Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP 2009: $1,500 Omaha Hi/Lo Evento #3, Day 1 – Luu Conduce su Gruppo da Record

WSOP 2009: $1,500 Omaha Hi/Lo Evento #3, Day 1 – Luu Conduce su Gruppo da Record 0001

L'evento #3 delle WSOP 2009, il torneo $1'500 Omaha Hi/Lo 8-or-Better, ha fatto segnare nel Day 1 partecipazioni da record per una gara live di Omaha Hi/Lo. Il campione uscente di questo evento Thang Luu sembra deciso a difendere il proprio titolo in ogni modo ed è infatti in vetta alla classifica provvisoria.

Quale primo vero evento WSOP aperto a tutti (dato che il primo era solo per gli impiegati dei casinò ed il secondo prevedeva un proibitivo buy-in da $40'000) questo torneo ha potuto godere di un sostanziale incremento delle partecipazioni rispetto al 2008. A questa edizione si sono iscritti ben 918 giocatori rispetto agli 832 dello scorso anno facendo segnare un incremento del 10.3 percento.

I giocatori sono stati fatti accomodare sia nell'Amazon room sia nella Brasilia e a mezzogiorno si sono visti consegnare uno stack di partenza da 4'500 chips. Tutti loro partivano con la speranza di raggiungere una delle prime 90 posizioni premiate e magari guadagnarsi i $263'135 di primo premio.

Nonostante la concomitante offerta di eventi d'alto livello, anche qui non si è sentita la mancanza dei grandi nomi ed infatti il field includeva grossi calibri quali Roy Winston, Chad Brown, Scott Clements, Barry Shulman, Freddy Deeb, Ivan Demidov, Linda Johnson, Max Pescatori, Michael Binger, Jonathan Little, Eli Elezra, Layne Flack, Jennifer Harman, Andy Bloch, Jan Fisher, Erick Lindgren, Marcel Luske, John Phan, John Juanda, Chris Ferguson, Bill Edler, Hoyt Corkins e Kathy Liebert.

Un insolito incidente ha causato una delle prime eliminazioni di giornata. Un giocatore era andato all-in probabilmente prima di accorgersi che gli erano state servite cinque carte invece di quattro. La sua mano è stata dichiarata morta e pertanto non valida per vincere alcuna parte del piatto. Gran brutto modo per concludere uno dei più grandi tornei di Omaha al mondo.

Alla pausa per la cena restava in gara poco più di metà field - 507 giocatori. Dopo due sole ore in gara c'erano 311 concorrenti e a fine serata le speranze di un premio erano ancora vive per 197 di loro. Tra i sopravvissuti ci sono Phil Hellmuth, Lee Watkinson, Brandon Cantu, Annie Duke e Todd Brunson.

Meno fortunati - ed eliminati prima della conclusione della giornata - sono stati Barry Greenstein, Daniel Negreanu, Jeff Madsen, Jimmy Fricke, Tom Schneider, Alexander Kostritsyn, David "Chino" Rheem, Gavin Smith e Bryan Devonshire.

Probabilmente la storia più interessante della giornata è che il campione uscente di questo evento, Thang Luu, ha concluso il Day 1 come netto chip leader. Le speranze di essere il primo uomo a vincere per due volte consecutive lo stesso evento WSOP sono in lui più vive che mai.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli