Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Resoconto WSOP 2009 - Jason Mercier Parte Forte, l'Evento 4 Entra nel Vivo + Speciale Video dal Torneo dei Campioni

Resoconto WSOP 2009 - Jason Mercier Parte Forte, l'Evento 4 Entra nel Vivo + Speciale Video dal Torneo dei Campioni 0001

$1'000 No-Limit Hold'em Event #4, Day 2 – Comegys in Testa

760 giocatori sono tornati in sala per il Day 2 dell'evento 4, il $1'000 No-Limit Hold'em, sapendo che si sarebbe giocato fino a definire il tavolo finale o comunque fino alle 3 del mattino. Il torneo è stato sospeso nelle prime ore della mattina quando ancora 50 giocatori erano in gara con Robert Comegys chipleader grazie ad uno stack da 1'186'000.

Primo traguardo importante della giornata era il raggiungimento delle posizioni a premio - ben 621 posizioni pagate. Le eliminazioni sono procedute con ritmo costante fino al livello 11 quando si è appunto raggiunta la bolla dei premi. Un buon contributo al conseguimento di questo scopo è stato dato dal chipleader assoluto dopo le due sessioni di apertura J.C. Tran che ha sfruttato il proprio grande stack per eliminare un buon numero di giocatori. Tra coloro che invece non sono riusciti ad arrivare a premio, anche se per poche posizioni, ci sono Jason Mercier, David Plastik e Andrew Teng.

Il primo giocatore a superare il milione di chips è stato Danny Fuhs soprattutto grazie ad un grosso piatto nel quale il suo A-K ha superato un avversario con in mano coppia di sei grazie ad un asso calato al flop. Fuhs a fine serata si trovava però al secondo posto in classifica (con 1'112'000) alle spalle di Robert Comegys che alla fine del livello 20 è passato in testa con uno stack da 1'186'000.

$1'500 Pot-Limit Omaha Evento #5, Day 1 – Jason Mercier ci Riprova

L'evento 5 delle World Series of Poker è iniziato lunedì pomeriggio attirando sia professionisti sia dilettanti alla ricerca del primo bracciale di pot-limit Omaha di queste serie. Ad inizio anno, i responsabili delle WSOP avevano comunicato la decisione di eliminare tutti i tornei con rebuy dal programma trasformandoli in eventi con add-on. Questo torneo è stato il primo a sperimentare il nuovo sistema. A fine serata si era già raggiunta la bolla dei premi con 81 giocatori ancora in gara e Jason Mercier primo in classifica.

Data la struttura add-ons, ogni giocatore ha ricevuto 1'500 chips ad inizio evento e due dischi rossi per l'add-on che potevano essere usati in qualsiasi momento durante i primi tre livelli di gioco. Se i dischi non fossero stati usati entro il periodo valido, i giocatori ancora in possesso di essi avrebbero ricevuto automaticamente l'add-on.

809 giocatori hanno preso parte all'evento che ha pertanto fatto registrare un incremento del sei percento rispetto allo scorso anno. Il gruppo era ricco ancora una volta di stelle del poker e tutti gli occhi erano puntati su giocatori del calibro di Allen Cunningham, Layne Flack, Erik Seidel, Robert Williamson III, Scott Clements, Amarillo Slim, Ted Lawson, e Alexander Kravchenko.

Daniel Negreanu era stato uno dei maggiori sostenitori della rimozione dei tornei con rebuy dalle WSOP e anche se sotto questo aspetto è stato accontentato, difficilmente sarà stato soddisfatto del proprio torneo. È, infatti, proprio lui uno dei primi eliminati nel corso del livello 1. Su un flop che leggeva {10-Diamonds}{3-Spades}{3-Clubs}, Negreanu è andato all-in con una doppia coppia all'asso. Il suo avversario aveva però in mano un tre ed il suo tris ha retto fino al river eliminando Negreanu.

La mancanza di rebuys ha inciso drasticamente anche sul risultato di altri professionisti che hanno pagato a caro prezzo il proprio gioco aggressivo. Al livello tre si elencavano già tra gli eliminati Jimmy Fricke, Bill Gazes, David Ulliott, Chris Bell, Sorel Mizzi e Scott Clements.

Anche Phil Hellmuth avrà di certo avuto di che brontolare oggi dato che il suo torneo è giunto a conclusione a causa di una mano persa con set contro set. Allo stesso modo, sia Chris Ferguson sia Erik Seidel dovranno aspettare occasioni migliori per aggiungere un bracciale alle proprie collezioni dato che sono stati entrambi eliminati prima del raggiungimento dei premi.

Il direttore del torneo ha deciso di proseguire la gara fino al raggiungimento delle posizioni pagate e quando restavano solo 81 giocatori - tutti a premio - era Jason Mercier ad avere lo stack più grande con 227'000 chips ovvero 88'000 più del suo immediato inseguitore.

Esclusive Video-Interviste dal Torneo dei Campioni delle WSOP del Passato

La decisone di riunire allo stesso tavolo da poker 20 ex-campioni del Main Event delle WSOP è stata un'idea davvero riuscita per festeggiare il 40° anniversario di questa manifestazione. Raramente pubblico e amanti del poker hanno avuto occasione di vedere così tante leggende del poker sedute una accanto all'altra a sfidarsi per un prestigioso titolo. La conduttrice di PokerNews, Gloria Balding, ci offre una serie di interviste con questi mostri sacri del poker.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli