Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Strategie di Poker: Considerazioni sulla varianza nei Giochi Misti e sul Bankroll

Strategie di Poker: Considerazioni sulla varianza nei Giochi Misti e sul Bankroll 0001

Se sei il tipico giocatore di poker che è passato attraverso tutti i livelli di gioco negli ultimo 5 anni, probabilmente hai giocato per una buona parte a no-limit hold'em. In effetti potrei quasi scommettere sul fatto che tu abbia giocato quasi esclusivamente a no-limit hold'em. Di solito i giocatori fanno la loro gavetta attraverso i livelli giocando a fixed-limit

hold'em, ma a partire dal "Moneymaker Effect", si è passati dalla scelta del cash game al no-limit hold'em.

I giochi misti, comunque, sono disponibili raramente nelle varianti pot-limit o no-limit. Ovviamente succede, una variante comune è l' H.O. con l' hold'em giocato no-limit e l'omaha giocato pot-limit. Questa è la variante utilizzata nei cash game ad high-stakes di Ladbrokes Poker nell'Aussie Millions del 2009. E' l'eccezione alla tegola tuttavia. Più spesso, i giochi misti sono disponibili con il format fixed-limit, e questo porta ad alcune considerazioni sulla varianza e sul bankroll che dovrebbero far parte dello studio di ogni giocatore competente.

In cima alla lista c'è il fatto che hai bisogno di un bankroll adeguato per giocare a ciò che preferisci. Benchè non ci siano regole drastiche per creare un bankroll adeguato una regola utile dovrebbe essere avere almeno 300 big bets come minimo assoluto da cui partire. Per esempio, se intendi giocare su base regolare in tavoli da $15/30 B.T.O.,

dovresti avere almeno $9,000 nel tuo bankroll. Questo numero potrebbe sembrare quanto mai alto ma è molto comune avere fasi di perdita da 50 fino a 100 big bets quando si gioca a fixed-limit poker. Una scivolata del genere potrebbe facilmente distruggere il tuo bankroll se non segui strettamente la condotta di 300 big bets. In effetti, la convinzione prevalente p che dovresti avere più di 300 big bets — tipo 400 o 500 – nel tuo bankroll, nel caso incappi in una scivolata proprio all'inizio della partita.

Può sembrare sorprendente, a prima vista, imparare che scivolate di questa portata sono comuni nel fixed-limit poker, anche per i giocatori migliori. Il che porta a discutere sulla varianza inerente questo tipo di gioco. Nel no-limit hold'em, i buoni giocatori hanno l'abilità di punire i cattivi giocatori con grosse quantità di fiches in un colpo solo. Una decisone sbagliata da parte di un giocatore poco attento può causargli una perdita significativa del suo stack. Il risultato è che i giocatori non bravi hanno la tendenza a uscire velocemente, mentre i giocatori in gamba hanno la tendenza a mostrare profitto in costante crescita di volta in volta.

Nelle varianti del fixed-limit poker come nei giochi misti, ci sono restrizioni su quanti soldi possono andare nel piatto in una volta. Questo ha tre conseguenze primarie: prima, sono richieste molte più decisioni in media da parte del giocatore; seconda, gli effetti d una giocata cattiva non sono precludenti sulla fine di un giocatore perchè, per esempio, perché vedranno di volta in volta un incremento di $15 e $30 rispetto a somme di $500 o $1,000; e terza, un giocatore non bravo non uscirà in fretta. Ne risulta che i giochi misti fixed-limit tendono ad avere molti più alti e bassi dei cugini no-limit, specialmente con l'inabilità dei giocatori a effettuare puntate di "pressione" che portano a foldare gli avversari che in altre circostanze sono stati più lenti di loro.

Anche le condizioni del tavolo avranno un effetto enorme sulle tue variabili e sul bankroll che dovresti portare in gioco. C'è un gioco B.T.O. che si tiene su base periodica a Las Vegas. Di solito è popolato da giocatori che si divertono a puntare tre o quattro volte prima del flop con mani anche molto marginali. E' un gioco molto intrigante ma le scivolate sono altrettanto pesanti, perchè tutti sanno che è così che si gioca, e poche persone aspirano al piatto con un solo raise, o al massimo due. In questo tipo di gioco, dove ti puoi aspettarti che vengano rilanciate la maggior parte delle mani e vengono contestati molti piatti da più di una persona durante lo showdown, gli alti e bassi sono più grossi che in situazioni in cui un singolo raise al primo round di puntate farà foldare tutti tranne uno o due giocatori.

Tutte queste ragioni contribuiscono alla teoria sostenuta da alcuni dei professionisti più conosciuti, come Phil Hellmuth Jr., che il fixed-limit poker si basi più sulla fortuna che il no-limit poker. Non c'è mai stato un confronto chiaro nella mia mente. Entrambi i giochi hanno la loro parte di fortuna ed entrambi hanno la loro parte di abilità. Guadagnare soldi in entrambi richiede differenti abilità e strategie, ma in uno non c'è bisogno di essere più fortunate che nell'altro – è solo che uno amplifica gli errori dei giocatori più dell'altro. Ecco perché una corretta amministrazione del bankroll e delle variabili sono elementi fondamentali di ogni giocatore di successo.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli