Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Dr. Pauly alle WSOP 2008: Scotty Nguyen

Dr. Pauly alle WSOP 2008: Scotty Nguyen 0001

Ero a quindici metri dal tavolo quando Scotty Nguyen è stato eliminato dal Main Event delle World Series of Poker 2007. Quando Scotty Nguyen è uscito undicesimo ho guardato i volti degli altri spettatori che, amanti del poker e dello spettacolo come me, sembravano veramente tristi per la perdita del sempre divertente e bravo giocatore dopo quasi due mesi di poker.

Nel Day 6 del Main event delle WSOP 2007, Scotty Nguyen era partito al 27° posto in quanto a chips quando restavano 36 giocatori ancora in gara. Lui ha subito trovato il raddoppio guadagnando posizioni mentre alcuni degli avversari venivano eliminati. Poco dopo la pausa per la cena, Scotty Nguyen ha vinto alcuni piatti portandosi tra i primi cinque in classifica provvisoria.

Scotty era seduto al tavolo TV ed era sempre pronto a sorridere alle telecamere. La ESPN ed i responsabili della Harrah's speravano vivamente nella partecipazione del campione al tavolo finale. Non solo perché Nguyen è uno degli ex-campioni del mondo ma soprattutto per la sua capacità di guadagnarsi la simpatia del pubblico.

"È un bene per il poker," ha detto uno dei dealers delle WSOP, "se arriverà al tavolo finale tutti lo seguiranno davvero."

Aveva ragione. Scotty Nguyen è uno dei personaggi più vivaci ed accattivanti del poker. Tutto sembrava andare per il meglio. Con 11 giocatori rimasti il suo posto tra gli ultimi nove sembrava ormai assicurato. Avrebbe potuto foldare tutto fino al tavolo finale, ma non è questo il modo di giocare a poker che caratterizza Scotty Nguyen.

La situazione è precipitata. Una volta che Scotty ha iniziato a scivolare la caduta non ha fatto altro che accelerare. La maggior parte dei danni è stata subita in una mano contro il canadese Tuan Lam. Lam ha rilanciato dallo small blind a 480'000. Scotty Nguyen ha rilanciato dal big blind a 1'480'000 e Lam ha fatto call. Il flop ha dato {k-Hearts} {5-Spades} {4-Hearts}. Lam ha fatto check e Scotty Nguyen ha puntato 700'000. Lam ha chiamato. Il turn ha dato {k-Diamonds} ed entrambi hanno fatto check. Al {j-Diamonds} del river Lam ha puntato 1'000'000. Scotty Nguyen ha riflettuto a lungo prima di rilanciare a 3'500'000. Lam ha giocato un ben ponderato call mostrando {10-Hearts} {10-Spades} e Scotty Nguyen con {4-Diamonds} {3-Diamonds} ha perso un piatto da 11.5 milioni.

Scotty Nguyen era ridotto molto male e poco dopo ha perso un altro piatto decisivo contro il danese Philip Hilm. Scotty Nguyen dopo questa mano restava con 2'350'000 e sarebbe stato eliminato poco dopo.

Intervistato pubblicamente ha commentato "innanzitutto, voglio congratularmi con tutti i giocatori qui ed augurare loro tutto il meglio. La cosa più importante è però che voglio ringraziare i tifosi. Senza di voi ragazzi non ci sarebbe stato Scotty Nguyen. Le vostre aspettative sono state tradite ma lasciate che ve lo dica, voi ragazzi mi avete dato tutto quello che mi serviva. Ci ritroveremo nel 2008."

Ho sentito una triste storia su Scotty Nguyen: quando ha vinto il campionato del mondo nel 1998, suo fratello che era ancora in Vietnam era così felice della notizia che ha voluto andare per tutto il villaggio a renderla nota a tutti correndo in moto. Sfortunatamente una macchina lo investì e ne causò l'immediata morte. Finora Nguyen ha vissuto con un tremendo senso di colpa ritenendosi responsabile, con la sua vittoria, della morte del fratello.

Quasi un anno dopo il suo 11° posto al Main event WSOP, Nguyen ha avuto l'occasione di ripetersi vincendo un altro bracciale e questa volta nel prestigiosissimo $50'000 H.O.R.S.E. World Championship. In questa occasione si è imposto su un difficilissimo tavolo emergendo vincitore.

Poco dopo il trionfo, Scotty Nguyen ha ricevuto il nuovo trofeo in memoria di Chip Reese. Appena Jeffrey Pollack gli ha porto il trofeo, Scotty Nguyen ha indicato il proprio cuore e poi il cielo in segno di ringraziamento verso il fratello perduto.

"Grazie davvero" ha mormorato rivolto ancora una volta al cielo.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli