Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Parlando di HORSE con Lou Krieger: Le mani iniziali nel Seven-Card Stud

strategia

Le carte standard di partenza sono importanti nel seven-card stud, proprio come lo sono in tutte le forme di poker. Queste prime tre carte servite devono funzionare tra loro o contenere una grossa coppia perché vaga la pena che tu continui a giocarle.

Anche la posizione, il tuo posto rispetto all’ordine delle puntate, è importante in tutte le forme di poker e puntare per ultimo è un grosso vantaggio. Ma nello stud — a differenza del Texas hold’em e dell’ Omaha, dove la posizione è fissa per tutti i round di puntata durante il gioco di una mano— la tua posizione nell’ordine delle puntate varia da round a round. Le carta più bassa esposta agisce sempre per prima nel terzo round, che è il primo round di puntata, ma la mano più alta esposta agisce per prima nel secondo ed in ogni successivo round di puntata.

Dal momento che non c’è garanzia che la mano più alta esposta al terzo round sarà ancora la mano più alta del round successivo, l’ordine gerarchico può cambiare da un round di puntata all’altro.

Se decidi di giocare oltre il terzo round, la tua prossima decisione chiave è il quinto round — quando i limiti di puntata di solito raddoppiano. Il senso comune dice che una chiamata al quinto round di solito ti lega al river perché il piatto generalmente è grande abbastanza per continuare a giocare fino a volte ad una amara fine. Infatti anche se puoi battere solo un bluff sul river, generalmente dovresti chiamare se il tuo avversario punta.

Imparando a prendere buone decisioni sul terzo e sul quinto round, dovresti essere in grado di vincere in maniera regolare durante il round di stud di una partita di HORSE. Ricorda, la maggior parte dei tuoi avversari non gioca a seven-card stud. Infatti, molti giocatori lo detestano e trovano questo gioco noioso e tediante. Ottimo. Con un po’ di conoscenza in più rispetto al tuo avversario, dovresti essere in grado di avere un vantaggio durante questo round.

Lo stud è un gioco di contrasti. Se ti viene servita una coppia grossa, o una coppia media ed un paio di side cards alte, avrai la meglio soltanto contro pochi avversari per cui vorrai puntare e tentare raise e reraise per giocare le tue mani progetto.
Ma quando cominci con progetto di colore o di scala speri di essere pieno di avversari e, assieme a ciò, speri di avere l’opportunità di completare la tua mano con meno spesa possibile. Se sei fortunato abbastanza da beccare una o due scare cards, il tuo avversario avrà consapevolezza che potresti aver già completato la tua mano o probabilmente che la completerai alla prima opportunità. Se questo è il caso, un avversario potrebbe essere sospettoso nel puntare su una grossa coppia conto quella che sembra essere una mano potente come una scala o un colore.

Questa è la natura essenziale del seven-card stud. Le coppie richiedono puntate dall'inizio, nel tentativo di rendere costoso il completamento delle mani progetto, mentre coloro che giocano i progetti puntano e rilanciano più tardi — se sono stati abbastanza fortunati per completare le loro mani. Chiunque sia fortunato abbastanza da vedersi servito un tris con cui cominciare, di solito si limita a chiamare con tranquillità mentre aspetta il quinto round, dove può fare raise o reraise quando il limite delle puntate raddoppia.

Il seven-card stud spesso è una battaglia tra coppie grandi e mani progetto. Se hai una coppia più alta di tutti i tuoi avversari, sei già altamente favorito per vincere il piatto se riesci ad evitare che tutte le mani progetto giochino contro di te. Il modo per eliminarle è rendere per questi avversari troppo costoso continuare a giocare. Come lo fai? Semplice. Punta o rilancia quando è il tuo turno di agire.

Se qualcuno punta e tu rilanci, ci sono delle chances che tu possa sbattere quella mano fuori dal confronto.

La maggior parte delle mani iniziali vengono spazzate via al terzo round. Il seven-card stud, soprattutto, è un gioco di pazienza. Se hai poca pazienza, o non riesci ad imparare ad averne, questo gioco ti frustrerà. Infatti, i giocatori perdono i soldi perchè pensano che va bene giocare un altro round o due vedere cosa succede. Questo di solito spinge i giocatori a disperdere i proprio denaro — ed il fatto che siano entrati nel piatto con delle mani iniziali indecenti spesso li fa finire in trappola e perdere ancora più soldi.

Prima di impegnarti a giocare una mano, hai bisogno di stare attento alla forza delle tue carte in relazione a quelle dei tuoi avversari, alle carte esposte visibili sul tavolo, ed al numero di giocatori che agisce dopo di te. Dopo tutto, più giocatori agiscono dopo di te, più attento hai bisogno di essere.

Cominciare con un tris
Il tris è la migliore mano iniziale, ma è una mano rara, che ti puoi aspettare ti venga servita una volta ogni 425 volte. Se giochi una sessione piuttosto lunga, immagina di vederti servito un tris ogni due giorni, più o meno. Anche se potrebbe esserti servitor un tris di valore più basso del tuo avversario, gli odds contro questi sono molto lunghi, e se ti vengono serviti dei tris, puoi immaginarti di essere in testa.

La buona notizia è che potresti vincere anche se non migliori per niente. Anche se probabilmente non completi un colore o una scala se cominci con un tris, gli odds contro un miglioramento sono solo di 1.5-to-1. Quando migliori la mano, probabilmente diventerà un full o un poker, e a quel punto sei assolutamente il favorito per vincere il piatto.

Pianifica di vedere una mano durante il river ogni volta che ti viene servito un tris a meno che non diventa ovvio che tu venga battuto. Ma è una cosa rara.

Siccome sarai in testa ogni volta che ti verrà servito un tris, limitati a chiamare per dai ai tuoi avversari un po’ di speranza per il prossimo round di puntata.

Il lato negativo, ovviamente, è che uno dei tuoi avversari può beccare precisamente le carte di cui ha bisogno per restare in gioco e batterti con una scala o un colore. Ma anche se il tuo avversario fa una scala o un colore, sei ancora con un progetto live (i cui outs non sono ancora tra le carte scoperte sul tavolo) per batterlo. Quando cominci la mano con un tris, hai bisogno solo di fare coppia con qualsiasi carta tra quelle in mano per garantirti che il progetto dell’avversario non abbia speranza.

La maggior parte delle volte quando il piatto viene rilanciato al terzo round, il raiser avrà una coppia alta, o una coppia più alta della media con un K o un Asso come side card. Ma il tuo tris è molto lontano da questa mano. Il tuo avversario sta rilanciando per eliminare tutte le mani progetto, e non ha idea che tu sia già avanti a lui, a prescindere dal fatto che hai anche l’opportunità di migliorare.

Il tuo avversario probabilmente chiamerà il tuo reraise, e quindi ti chiamerà continuamente fino al river specialmente se ottiene una doppia coppia. Ecco cosa succede di solito: nel processo per vincere il piatto, guadagni tre puntate basse al terzo round, un’altra al quarto round, e delle puntate raddoppiate al quinto, sesto e settimo round. Se stai giocando a $10/20, avrai un profitto di $100 più il bring-in e gli ante. Se hai messo in trappola un ulteriore caller o due che finiranno per foldare al quinto round, il tuo profitto supererà i $150.
Ma non puoi star seduto ad aspettare un tris prima di entrare in un piatto. Non arrivano molto spesso, per cui la prossima volta ci occuperemo di alcune altre mani iniziali per il seven-card stud.

# # #
Lou Krieger è editore di Poker Player Newspaper. E’ autore di oltre 400 libri di strategia di poker e di 11 libri sul poker. Potete ascoltarlo anche sulla trasmissione in web-radio, “Keep Flopping Aces” che va in onda ogni Giovedi sera alle 9 p.m. Eastern Time (6 p.m. Pacific) su www.roundersradio.com.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli