Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Errori nel Leggere l'Avversario - Parte 1: esecuzione

Errori nel Leggere l'Avversario - Parte 1: esecuzione 0001

La maggior parte dei giocatori concorda sul fatto che, per essere un buon avversario è necessario acquisire l'abilità di intuire la mano che è stata servita al proprio avversario. Stranamente, molti mediocri giocatori di poker hanno la capacità di individuare la mano servita a chi sta di fronte a loro. Tristemente, questi restano giocatori perdenti perché non sono in grado di agire in accordo alla loro corretta lettura. Sanno qual è la mossa corretta ma falliscono nel realizzarla.

Ricordo un piatto nel quale avevo a mala pena giocato una mano in un'ora. Per inciso, questa era dovuto all'adozione della strategia appropriata perché in quell'ora mi erano stati serviti nulla più che K-4, 9-3, 4-7, Q-2.... insomma avete capito il genere? Poi, chissà come, mi è stata offerta una coppia di assi. Un giocatore vicino a me ha rilanciato. Io ho quindi rilanciato a mia volta e lui ha visto. Il flop era 9-6-2. Lui ha puntato ed io ho rilanciato. Lui ha visto questa puntata ed ha continuato a vedere le mie puntate sino alla fine. Ha quindi voltato A-9 suited. E' sempre un piacere raccogliere puntate da un giocatore che ha soli due outs.

Dopo lo showdown, ha detto: "Sapevo che avevi o assi o K." Sono certo che abbiate tutti sentito qualcuno affermare qualcosa di simile quando siete stati voi a voltare la mano vincente "Sapevo che avevi il colore.... Sapevo che giocavi il tris di 7.... Sapevo che puntavi con una scala...." Quello che mi stupisce di questi giocatori è che sembrano essere in grado di individuare la mano dei propri avversari – talvolta perfettamente. Fatto sta che semplicemente non agiscono in accordo alla loro lettura. Non hanno capacità di esecuzione.

Ecco un esempio ancora più strano. Una volta avevo K-K e li ho giocati in modo molto ovvio (rilancio preflop e puntate sino alla fine). Un avversario al flop si trova un progetto di colore, punto che chiude al river. Io al river, come detto, punto e lui vede. Quando ho voltato le carte al river, indovinate cos'ha detto: "sapevo che probabilmente avevi assi o re." Se questo avversario mi aveva letto in modo così perfetto, perché non mi ha rilanciato al river?

Ci sono tre comuni errori che si possono commettere (tra i molti altri) in merito all'esecuzione in base alla lettura dell'avversario. Questi errori sono, più o meno, motivazioni per agire in maniera contraria a quella corretta in base alla lettura della mano dell'avversario. Se avevate 7-8 ed il flop era A-8-5, voi passereste probabilmente se l'azione si facesse pesante. Talvolta però anche se l'azione è intensa, finirete con il passare la mano migliore. Non c'è nulla di sbagliato in questo. Talvolta dovete passare in queste situazioni semplicemente perchè è troppo difficile vedere le puntate. Le occasioni nelle quali si verificano gli errori che seguono sono quelle nelle quali voi avete mani buone ma perdenti. In queste situazioni, molti giocatori trovano alcune scuse per vedere le puntate comunque. Queste scuse o motivazioni sono discusse qui sotto. Io le ho classificate come 'errori.'

Errore Comune #1: Vedere le puntate per dimostrare di avere ragione

Voi avete A-10 e rilanciate preflop. Un giocatore tight vi rilancia a sua volta dal big blind. Voi vedete. Il flop è A-7-2. Il giocatore tight punta e voi rilanciate. Il giocatore tight rilancia quindi ulteriormente. Cos'ha? La maggior parte dei giocatori bravi e molti di quelli mediocri ma con una buona capacità di lettura direbbero probabilmente che il giocatore tight ha AK o un tris. Direi che si tratta di una lettura corretta. Allora come comportarsi? Sembrerebbe che abbiate tre outs e non ci siano i pot odds sufficienti per vedere un rilancio. Di conseguenza, dovreste pasare. Questa è l'esecuzione corretta in base alla lettura. Fatto sta che la maggior parte dei giocatori vedrebbe al turn e vedrebbe anche la puntata del river sapendo di andare a perdere. Questi vogliono vedere solo per togliersi la soddisfazione di verificare che avevano letto correttamente. Questo è ridicolo. A quale scopo cercare di individuare la mano del vostro avversario se poi non agite di conseguenza?

Errore Comune #2: Stupidi cambi d'opinione

Questa è una vera trappola che dovete imaparare ad evitare. Diciamo che avete A-9 ed al flop vengono dati A-J-8. Un giocatore solido punta e voi vedete. Non siete certi della sua mano, ma sospettate di poter essere battuti. Se però dovesse fare cip al turn ci sarebbero buoni motivi per credere di essere in testa. Al turn viene dato un 7 e lui nouvamente punta. Voi avete un progetto di scala ad incastro e quindi vedete anche se temete lui sia sullo stesso progetto e magari migliore. Al river, viene dato un 4 e lui punta. Sapete di essere battuti ma poi cambiate opinione in merito alla possibile mano dell'avevrsario. Aveva forse puntato con K-J per tutto il tempo? OO forse aveva K-K e giocava sperando che voi non aveste l'asso? Improvvisamente iniziate ad assegnargli tutte le mani possibili che voi potreste battere. Non solo state immaginando tutte le mani che potreste battere, convincete anche voi stessi che lui abbia realmente una di queste. In realtà la sola mano che potreste battere è A-6 o peggio se un giocatore solido punta contro di voi. In queste situazioni, "il vostro primo istinto è in genere corretto!" Non iniziate ad immaginarvi mani che potreste battere e poi affibbiarle al vostro avversario.

Errore Comune #3: Mostrare a tutti la mano con la quale avete perso

Questo è veramente comune. Voi avete AK. Il flop è A-K-10. Dolce! Puntate e tre persone vedono. Il turn è un jack Jack. Voi puntate e c'è un rilancio e poi ancora un rilancio ulteriore. Così tante persone vedrebbero al turn ed al river anche in una situazione così ed io so perché. Sanno benissimo che entrambi gli avversari hanno una donna nelle carte personali. Ma i giocatori che vedono comunque le puntate lo fanno per andare allo showdown, non importa a quale prezzo, solo perchè vogliono voltare le carte al river e guadagnarsi la simpatia del tavolo: "Avevo AK ed ho chiuso una doppia coppia al flop. Guardate con cos'ho perso." Io non provo simpatia affatto perchè sapevano di giocare per pagare una mano migliore. Hanno semplicemente buttato denaro per dimostrare a tutti la loro cattiva sorte. E' strano come le persone siano pronte anche a perdere denaro pur di poter mostrare a tutti come abbiano perso con una mano forte

Ho assistito ad uno strano esempio di questa follia una sera. Il giocatore X aveva A-A ed il suo avversario, Y, aveva 4-4.il flop era 4-3-3. Guerra di rilanci al flop. Al turn un altro 3. X punta e Y rilancia. X decide di tirare il freno e si limita a vedere. Il river è il quarto 3. X punta (con il punto vincente) e quindi Y vede la puntata con un palese disgusto. Se osservate attentamente vedrete che Y si sarebbe potuto al massimo aspettare uno split-pot solo se X avesse avuto precisamente 2-4. Dato che X aveva rilanciato preflop ed era entrato in una guerra di rilanci al flop non vi erano praticamente speranze che X avesse 2-4. Ogni altra possibile mano di X avrebbe battuto quella di Y. Anche se X avesse avuto 5-2, avrebbe vinto il piatto. C'è solo una ragione possibile per spiegare la mossa finale di Y che vede una puntata al river sapendosi battuto: voleva mostrare al tavolo di aver chiuso un full al flop.

Ndr: fate tesoro di questi consigli e noterete i miglioramenti. Sfruttate poi la vostra abilità scaricando Purple Lounge Poker, una delle sale in italiano più amate dagli italiani, che offre un bonus sul primo deposito del 100% sino a $1000 e la possibilità di cash back ogni mese!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli