro incredibili vittorie, ma erano conosciuti per gli ottimi risultati ottenuti nel gioco online. Lo stesso si può dire per Jonathan Duhamel (2010), Pius Heinz (2011) e Greg Merson (2012) — tutti giovani con un eccellente background nel gioco online e pochi risultati nel live che sono emersi come campioni mondiali.

Loosli inizierà il tavolo finale con 19,6 milioni in chip. Uno stack che è appena al di sotto della media ma si attesta come sesto al tavolo. Loosli sembra avere una delle posizioni migliori per iniziare il tavolo finale con due degli stack più bassi, quelli di Michiel Brummelhuis (11.275 milioni) e Mark Newhouse (7,35 milioni) direttamente alla sua sinistra e Ryan Riess al Seat 4. Riess ha uno stack maggiore con 25.875 milioni e non ha giocato in modo molto aggressive al Day 7. Questo porta a pensare che potrebbe creare parecchi problemi a Loosli al tavolo. Inoltre, Loosli avrà un'ottima posizione su JC Tran(38 milioni) e Jay Farber (25.975 milioni).

Se si volesse proprio trovare un “cattivo” tra i November Nine di quest'anno, Loosli potrebbe essere un buon candidato, anche se in realtà in questa edizione non ci sono giocatori veramente antipatici contro cui tifare. Al tavolo finale non ufficiale a 10 Loosli indossava occhiali scuri ed è rimasto tutto il tempo col cappuccio tirato sulla testa, un look che può fungere da deterrente per molti fan. Quando gli è stato chiesto se la sua esperienza nel cash game high stake e il fatto che giochi regolarmente per grosse quantità di denaro lo abbiano avvantaggiato, Loosli ha risposto di aver giocato in modo completamente distaccato e di non aver sentito alcuna pressione. Gli è stato poi chiesto quale sarà la sua strategia nelle fasi finali della partita e Loosli ha affermato che se arrivasse in heads up pensa che si sentirebbe fiducioso contro qualunque suo avversario. In una recente intervista Loosli ha sottolineato che un suo amico l'ha definito uno dei cinque migliori giocatori di heads-up in Francia.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli