Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

2009 WSOP: $2'500 No-Limit Deuce-to-Seven Draw Evento #8 – Phil Ivey Vince il Sesto Bracciale

2009 WSOP: $2'500 No-Limit Deuce-to-Seven Draw Evento #8 – Phil Ivey Vince il Sesto Bracciale 0001

Phil Ivey è considerato da molti il migliore giocatore di poker al mondo. Il No-limit deuce-to-seven draw lowball è considerato da molti la variante di poker nella quale più conta l'abilità. La combinazione dei due fattori si è materializzata giovedì pomeriggio per l'evento 8 - il torneo da $2'500 di No-Limit Deuce-to-Seven Draw - nel quale Ivey partiva al tavolo finale dalla sesta posizione e concludeva nove ore più tardi con la vittoria del proprio sesto bracciale WSOP, di un primo premio da $96'361 e di scommesse sulla riuscita di questa impresa per un ammontare ignoto ma probabilmente tra i $3'000'000 ed i $10'000'000.

Prima di passare alla descrizione dell'evento, data la scarsa popolarità del formato di gioco, rivediamo brevemente le basi del deuce-to-seven draw lowball. Tanto peggiore è il punto realizzato, tanto migliore è il valore della mano. Pertanto, la mano migliore che si possa realizzare è 7-5-4-3-2 - punto noto come wheel o numero uno. Il gioco prevede due puntate forzate e ante e quando un giocatore decide di prendere parte ad una mano lo deve fare aprendo con un rilancio. Dopo il primo turno di puntate ai giocatori è data la possibilità di dirsi serviti o di cambiare alcune delle carte nella speranza di migliorare il proprio punto. Colori e scale hanno valore negativo e l'asso è considerato solo come carta alta.

Dopo soli quindici minuti di gara è stato eliminato il primo giocatore. I bui erano a 2'000/4'000 con 1'000 di ante quando Yan Chen ha giocato un rilancio a 9'000 dallo small blind. Elia Ahmadian ha rilanciato a 28'000 e Chen ha deciso per il call. Chen ha cambiato una carta e Ahmadian si è detto servito. Chen ha evidentemente apprezzato la carta ricevuta poiché ha subito annunciato l'all-in. Ahmadian ha chiamato scoprendo un 10-low e Chen ha girato un 9-8-4-3-2 per un punto low migliore e quindi buono per l'eliminazione di Ahmadian al settimo posto ($11'627).

È stato quindi il turno di Ivey che ha rilanciato a 12'000 dallo small blind venendo affrontato dal rilancio ulteriore di Zimmerman che si trovava così all-in. Ivey ha chiamato ed i due hanno cambiato una carta a testa. Le mani sono state rivelate prima che le carte cambiate venissero servite e Ivey si trovava in buon vantaggio con 7-6-3-2 contro il 9-7-6-2 dell'avversario. Ivey ha ricevuto quindi un otto togliendo ogni speranza di recupero a Zimmerman che ha così chiuso al sesto posto.

Ivey e Monnette si sono poi incaricati anche dell'eliminazione dell'unico altro giocatore che a questo tavolo finale potesse già vantare un bracciale WSOP - Eric Kesselman. Kesselman ha concluso con un quarto posto da $26'757. Rimasti in tre, Ivey è stato rapido a sbarazzarsi dei due avversari per ottenere il successo.

Yan Chen è stato il successivo giocatore eliminato - anche lui per mano di Phil Ivey che nonostante questo arrivava al testa a testa finale in leggero svantaggio. La situazione è stata presto ribaltata e Phil ha continuato ad incrementare il proprio vantaggio.

Dopo oltre tre ore di testa a testa, John Monnette è andato all-in e Phil Ivey ha chiamato. I due hanno deciso di cambiare una carta a testa quando Ivey aveva 7-6-4-2, mentre Monnette aveva 9-7-5-2. John Monnette ha quindi ricevuto un altro sette che gli toglieva ogni possibilità di successo mentre Ivey ha ricevuto un cinque per la mano vincente. Per lui arriva così il sesto bracciale WSOP!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli